Meeting Art
Pubblicato il: mar 21 Apr 2015
Print Friendly and PDF

Photofestival 2015, la kermesse della fotografia d’autore. Intervista a Roberto Mutti

Photofestival 2015Giuseppe Candiani

Photofestival 2015
Giuseppe Candiani
Ruggiti nella leggenda
2 maggio/18 luglio
Inaugurazione: 2 maggio h 18
9 maggio h 18 incontro con l’autore e Denis Curti
Foto Ottica Giovenzana
Via Fontana 25 – 02.55199510
Orari di apertura: lunedì 16/19.30, martedì-sabato 10.15/13.30 – 16.15/19.30
Mail: giovenzana.fotografia@vodafone.it

Si è aperta a Milano la 9^ edizione di Photofestival, organizzata in due sessioni, una primaverile (dal 20 aprile al 20 giugno ) e una autunnale (dal 15 settembre al 31 ottobre). ArtsLife ha intervistato Roberto Mutti, fine giornalista, critico fotografico, curatore e docente di fotografia e coordinatore di questa vasta kermesse annuale milanese di mostre fotografiche d’autore.

Roberto Mutti

Roberto Mutti ritratto da Giovanni Gastel

Ha esordito nel suo intervento alla conferenza stampa di Photofestival con un ricordo di Lanfranco Colombo. Può dirmi cosa ha rappresentato per la fotografia e per Milano?
Lanfranco Colombo era un dirigente d’azienda che si era innamorato della fotografia frequentando gli incontri che si svolgevano in Francia e conoscendo gli autori che la animavano, da Henri Cartier-Bresson a Lucien Clergue. Una volta nel 1966 a Porquerolles alla riunione annuale di “Gens d’Image” sentendo gli autori che si lamentavano per la mancanza di interlocutori gli venne in mente l’idea meravigliosa di aprire una galleria completamente dedicata alla fotografia. Nessuno lo aveva mai fatto così il 13 aprile 1967 in via Brera 10 a Milano con “il diaframma” si aprì la prima galleria al mondo con questa allora innovativa caratteristica. Per questa ragione chiederemo al Comune di apporre a quel numero civico una piccola targa che ricordi quell’eccellenza tutta milanese. Lanfranco aveva un carattere difficile, sarebbe sciocco e retorico negarlo, ma ha avuto il merito di sdoganare la fotografia con mille iniziative: aprire la sua galleria a tutti quanti gli sembravano bravi dando così ad alcuni solo una chance non sfruttata ma consentendo ad altri (ricordo Gabriele Basilico, Giuseppe Pino, Mario Cresci fra gli altri) di iniziare un cammino di futuri successi.

Colombo aveva dato vita anche ad una casa editrice che pubblicò a lungo il mensile Popular Photography ed è stato anche un bravo fotografo: pochi se lo ricordano ma i sue due libri “Ex Oriente” del 1963 e “Cinque Rune” del 1964 vinsero rispettivamente il Miami Award e il Prix Nadar. Anche come organizzatore bisognerebbe ricordarlo: la mostra del 1966 di Cartier-Bresson al PAC e la lunga esperienza delle esposizioni alla sezione Sicof Cultura sono state fondamentali per costruire la base che ci fa oggi parlare di Milano capitale della fotografia italiana. Per questo, avendo scritto due libri sulla sua vita e sulla storia della sua galleria, mi impegnerò personalmente per esporre una importante mostra in occasione del prossimo Photofestival in autunno.

Photofestival 2015Maurizio Galimberti

Photofestival 2015
Maurizio Galimberti
A single Polaroid journey
7 maggio – 14 giugno
Inaugurazione 7 maggio h 18
Barbara Frigerio Contemporary Art
Via dell’Orso 12 (entrata via Ciovasso 3) – 02 36593924
martedì-sabato 10-13 16-19.30
www.barbarafrigeriogallery.it

Perché, secondo lei, la fotografia in Italia nasce molto da idee individuali?
E’ un dato storico perché in Italia le istituzioni hanno sempre ignorato la fotografia, poi l’hanno sottovalutata, infine l’hanno considerata con supponenza. Negli ultimi tempi le cose sono un poco migliorate ma non dimentichiamoci che solo dal 1999 alla fotografia è stato riconosciuto lo statuto di bene culturale, questo mentre in Francia e Inghilterra i primi musei di fotografia risalgono alla fine dell’Ottocento.

Tutte le iniziative più importanti sono nate dalla passione e dalla costanza di individui e lo dico facendo degli esempi che partono dal dopoguerra. Nel 1947 i due circoli più importanti per il dibattito culturale aperto a nuove prospettive nascono la Bussola di Milano su spinta dell’avvocato Giuseppe Cavalli e la Gondola di Venezia su quella del dirigente industriale Paolo Monti.

Nel 1951 la prima grande mostra di fotografia europea è organizzata da Pietro Donzelli, fondatore dell’Unione Fotografica, a Palazzo Brera, nel 1954 Luigi Crocenzi dà vita a Fano al Centro per la Cultura della fotografia, l’anno dopo Italo Zannier crea nella sua Spilimbergo il Gruppo Friulano per una Nuova Fotografia, nel 1964 apre in corso Matteotti a Milano il Centro Informazioni Ferrania (CIFe) oggi diventato Fondazione 3 M, del 1967 e del diaframma abbiamo già detto.

Ma anche oggi manifestazioni come Fotoleggendo a Roma, Festival fotografico europeo di Busto Arsizio, Savignano Immagine, Massa Marittima, Ragusa per citarne solo alcune, nascono e vivono per iniziativa di singoli o gruppi di appassionati. Ciò vale anche per iniziative come MIA che è una creatura del collezionista Fabio Castelli e per noi di Photofestival.

Photofestival 2015Gabriele Basilico - Dal tetto del Duomo Milano 2011

Photofestival 2015
Gabriele Basilico – Dal tetto del Duomo Milano 2011
AA.VV.
Milano. Le più belle fotografie della città dell’Expo 2015
24 aprile/13 giugno
Inaugurazione: 23 aprile h 18
Bel Vedere Fotografia
Via Santa Maria Valle 5
Orari di apertura: martedì-sabato 15/19
Sito web: www.belvederefoto.it

Perché Photofestival non ha un tema specifico e perché ha pensato a un raddoppio con una seconda tranche?
Ho sempre pensato che imporre un tema specifico nel mondo della creatività poteva essere sentito come una imposizione. Ricordo molti anni fa un mio personale tentativo di coinvolgere alcune gallerie per fare in modo che in occasione dell’8 marzo esponessero opere di fotografe da loro scelte: mi trattarono manco fossi un inviato del Soviet Supremo. Vero che abbiamo messo un sottotitolo “Dire, Fare, Mangiare” però se tutte le mostre presentate avessero seguito il suggerimento sai che barba. La fotografia è così aperta al mondo che incanalarla mi sembra davvero un errore: ci sono i ritrattisti e i reporter, quelli che fanno ricerca e quelli che si dedicano all’architettura, più bello lasciare che mille fiori sboccino.
Per quanto riguarda il raddoppio della manifestazione Photofestival che così taglierà il traguardo delle dieci edizioni ciò è dovuto al fatto che in ottobre ci sarà il PhotoShow e noi siamo sempre stati la parte espositiva della manifestazione. D’altra parte non potevamo mancare al tradizionale appuntamento primaverile così abbiamo deciso di esagerare coprendo tra l’altro idealmente tutto il periodo di Expo.

Photofestival 2015Gianni Pezzani

Photofestival 2015
Gianni Pezzani
Magnetica
A cura di Noema Gallery
4/30 maggio
Inaugurazione 7 maggio h 18
Showroom Boffi
Via Solferino 11 – 335.5200775
Lunedì 10-18 martedì-sabato 10-19 11/19.30
www.noemagallery.com

Qual è il collegamento con il Sicof ?
La domanda si collega proprio alla precedente: il PhotoShow quest’anno abbandona la formula precedente esclusivamente legata all’aspetto merceologico e torna a quella che dava spazio a incontri con gli autori, dibattiti e soprattutto mostre. In Photofestival accoglieremo quindi anche le otto mostre d’autore che sto preparando e che saranno esposte all’interno dei padiglioni quest’anno ospitati non più alla fiera ma nel Superstudio di via Tortona. Aspetti tecnici e visioni culturali torneranno quindi a confrontarsi come ai tempi gloriosi del Sicof.

Photofestival 2015Silvia Amodio

Photofestival 2015
Silvia Amodio
AdottaMI
a cura di Elio Fiorucci
4-9 maggio
Inaugurazione 4 maggio h 18
Castello Sforzesco
Cortile della Rocchetta
Piazza Castello, 1 – 02.88463747
tutti i giorni 7-18

Quali sono i valori di Photofestival oggi? Quali gli obiettivi rispetto ad altre iniziative milanesi ?
Sarò schematico: desideriamo ribadire la centralità di Milano nel campo della fotografia non a parole ma coi fatti. Per questo ci piace siano coinvolti in questa manifestazione tutti coloro che di questo mondo fanno parte e ci apriamo non solo ai grandi operatori ma anche a chi ha iniziato da poco, ai fotografi affermati e a coloro che avranno l’occasione di esporre per la prima volta. Anche il fatto di stampare 8.000 copie del catalogo (una pagina per ogni mostra) da distribuire gratuitamente al pubblico è per noi un valore aggiunto e crediamo sia utile per mettere un altro mattoncino sulla strada della divulgazione della cultura fotografica. Questo senza rinunciare a mezzi più contemporanei come il nostro sito www.photofestival.it e gli immancabili social con cui possiamo proporre le visite guidate che stanno già riscuotendo un bel successo.
Con le altre iniziative milanesi tentiamo di stabilire un rapporto ma in tutta franchezza non è sempre facile per la generale tendenza a lavorare in modo autoreferenziale. Si fa fatica, per esempio, ad avere materiale informativo riguardante le mostre istituzionali pur godendo noi dei patrocini di comune, Regione ed Expo. Comunque siamo soddisfatti dei rapporti con PhotoShow, con AFIP/CNA, con musei come il MUMAC del Gruppo Cimbali di Binasco, con la serie di manifestazioni culturali promosse da Palazzo Pirola a Gorgonzola, due esempi questi che indicano come ci apriamo a una visione di una città metropolitana di più vaste proporzioni.

Photofestival 2015Aqua Aura

Photofestival 2015
Aqua Aura
Illusion-Inclusion
7 maggio/6 giugno
Inaugurazione: 7 maggio h 18
Costantini Art Gallery
Via Crema 8 – 02.87391434
Orari di apertura: martedì-venerdì 10.30/12.30 – 15.30/19.30
Sito web: www.costantiniartgallery.com

Photofestival 2015Gianni Berengo Gardin

Photofestival 2015
Gianni Berengo Gardin
Paesaggi di riso
a cura di Magnum Photos e Contrasto
1 maggio-31 ottobre
Cluster Riso
Sito espositivo Expo 2015

Photofestival 2015Sofia Masini

Photofestival 2015
Sofia Masini
GEBREK – I fotografi di IIF a teatro
12/22 maggio
Inaugurazione: 12 maggio h 18
Foyer Teatro Litta
Corso Magenta 24 – 02.8055882/86454546
Orari di apertura: lunedì-venerdì 15-21
Sito web: www.teatrolitta.it

Photofestival 2015

Portraits, Storie, 3° premio Paolo Verzone, Italia,
Agence Vu
Breda, Paesi Bassi
Una cadetta della Kininkliijke Militaire Academie
Il reportage raccoglie ritratti dei cadetti delle più importanti accademie militari europee
Word Press Photo
2/31 maggio
Inaugurazione: 1 maggio h 15
Galleria Carla Sozzani
Corso Como 10 – 02.653531
Orari di apertura: tutti i giorni 10.30/19.30, mercoledì e giovedì aperto fino alle 21
Sito web: www.galleriacarlasozzani.org

Photofestival 2015Giuseppe Giudici

Photofestival 2015
Giuseppe Giudici
De Architectura. L’enigma delle linee
18-30 maggio
inaugurazione 18 maggio h 18
Hoepli – Libreria Internazionale
Spazio espositivo secondo piano
Via Hoepli, 5 – 02.86487201
lunedì-sabato 10-19.30
www.hoepli.it

Photofestival 2015

Esposizione Internazionale di Milano, 1906
1906: quando i bisnonni andavano in
Expo
a cura di Roberto Mutti
4/19 giugno
inaugurazione 4 giugno h 18
Kasa dei libri
largo Aldo De Benedetti 4 – 02.66989018
lunedì-venerdì 15-19
www.facebook.com/KasaLibri

Photofestival 2015Rune Guneriussen

Photofestival 2015
Rune Guneriussen
Resound with an echo
A cura di Walter Guadagnini
Fino al 2 maggio
Marcorossi artecontemporanea
Corso Venezia 29 – 02.795483
Orari di apertura: martedì-sabato 11/19
Sito web: www.marcorossiartecontemporanea.com

Photofestival 2015Pio Tarantini Logografie

Photofestival 2015
Pio Tarantini
Logografie
fino al 9 maggio
Spazio Ostrakon
Via Pastrengo 15 – 331.2565640
martedì-sabato 15.30/19.30
www.spazioostrakon.it

Photofestival 2015Luigi Ghirri, Modena 1973

Photofestival 2015
Luigi Ghirri, Modena 1973
Arte fotografia
13 maggio/15 giugno
Valeria Bella
Via Santa Cecilia 2, ingresso da via San Damiano – 02.76004413
Orari di apertura: lunedì 15/19, martedì-venerdì 10/19
Sito web: www.valeriabella.com

___________________________

Photofestival Milano 2015
“Dire, Fare, Mangiare”
20 aprile – 20 giugno  2015
15 settembre – 31 ottobre 2015

I NUMERI DELLA RASSEGNA PRIMAVERILE PHOTOFESTIVAL
(20 APRILE – 20 GIUGNO 2015)

126 MOSTRE FOTOGRAFICHE, quasi tutte a ingresso gratuito, con un programma espositivo molto vario, che spazia dal reportage alla ricerca, dal ritratto e figura all’architettura , dallo still life al paesaggio

11 MOSTRE NEI PALAZZI STORICI DI MILANO, di cui 2 – PALAZZO CASTIGLIONI e PALAZZO BOVARA –aperti a mostre dedicate al tema del cibo

9 MOSTRE NEI CLUSTER ESPOSITIVI DI EXPO MILANO 2015

94 MOSTRE NEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA CITTA’

12 MOSTRE NELL’AREA METROPOLITANA

17 MOSTRE INEDITE A MARCHIO “PHOTOFESTIVAL”, realizzate appositamente per la manifestazione

39 MOSTRE IN BIANCO E NERO, a riprova del fatto che la fotografia in bianco e nero non è mai passata di moda e continua a essere apprezzata

1 MOSTRA STORICA sull’Esposizione Internazionale di Milano del 1906: un’inedita testimonianza dell’epoca e un filo diretto con Expo Milano 2015

 

www.photofestival.it

5 (100%) 1 vote

Commenta con Facebook

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Enzo Trifolelli ha detto:

    trascrivo:

    “Lanfranco aveva un carattere difficile, sarebbe sciocco e retorico negarlo, ma ha avuto il merito di sdoganare la fotografia con mille iniziative: aprire la sua galleria a tutti quanti gli sembravano bravi dando così ad alcuni solo una chance non sfruttata ma consentendo ad altri … di iniziare un cammino di futuri successi.”

    aggiungo:

    Chiedo come poter fare per esporre le mie opere espressione del concetto fotografico definito FoTotempismo
    Enzo Trifolelli
    info@enzotrifolelli.com
    http://www.enzotrifolelli.com…Altro...

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Pubblicità

Mirco Cattai Fineart&Antiquerugs
Cambi
Cambi
Artcurial
Maison Bibelot
WANNENES
Eberhard
Pandolfini
Brafa
Il Ponte