Print Friendly and PDF

Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky torna al cinema

Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky torna al cinema restaurato in 4k

A distanza di 30 anni dalla sua prima uscita torna al cinema un film leggendario, Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky, restaurato in 4k e in versione originale sottotitolata. Al cinema dal 25 novembre.

È il maggio del 1989 quando Santa Sangre fa il suo debutto al Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard, l’anno della Palma d’Oro a  Sesso, bugie e videotape di Steven Soderbergh. Per il suo quarto lungometraggio Jodorowsky si affida a una coproduzione italiana che vede in prima linea, anche alla sceneggiatura, Claudio Argento, fratello e sodale di Dario.

In Santa Sagre, film visionario e simbolista, ribollente di vita tanto quanto di morte, il regista cileno prosegue il discorso cinematografico che già lo aveva consacrato a regista culto con pellicole visionarie come El Topo e La montagna sacra. Le opere visionarie di Jodorowsky hanno ispirato un’intera generazione di cineasti, artisti e tecnici. Poi nel 1991 il regista resta schiacciato nel meccanismo dell’industria cinematografica: ancora oggi ricorda come terribile l’esperienza de Il Ladro dell’Arcobaleno, film con un budget miliardario e un cast stellare (Christopher Lee, Peter O’Toole e Omar Sharif). Le costrizioni della produzione e l’ego delle star male si accordarono col il suo spirito da poeta. Tornerà al cinema con un nuovo progetto solo nel 2014, quando vede la luce La Danza de La Realidad, il primo capitolo di una trilogia autobiografica. Di quest’anno invece è l’uscita del docufilm Psicomagia – Un’arte che guarisceche illustra la filosofia di vita di Jodorowsky: «Non si può insegnare all’inconscio il linguaggio della realtà. Bisogna insegnare alla ragione il linguaggio del sogno – spiega – La parola psicomagia nacque nella mia testa cinquant’anni fa sotto forma di un messaggio iniziatico».

Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky torna al cinema restaurato in 4k

Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky torna al cinema restaurato in 4k

Prima del grande stop del 1991, Santa Sangre ha segnato il ritorno in sala di Jodorowsky dopo una lunga pausa dovuta al fallimento del suo progetto precedente, Tusk (1980): il produttore del film andò in bancarotta e la pellicola non venne mai distribuita, lasciando il regista nei guai. Con Santa Sangre Jodorowsky riprende quindi in mano i fili della propria poetica portando alla massima esaltazione tutti gli elementi caratteristici che l’avevano fatto apprezzare al pubblico e alla critica: il surrealismo misterico, la messa in scena barocca, fantastica e orrorifica, e una magia piena di rimandi psicanalitici. Quella che il regista crea per il grande schermo, attingendo dal proprio vissuto (dalle proprie ossessioni e dai propri traumi) e una visione fantasmagorica e magnetica, strabordante ed eccessiva, da Grand Guignol cinematografico.

Centrale in Santa Sangre il tema del circo, del freak show, Alejandro Jodorowsky difatti inizia la propria carriera come clown in un circo per poi fare suo apprendistato in un teatro di marionette. Dopo aver viaggiato tra Messico e gli Stati Uniti Jodorowsky arriva in Francia dove collabora con Roland Topor e Fernando Arrabal con i quali fonda il movimento teatrale Panico.  Sarà anche allievo e poi assistente di  Marcel Marceau per diversi anni. E proprio dedicata al maestro del mimo in Santa Sangre troviamo una scena interpretata da Cristobal Jodorowsky, figlio di Alejandro. Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky torna al cinema restaurato in 4k

Santa Sangre, il capolavoro visionario di Alejandro Jodorowsky torna al cinema restaurato in 4k

Santa Sangre. L’infanzia del piccolo Fenix non è come quella di un bambino comune. Lavora nel circo gestito dal padre Orgo, un uomo ubriacone e infedele, e la madre Concha, trapezista magnetica a capo di una setta religiosa che idolatra una giovane martire a cui sono state amputate le braccia. Nel circo vivono anche Alma, una bambina sordomuta e unica amica del bambino, e sua madre, la Donna Tatuata, autentica attrazione e seduttrice impenitente che intrattiene una storia segreta con Orgo. Un giorno, però, Concha li coglie in flagrante e, accecata dall’ira, versa dell’acido sul marito che, prima di morire, le amputa le braccia. Fenix assiste alla scena e lo shock di fronte a tanto orrore lo porta alla pazzia, al punto da venir rinchiuso in un manicomio in stato semi-catatonico fino all’età adulta. Ma il ritorno improvviso della madre lo spinge alla fuga…

>> Santa Sangre, al cinema dal 25 novembre in versione restaurata 4K, guarda il trailer

 

Commenta con Facebook

leave a reply

*