meeting art istituzionale
Pubblicato il: ven 08 Nov 2019
Print Friendly and PDF

Emozione barocca da Artcurial. La Lucrezia di Artemisia Gentileschi in vendita per 600/800 mila euro

Artcurial Artemisia Gentileschi Artemisia Gentileschi, Lucrezia, 1630 circa, stimato €600-800.000

Tempo di aste a Parigi, dove il 13 dicembre andranno in vendita da Artcurial gli Old Masters e l’arte del XIX secolo. 185 lotti, 3 sessioni di vendita e un’Artemisia Gentileschi stimata 600/800 mila euro.

Porte aperte dall’8 novembre per vedere i pezzi che la casa d’aste francese presenterà mercoledì 13, tra disegni dal sapore raffaellita (Ritratto di Giulio II, eseguito nel XVI secolo su modello del maestro urbinate e stimato €15,000-20,000), nature morte olandesi (Bouquet de fleurs sur un entablement di Cornelis Kick, €150,000 – 200,000) e pale d’altare trecentesche, come la bellissima Madonna allattante di Giovanni del Biondo, stimata €80,000 – 120,000.

Artcurial novembre 2019 Cornelis Kick, Bouquet de fleurs sur un entablement, stimato €150,000-200,000

Cornelis Kick, Bouquet de fleurs sur un entablement, stimato €150,000-200,000

Si passa poi ai XVIII secolo con alcune opere provenienti dalla collezione di Rudolf e Friederike Pallamar, focalizzata sull’arte del nord Europa. Ad andare all’asta, tra le altre, Champs de linge à Haarlem di Jan van Kessel (€50,000 – 80,000) e un Bouquet del 1622 di Balthasar van der Ast da €80,000 – 120,000. Da segnalare, anche un raro Studio di uomo seduto di Francesco di Cristofano, meglio noto come Franciabigio, stimato €60 000 – 80,000. A rappresentare il XIX secolo, invece, due meravigliosi paesaggi di Jean-Baptiste Camille Corot (Le chemin montant sous les arbres, à Ville d’Avray, €60,000 – 80,000, e Environs de Givet, dans les Ardennes, €80,000 – 120,000), oltre a un Alfred de Dreux da €150,000-200,000 (Cheval sortant de l’eau par temps d’orage, 1842).

Artcurial asta novembre 2019 Jean-Baptiste Camille Corot, Environs de Givet, dans les Ardennes, stimato €80,000 - 120,000

Jean-Baptiste Camille Corot, Environs de Givet, dans les Ardennes, stimato €80,000 – 120,000

Ma il pezzo forte dell’intera raccolta è la bellissima Lucrezia di Artemisia Gentileschi, realizzata durante il terzo decennio del ‘600, nell’ultima fase di attività dell’artista. Recentemente ritrovato, il quadro ha fatto parte per circa 40 anni di una collezione privata conservata a Lione, e va ora all’asta con una stima di €600,000 – 800,000. Vicina per stile e tecnica a Ester e Assuero, dipinto tra il 1628 e il 1635 e conservato al Metropolitan Museum di New York, la tela risale al soggiorno napoletano di Artemisia, città dove poi (salvo trasferimenti temporanei) la pittrice è rimasta per il resto della sua  vita, i cui influssi sono evidenti nell’erotismo con cui Lucrezia è rappresentata, direttamente derivato dalla lezione di Guido Cagnacci. L’inquadratura a mezzo busto e lo sfondo nero, da cui la figura emerge quasi come sbalzata nella terza dimensione, sono invece elementi di ascendenza caravaggesca, mediati dalla lezione del padre Orazio Gentileschi, altra figura fondamentale del ‘600 italiano.

La scelta del tema, oltre che inserirsi perfettamente nella cornice del gusto barocco (la stessa Artemisia ne ha realizzate diverse versioni oltre a quella che andrà all’asta a Parigi), acquista ancora più importanza se considerato in relazione alla storia personale dell’arista. Così come Lucrezia, anche Artemisia era stata vittima di stupro, un caso che all’epoca (era il 1611) fece molto clamore, conclusosi poi con un processo e il perpetuo allontanamento del colpevole da Roma. Se la vicenda di Lucrezia, eroina della virtus romana, si conclude però con il suicidio, la salvezza di Artemisia è stata proprio la sua arte, a cui ha consacrato tutta la propria vita, senza mai farsi vincolare o limitare da pregiudizi di qualsivoglia genere. La sua pittura spazia dai grandi temi mitologici ai soggetti religiosi e storici, capace di esprimere i sentimenti e i drammi più profondi, guadagnandosi la stima e le commissioni da parte delle più importati corti dell’epoca.

Dopo un lungo periodo di scarsa considerazione, durato fino a inizio ‘900, quando la sua immagine non è stata riabilitata dal critico Roberto Longhi, oggi la Gentileschi è unanimemente riconosciuta come una delle maggiori interpreti dell’estetica seicentesca. Questa consapevolezza, unita alla rarità di vedere sue opere circolare sul mercato e allo straordinario stato di conservazione del dipinto, concorrono a determinare l’importante cifra con cui il quadro sarà presentato all’asta la prossima settimana.

Artcurial Artemisia Gentileschi Artemisia Gentileschi, Lucrezia, 1630 circa, stimato €600-800.000

Artemisia Gentileschi, Lucrezia, 1630 circa, stimato €600-800.000

ARTCURIAL

OLD MASTER  & 19th  CENTURY ART
13 novembre 2019,  18:00

Esposizione  8- 13 novembre

7 Rond-Point
des Champs-Élysées
75008 Paris

2 (40%) 2 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Wannenes
ARTCURIAL
PANDOLFINI
Lempertz | 7 dicembre
Il Ponte
Viscontea | 29 nov
Cambi Casa d'Aste