meeting art istituzionale
Pubblicato il: gio 11 Lug 2019
Print Friendly and PDF

Impressionisti segreti in mostra a Roma. Palazzo Bonaparte si candida a nuovo polo culturale della città

Pierre-Auguste Renoir Bougival , 1888 Olio su tela, 54x65 cm Collezione Pérez Simón, Messico

Pierre-Auguste Renoir
Bougival
, 1888
Olio su tela, 54×65 cm
Collezione Pérez Simón, Messico

Inaugurato il 9 luglio dopo un lungo restauro, Palazzo Bonaparte ospiterà l’attesa mostra sugli Impressionisti a partire dal 5 ottobre.

Nel nostro articolo del 5 maggio avevamo anticipato l’arrivo della mostra sugli Impressionisti nella Capitale riportando la nota diffusa da Arthemisia Group che annunciava “La più grande mostra sulla storia dell’impressionismo mai vista a Roma, in una sede che possiamo definire strepitosa”.

Alfred Sisley Tournant du Loing à Moret. Printemps , 1886 Olio su tela, 54,2x73,6 cm Collezione Pérez Simón, Messic

Alfred Sisley
Tournant du Loing à Moret. Printemps,1886
Olio su tela, 54,2×73,6 cm
Collezione Pérez Simón, Messic

Palazzo Bonaparte

Ecco dunque svelata la sede dell’attesissima mostra, che, al di là della rassegna dedicata agli Impressionisti, rappresenta per la città un nuovo polo di arte e cultura  grazie alla partnership tra Generali Italia e Arthemisia.

Riprendendo l’esperienza finora maturata da Valore Cultura – il programma pluriennale di Generali Italia nato nel 2016 per rendere l’arte e la cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio e che ha coinvolto finora 3,5 milioni di persone in 80 iniziative culturali –  lo scrigno barocco dal  rigore rinascimentale affiancherà a progetti prestigiosi come la prossima mostra, anche eventi culturali e didattici  con particolare attenzione alle famiglie e ai giovani. I numeri del resto parlano chiaro: finora il progetto Valore Cultura in giro per l’Italia ha coinvolto 20.000 ragazzi e studenti in laboratori e progetti culturali, offrendo oltre 80.000 accessi gratuiti. Probabilmente il piano nobile del palazzo sarà destinato a esposizioni prestigiose e quello superiore anche a promuovere l’arte di giovani emergenti.

Palazzo Bonaparte Courtesy Image Arthemisia

Palazzo Bonaparte
Courtesy Image Arthemisia

Con i suoi 3 secoli di storia e il suo splendido affaccio su Piazza Venezia il Palazzo è una testimonianza tangibile della storia della città. Dopo l’avvicendamento di varie famiglie romane, nel 1818 fu acquistato da Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone. La donna amava a tal punto questo prezioso gioiello barocco che decise  di viverci fino al sopraggiungere della morte nel 1836.

Palazzo Bonaparte - Inaugurazione Courtesy Image Arthemisia

Palazzo Bonaparte – Inaugurazione
Courtesy Image Arthemisia

Fu proprio lei a volere il famoso balconcino verde -ancora visibile dallo scorcio  tra Piazza Venezia con via del Corso- dal quale amava scorgere la vita cittadina quando era ormai impossibilitata ad uscire per l’avanzare dell’età. Opera dell’architetto Giovanni Antonio De Rossi, con i suoi circa 3 mila metri quadrati di mosaici , affreschi e stucchi, dal 1972 il palazzo è parte del patrimonio immobiliare di Generali e ora, dopo il restauro iniziato nel 2017 è pronto a scrivere nuove pagine della storia di questa città.

Berthe Morisot Devant la psyché , 1890 Olio su tela, 55x46 cm Collection Fondation Pierre Gianadda, Martigny, Suisse Photo Michel Darbellay, Martigny

Berthe Morisot -Devant la psyché,, 1890
Olio su tela, 55×46 cm
Collection Fondation Pierre Gianadda,
Martigny, Suisse
Photo Michel Darbellay, Martigny

La mostra

La mostra aprirà i battenti il 6 ottobre e presenterà oltre 50 opere provenienti dalle più importanti collezioni private del mondo, normalmente inaccessibili. Per questo si è pensato di intitolare la mostra ‘Impressionisti Segreti’: si tratta di opere per lo più mai concesse prima d’ora in prestito, di artisti quali Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot, Gonzalès, Gauguin e Signac. 

Claude Monet L’ile aux Orties , 1897 Olio su tela, 73,4x92,5 cm Photo Peter Schälchli, Züric

Claude Monet
L’ile aux Orties
, 1897
Olio su tela, 73,4×92,5 cm
Photo Peter Schälchli, Züric

Camille Pissarro Les grands hêtres à Varengeville, 1899 Olio su tela, 64,8x54 cm Collezione Pérez Simón, Messico

Camille Pissarro
Les grands hêtres à Varengeville, 1899
Olio su tela, 64,8×54 cm
Collezione Pérez Simón, Messico

Inaugurazione - Locandina della prossima mostra Courtesy Image Arthemisia

Inaugurazione – Locandina della prossima mostra
Courtesy Image Arthemisia

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Colasanti
Il Ponte
Bertolami | 10 sett
Cambi |istituzionale
Wannenes
WopArt 2019