meeting art istituzionale
Pubblicato il: mar 26 Mar 2019
Print Friendly and PDF

Aprirà al pubblico a Torino la casa studio di Carol Rama. Ospiterà l’archivio dell’artista scomparsa nel 2015

Carol Rama nella sua casa studio (foto Pino Dell'Aquila)

Carol Rama nella sua casa studio (foto Pino Dell’Aquila)

A promuovere il progetto la Fondazione Sardi per l’Arte, che ha acquistato la casa studio mettendola a disposizione, in comodato, all’Archivio Carol Rama

L’acquisizione consentirà di raccogliere ulteriori notizie, attraverso l’esame dei libri, dei materiali e dei documenti cartacei e fotografici presenti in un alloggio occupato per un’intera vita artistica”. Con queste parole il presidente dell’Archivio Carol Rama, Michele Carpano, commenta la notizia della prossima apertura al pubblico a Torino della casa studio di Carol Rama, la grande artista scomparsa a 97 anni nel 2015. Il nuovo spazio museale vedrà la luce entro la fine dell’anno nel cuore della città, in via Napione 15, grazie all’impegno e alla volontà della Fondazione Sardi per l’Arte, realtà nata nel 2014 spesso impegnata nel recupero di documenti e archivi d’artista.

Carol Rama nella sua casa studio (foto Pino Dell'Aquila)

Carol Rama nella sua casa studio (foto Pino Dell’Aquila)

Nel 2018 la fondazione ha acquistato la casa studio mettendola a disposizione, in comodato, all’archivio dedicato all’artista, affinché le memorie dell’artista potessero essere conservate, valorizzate e fatte conoscere al meglio. “Dopo decenni dedicati all’attività di galleria”, ha dichiarato la presidente della Fondazione Sardi per l’Arte Pinuccia Sardi, “ho sentito la necessità di concentrarmi su una dimensione più protetta per favorire e approfondire le ricerche di artisti e curatori e per indagare l’arte sia da un punto di vista storico che contemporaneo, locale come internazionale. Ho scelto la costituzione di una Fondazione dedicata all’arte seguendo gli interessi che già avevo avviato con l’attività della Galleria Carlina, e prima ancora con quella di Grafica Internazionale che mi hanno permesso, con oltre quarant’anni di lavoro e di esperienza, di approfondire la ricerca di artisti come Carol Rama della quale la Fondazione è oggi uno dei principali promotori”.

Carol Rama nella sua casa studio (foto Pino Dell'Aquila)

Carol Rama nella sua casa studio (foto Pino Dell’Aquila)

3 (60%) 1 vote

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Cambi |istituzionale
Colasanti
Il Ponte
WopArt 2019
Wannenes
Bertolami | 10 sett