meeting art istituzionale
Pubblicato il: lun 07 Gen 2019
Print Friendly and PDF

Pausa: il primo punto vendita della catena “made in italy” apre a Milano

Perché esistono catene americane di pizza o di cibo tipico italiano e non catene italiane di cibo tipico italiano? Questo è un interrogativo importante soprattutto perché nel mondo attuale per convincere i consumatori è necessario offrire cibo di qualità. Chi è meglio di noi italiani nel realizzare cibi tipici della nostra tradizione? Per noi italiani la colazione, il pranzo e la cena non sono solo un modo per rifocillarci, ma esperienze centrali della nostra cultura. La pausa pranzo è un momento per dedicarci a noi, agli amici, al pensare, al ridere. Non significa soltanto staccare dal lavoro o dallo studio ma ha un significato culturale: dare spazio a noi, assaporare a pieno il cibo della tavola, dare importanza alle persone con le quali trascorriamo quel tempo e pensare alla nostra vita privata.

La cucina italiana è famosa in tutto il mondo perché è l’esito di contaminazioni tra popoli di lingua e cultura diversa. Nei secoli ci siamo dedicati alla preparazione di piatti sempre più buoni e sfiziosi. Così un giorno a Marco Cattaneo è venuto in mente di creare “Pausa” un format che raggruppasse tutto il meglio del cibo italiano. Pausa nasce a Hong Kong nel 2013 con un temporary restaurant, proponendo pizza, pasta, gelato e caffè selezionando piccoli produttori artigianali italiani, e il “break” italiano piace subito. “Simple, easy, fun, healthy, artisanal and sustainable”.

Qualche giorno fa è stato lanciato il primo “Pausa” europeo in Via Cesare Correnti 28. Questo format è nato per l’estero, in altre parole è un modo per fare conoscere al mondo la “Pausa italiana”. Come sostiene Piero Bassetti nel suo libro “Svegliamoci italici! Manifesto per un futuro glocal”, è necessario creare dei progetti imprenditoriali che abbiano la forza di fare conoscere la cultura italiana nel mondo, così da offrire prodotti di qualità che siano veramente buoni e sani e che non abusino della definizione di “italiani” mentre offrono solo cibo scadente. Cattaneo, il titolare, ha detto “La dieta mediterranea è un modello nutrizionale riconosciuto nel 2010 dall’UNESCO come bene protetto e inserito nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità: ecco perché quando ci siamo trovati in Asia, abbiamo pensato di proporre un modello di ristorazione che la rispettasse, perfetto anche per chi dispone solo di una pausa veloce. Vogliamo esportare la nostra mediterraneità ma con un format italiano, improntato all’internazionalità, fino ad oggi proposto all’estero quasi interamente da operatori stranieri”.

Ecco cosa offre Pausa
Pasta in Box: pasta fresca in tre tipologie (lunga, corta, ripiena) e con diversi sughi tra classici (pomodoro, arrabbiata, burro e salvia), deliziosi (pesto, ragù) e tentazioni (cacio e pepe, salsa di noci, funghi porcini). Pizza: lunga (da circa 33 cm, da condividere), al trancio o alla romana con 48 ore di lievitazione. Caffè: si è scelto un piccolo produttore a km zero, COfficina, che valorizza il caffè, come vuole il mercato oggi. Gelato: si è scelto di ricreare quell’atmosfera internazionale con il gelato espresso, che risulta più leggero, divertente e digeribile del classico.

Il design di Pausa
L’architetto Roberto Ulzi racconta come si sia ispirato al nome per disegnare gli spazi: “Ho voluto ricreare degli ambienti in cui ricavarsi una Pausa nell’intensità della vita quotidiana, che dessero la sensazione di un ritmo più tranquillo nella frenesia delle metropoli (a partire da Milano per sbarcare in tutto il mondo). Per questo ho voluto dedicare degli spazi importanti alle persone. E in più, giocando con tratti autentici e materiali caldi, ricreare quella genuinità tipica delle trattorie, mantenendo però un ambiente che guarda all’estero: una Little Italy in Pausa”. Una linea semplice e minimale, che metta a proprio agio chi viene da Pausa. Un locale a più velocità: dall’ingresso, per chi ha una breve pausa, con sgabelli veloci, fino alla parte più profonda del locale, dedicata unicamente alla lettura, con tanto verde pensile. Quindi uno spazio semplice, easy ma accogliente, in modo da contenere un prodotto di ristorazione ampio, che va dalla colazione alla cena, con la stessa calda accoglienza con cui un italiano all’estero potrebbe accogliere un connazionale. Gli orari di Pausa: 7.30-22 lun-gio no stop 7.30-24 ven e sab no stop Domenica chiuso

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Wannenes
PANDOLFINI
Bertolami | 10 lug
Cambi |istituzionale
WopArt 2019
Il Ponte