meeting art istituzionale
Pubblicato il: lun 23 Feb 2015
Print Friendly and PDF

Torna Charlie Hebdo. C’est reparti! 2,5 milioni di copie per la libertà d’espressione

“C’est reparti!” Torna in edicola Charlie Hebdo. Il settimanale satirico ricomincia la pubblicazione dopo 6 settimane di “pausa” e riorganizzazione editoriale post attentato islamista dello scorso 7 gennaio. Sarà il secondo numero della rivista dopo le fanatiche follie omicide d’inizio anno. Nel primo, numero speciale di 5 milioni di copie uscite una settimana dopo, presenziava in copertina un Maometto fallico su sfondo verde islam con i testicoli-turbante sovrastati da un “Tout est pardonné”.

Per questa nuova puntata il “journal irresponsable” esce con 2,5 milioni di copie (50 mila la tiratura prima dell’attentato) e copertina a sfondo rosso con caricature animalesche-canine (“animali irresponsabili e sottomessi. L’irresponsabile è Charlie, sottomessi sono tutti gli altri che ci corrono dietro” spiega il vignettista Luz – firma della copertina) di Nicolas Sarkozy, Marine Le Pen, Papa Francesco con la BFM business radio che spunta dalla mitra e l’immancabile jihadista dipinto come un cagnaccio nero con in bocca un kalashnikov e la tipica bandana in fronte. Tutti ad inseguire il cagnetto bianco con Charlie Hebdo tra le fauci.

Numero 1179. “Si ricomincia!”

Torna Charlie Hebdo

Torna Charlie Hebdo, C’est reparti!

Charlie Hebdo

CharlieHebdo numero speciale. In copertina Maometto: Je suis Charlie

Charlie Hebdo

Le pere, le fils, le saint esprit

Charlie Hebdo

Le coran c’est de la merde

5 (100%) 3 votes

Autore

- Giornalista, ha studiato filosofia estetica e storia dell'arte presso l’Università degli Studi di Milano


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Cambi Casa d'Aste
Wannenes
Cambi
Bertolami | 20 giu
Maison Bibelot
WopArt 2019