meeting art istituzionale
Pubblicato il: lun 30 Giu 2014
Print Friendly and PDF

Da Sotheby’s un lampadario gotico simile a quello dei Coniugi Arnolfini

SOUTH NETHERLANDISH OR GERMAN, PROBABLY DINANT OR NUREMBERG, LATE 15TH CENTURY KAPELLENKRONE (TABERNACLE CHANDELIER) seven of the eight arms of the lower tier numbered 1 to 7 using a ring and dot numeric system, the supporting slots affixed to the matrix numbered correspondingly copper alloy, with a central iron rod and metal pins 110 by 92cm., 43 1/4  by 36 1/4 in. overall. Estimate    200,000 — 300,000 GBP

SOUTH NETHERLANDISH OR GERMAN, PROBABLY DINANT OR NUREMBERG, LATE 15TH CENTURY
KAPELLENKRONE (TABERNACLE CHANDELIER)
seven of the eight arms of the lower tier numbered 1 to 7 using a ring and dot numeric system, the supporting slots affixed to the matrix numbered correspondingly
copper alloy, with a central iron rod and metal pins
110 by 92cm., 43 1/4 by 36 1/4 in. overall.
Estimate 200,000 — 300,000 GBP

10 luglio 2014, Londra

E’ attesa per il prossimo 10 luglio a Londra la vendita di Sotheby’s dedicata alle sculture e alle opere d’arte dei maestri antichi. E tra i top lot spicca uno straordinario lampadario gotico, databile agli ultimi decenni del XV secolo e molto simile a quello appeso nella stanza dipinta da Jan van Eyck diventata scenario del matrimonio dei Coniugi Arnolfini, opera conservata alla National Gallery.

Probabilmente realizzato a Dinant, nel Sud dei Paesi Bassi, o a Norimberga, nella Germania meridionale – due dei più importanti centri di produzione di metallo in Europa – questo lampadario è un esemplare molto raro, che Sotheby’s ha valutato £200.000-300.000.

Jan Van Eyck, I Coniugi Arnolfini, 1434, National Gallery Londra

Jan Van Eyck, I Coniugi Arnolfini, 1434, National Gallery Londra

Al centro del tabernacolo si nota una piccola statuetta della Vergine Maria, Regina del cielo. Dal tabernacolo poi partono due ordini di bracci, dotati di candelabri e padelle di gocciolamento. Immaginandolo acceso, l’effetto è fortemente suggestivo. Si tratta di un lampadario di grande valore, gusto e prestigio, un oggetto che solo i più ricchi cittadini potevano permettersi.

Spesso i lampadari sono stati indicati come regali di nozze e questo spiegherebbe la presenza del bellissimo esemplare nella scena dipinta da Van Eyck raffigurante le nozze di Giovanni di Nicolao Arnolfini.

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Bertolami | 10 sett
Colasanti
WopArt 2019
Wannenes
Il Ponte
Cambi |istituzionale