Meeting Art
Pubblicato il: gio 09 Ago 2018
Print Friendly and PDF

La prima mostra completa su Banksy in Italia. A Visual Protest, al MUDEC di Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

70 opere di Banksy per la prima volta di una personale (completa) di uno dei più grandi artisti contemporanei in Italia. Ovviamente del tutto unofficial e (giustamente) criticata da Banksy stesso (dal suo sito ufficiale: Banksy non è su Facebook, Twitter e non è rappresentato da Steve Lazarides o da qualsiasi altra galleria). Contro ogni tipo di mercificazione. Opere sì, ma anche oggetti, fotografie e video di alcuni dei murales realizzati dall’artista in giro per il mondo. Dal 21 novembre 2018 al MUDEC di Milano.

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

La mostra si articolerà attraverso quattro sezioni che portano ad una riflessione critica su quale sia (e quale potrà essere) la collocazione di Banksy in un contesto più generale della storia dell’arte. Obiettivo: illustrare il lavoro dell’artista con uno sguardo retrospettivo, fornendo ai visitatori le chiavi di lettura dell’opera di Banksy attraverso un percorso a suo modo accademico e insolito, per la prima volta in un museo.

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

La figura di Banksy è avvolta in un alone di mistero che, per scelta e per necessità, si autoalimenta e definisce i tratti di un mito dei nostri tempi. La sua protesta visiva coinvolge un vastissimo ed eterogeneo pubblico e ne fa uno degli artisti più conosciuti e amati dalle giovani generazioni. Queste non si interrogano troppo, come del resto l’artista stesso, su questioni quali complessità del linguaggio o implicazioni più o meno alte rispetto al dibattito artistico contemporaneo. A loro, e a lui, interessa la vita.

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Ma a fronte di questa empatia tra Banksy e un pubblico giovane e generalizzato, qual è la tendenza della critica e del mercato, fattore oggi più che mai determinante per l’arte contemporanea, nei confronti dell’artista inglese? La prima è divisa: tra favorevoli e contrari la maggior parte sembra essere in attesa di comprendere meglio quale possa essere la sua collocazione nella storiografia dell’arte. Reiterando le sue dichiarazioni d’amore per i graffiti, Banksy ha scritto delle parole che spesso vanno oltre una valutazione estetica (non sarebbe da lui) o un programma d’intenti, ma in cui si legge una presa di posizione decisa contro il sistema dell’arte contemporanea.

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Il mercato d’altro lato reagisce naturalmente in modo rapace e i lavori di Banksy cominciano a interessare i grandi mercanti e a entrare nelle case di collezionisti importanti e di tendenza. Se l’artista sembra voler continuare a resistere al virus dell’omologazione capitalista dell’arte, il valore delle sue opere è in crescita esponenziale costante, creando un corto circuito ulteriore intorno a Banksy, che si aggiunge a quelli che già avvolgono la sua figura quasi leggendaria.

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

Banksy Mudec Milano

4.2 (84%) 5 votes

Autore

- Classe 78. Laureato in Scienze dei Beni Culturali all'Università degli Studi di Milano


Commenta con Facebook

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Noemi Angehrn ha detto:

    Le triple jeu de l’art contemporain!

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Pubblicità

WANNENES
Gotha
Il Ponte
Pandolfini
Eberhard
Artcurial
Il Ponte
Cambi Casa d'Aste
Aste Boetto