Meeting Art
Pubblicato il: gio 17 mag 2018

Lontane ma vicine. Merano e Palermo si incontrano in una mostra che unisce l’Italia

Same same but different © ICF_0662 web

Same same but different © ICF_0662 web

Aldilà dei confini. Merano e Castelbuono (Palermo), geograficamente poli opposti, aprono una collaborazione per riflettere sulle dinamiche socioculturali e antropologiche che si manifestano dall’Alto Adige alla Sicilia. La collettiva Same same but different lega due istituzioni che si trovano nelle regioni più a nord e più a sud dell’Italia: Merano Arte dal 21 aprile all’8 luglio 2018 e il Museo civico di Castelbuono (Palermo) dal 7 maggio al 22 luglio 2018. I sei artisti, Claudia Barcheri, Ingrid Hora, Loredana Longo, Christian Martinelli, Ignazio Mortellaro, Studio ++, si sono concentrati sul dibattito sociale contemporaneo che oggi interessa non solo l’Italia, ma l’Europa e il Mediterraneo.

Same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

Le due mostre a cura di Laura Barreca e Christiane Rekade suddividono tre artisti per regione ed hanno come obiettivo di sottolineare come in Italia, tra l’Alto Adige e la Sicilia si possano manifestare dinamiche che si riflettono su scala europea. Integrazione, esclusione, accoglienza gerarchie culturali ed identitarie. Riflettono su quale identità sia possibile disegnare in Europa e nelle sue nazioni, quale sia il vero significato del concetto di “confine” e di “nazione” e per quanto riguarda il contesto italiano quali siano ancora le differenze tra Nord e Sud e quale la loro dimensione culturale.

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

Il titolo Same same but different, in Italiano “uguale uguale, ma diverso” vuole far riferimento al concetto di appartenenza ad una comunità. I lavori presentati in mostra, infatti, riflettono le esperienze che gli artisti hanno affrontato a Merano e a Castelbuono entrando in contatto con i diversi territori e con chi li abita.

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

Claudia Barcheri (Brunico, 1985) realizza un gruppo di lavori a partire dal logo sul retro dei documenti “Repubblica Italiana”, scelto per il suo riferimento ai temi dell’appartenenza, dell’identità ma anche a una dimensione autobiografica; per Same same but different l’artista ricostruirà il logo con dei materiali plastici lavorati come dei rilievi, che metterà in dialogo con gli spazi espositivi dei due musei.

Ingrid Hora (Bolzano, 1976) ropone un lavoro in cui elementi folcloristici, storici e sociali sono trasposti in rappresentazioni visuali e performance, riallacciandosi alla figura tradizionale altoatesina delle “mungitrici” e all’attuale adozione a Castelbuono di asinelle, anch’esse legate alla civiltà contadina.

Loredana Longo (Catania, 1967), si interroga attraverso il lavoro appositamente pensato per la mostra “NOI/LORO, LORO/NOI” sull’alterità, sulla contrapposizione costantemente presente tra un “noi” e un “loro” che implica una differenza, sia di carattere geografico, sociale, politico, di genere o anagrafico.

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

Christian Martinelli (Merano, 1970) proporrà un progetto che l’ha visto percorrere tutte le coste italiane con una gigantesca macchina fotografica di alluminio creata da lui stesso. La serie di immagini ottenute con questo procedimento ci restituisce una visione dei confini non tanto in qualità di luoghi geografici ma piuttosto come impressioni poetiche e quasi astratte.

Ignazio Mortellaro (Palermo, 1978) proporrà una riflessione sul concetto di misurazione, a partire dal recupero di sistemi precedenti all’importazione del sistema metrico e strettamente legati al corpo e differenti in ogni regione. Egli indaga così, considerando la standardizzazione dei sistemi di misurazione come esito dell’unità d’Italia, i significati di unità e unificazione.

Studio++, collettivo artistico di base a Firenze, propone invece una declinazione di un progetto nato come opera web, immateriale: Navigare è infatti una ripresa in diretta dalla prua di una nave da crociera intercontinentale, catturata da una web-cam e diffusa su internet. L’opera, che intende proporre una riflessione sulla navigazione come strumento e metafora di conoscenza, si “materializza” per la prima volta all’interno di in un contesto museale.

La mostra al Museo Civico di Castelbuono fa parte delle iniziative di Palermo Capitale della Cultura italiana 2018 ed è un evento collaterale di Manifesta 12, Biennale Europea d’Arte Contemporanea.

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

same same but different

Same same but different © ICF_0662 web

Informazioni utili

Same same but different
Merano Arte – Edificio Cassa di Risparmio (Portici, 163)
21 aprile – 8 luglio 2018

Museo Civico di Castelbuono (Palermo)- Castello dei Ventimiglia, Piazza Castello
7 maggio – 22 luglio 2018

Orari
Martedì – Sabato: 10.00 – 18.00
Domenica e giorni festivi: 11.00 – 18.00
Lunedì chiuso.

Ingresso:
Intero: € 6,00
Ridotto (Over 65, guestcard..) € 5,00
Studenti fino a 26 anni: € 2,00
Bambini fino a 14 anni: gratis
18 maggio: Giornata internazionale dei musei, ingresso gratuito per tutti

www.museocivico.eu

www.kunstmeranoarte.org 

Lontane ma vicine. Merano e Palermo si incontrano in una mostra che unisce l’Italia

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pandolfini
Cambi Casa d'Aste
Finarte
Il Ponte
Bertolami Fine Art
Curio Firenze
WANNENES
Maison Bibelot
Eberhard
Casa d'Aste Blindarte