Meeting Art
Pubblicato il: gio 12 apr 2018

Marcia indietro per Sotheby’s: tornano i diritti sulle vendite solo online

no-buyer-premium-sothebys-marcia-indietro

Sono passati solo pochi mesi da quanto Sotheby’s  aveva annunciato di aver eliminato i diritti d’asta sulle vendite online, così da attrarre ancora di più nuovi clienti tramite questo nuovo canale. Ora però la casa d’aste ha rivisto questa misura e ilbuyer premium” è  stato rimesso anche sulle vendite online, per cercare di trarre maggior profitto dalla costante crescita di questo settore di mercato. “E’ stata una misura unica per tutti che avrebbe potuto limitare la flessibilità” ha dichiarato il direttore Ted Smith al Financial Times.

Le vendite solo online di Sotheby’s sono sicuramente una parte minoritaria del proprio mercato online, per un valore inferiore ai  $16milioni nel  2017 (1% del loro turnover), ma pare che siano un mezzo vitale per portare nuovi clienti: lo scorso anno il 53% dei nuovi bidders online erano nuovi compratori e Sotheby’s ha svolto 36 vendite solo online, un 16% in più rispetto all’anno precedente. Il prezzo medio in queste aste online è andato però crescendo, raggiungendo i $10,000 nel  2017.

Insistere però a non porre un buyer premium non ha alcun senso” ha affermato il CEO Tad Smith “dato che stiamo dividendo i patrimoni in pezzi diversi” , giustificando tale reintroduzione con il prezzo crescente delle varie eredità. Quando Sotheby’s organizza infatti la vendita di un intero estate di un singolo collezionista, solitamente alcuni lavori vengono battuti nell’asta live, mentre quelli con prezzo medio o con valore minore spesso possono esser venduti online.  Dal 1 aprile lo staff di Sotheby’s International avrà così la possibilità di decidere se applicare o meno il  buyer premium in queste aste.asotheby's-online

L’ultimo risultato di Sotheby’s del quarto trimestre mostrava una crescita del 7 % per un totale di  $76.7 milioni e un valore totale delle vendite per l’anno di $5.5 miliardi. Christie’s, la grande casa d’asta rivale di Sotheby’s, continua però a batterla nelle vendite, con un valore totale che per il  2017 è stato di  $6.6 miliardi.

Autore

- Elisa Carollo è laureata in Marketing & Management delle arti all’università IULM di Milano. Animata da una grande passione per l’arte contemporanea e con un forte interesse per il suo mercato ma anche per politiche culturali che attribuiscono all’arte un ruolo chiave nello sviluppo e innovazione della società, aspira a farsi strada, con costanti studi e esperienze, nel sistema dell’arte internazionale. Collabora con ArtsLife per contenuti editoriali su tali tematiche


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Il Ponte
IL PONTE
Eberhard
Maison Bibelot
Colasanti Casa d'Aste
Cambi Casa d'Aste
FOTOGRAFIA EUROPEA 2018
Artcurial
Hammer Partners
WANNENES