Meeting Art
Pubblicato il: ven 06 ott 2017
Stampa/PDF/Email

Valerian e la città dei mille pianeti, Luc Besson sul crinale dello scult

Valerian e la città dei mille pianeti

Valerian e la città dei mille pianeti, Luc Besson aggiunge un nuovo ambiziosissimo tassello alla sua filmografia discontinua.

È arrivata al cinema la nuova pellicola di fantascienza di Luc Besson: “Valerian e la città dei mille pianeti”. Il film europeo più costoso della storia.
Il maggiore Valerian e il sergente Loreline sono stati inviati nello spazio dal governo degli umani per mantenere l’ordine nell’universo, ma durante una missione si imbattono nella città Alpha in cui qualcosa sta mettendo a dura prova la serenità dei suoi abitanti.
Tratto dal fumetto di Pierre Christin “Valerian e Loreline”, il film è action movie che miscela innovazione tecnologica e scene spettacolari.
I due protagonisti sono interpretati rispettivamente da Dan Dehaan (La Cura Del Benessere) e Cara Delevingne (Suicide Squad), quest’ultima diventata famosa soprattutto per la sua carriera da fotomodella. I due rappresentano la classica coppia “cane e gatto”, che da sempre è la formula di successo per imporre una buona coppia sullo schermo (grande o piccolo che sia) dai fratelli di Spy Kids ai protagonisti della saga di Harry Potter e a ritroso possiamo passare per Moonlighting fino a Accadde una notte.
Valerian e la città dei mille pianetiSiamo nel 2740 e la città di Alpha, oltre a essere una rivisitazione in chiave fantasy della Repubblica di Platone, è un vero e proprio esperimento scientifico in cui vengono messe alla prova le tre dimensioni. Questa bio-città si trova nello spazio e fa parte di un nuovo tipo di Universo la cui illimitatezza viene sostituita dalla presenza di “quattro angoli”.

Valerian e la città dei mille pianeti è un campo minato di cliché, con qualche accento sdolcinato qui e là snocciolato con aforismi sulla vita e sull’amore. Tuttavia ciò che lo rende unico nel suo genere è quella vena posh che rende a suo modo la storia accattivante. Resta un film in bilico tra il promosso e bocciato, ambiziosissimo: spettacolare quanto, forse, troppo vuoto.

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Bertolami Fine Arts
Aste Boetto
Eberhard
Artcurial
Il Ponte
Pandolfini
TAJAN October 2017 Orient
Wannenes
Cambi Casa d'Aste
Babuino
IL PONTE Ottobre 2017 Moderni