Meeting Art
Pubblicato il: gio 06 lug 2017
Stampa/PDF/Email

Dal ritratto di Sissi al record di Vedova. Risultati I semestre 2017 Dorotheum

Nel primo semestre 2017 da Dorotheum a Vienna sono stati realizzati alcuni prezzi record per opere dei diversi settori che tratta. Lo scorso 27 aprile, durante l’asta dedicata ai Dipinti dell’Ottocento, un ritratto di Sissi ha fatto 1,54 milioni di Euro, il miglior prezzo mai ottenuto da Dorotheum per un dipinto in questo settore. Era il regalo di fidanzamento della futura Imperatrice Elisabetta d’Austria ed era stato realizzato da Carl Theodor von Piloty e da Franz Adam (leggi qui la storia). I 792.500 Euro battuti per l’opera del 1959 di grande formato “Tensione” di Emilio Vedova nell’asta di Arte Contemporanea del 31 maggio 2017 ha invece segnato il nuovo record mondiale per l’artista.

Carl Theodor von Piloty (1826 - 1886) e Franz Adam (1815 - 1886) Elisabetta d'Austria, la futura sposa a cavallo di fronte al Castello Possenhofen, 1853, olio su tela, 128 x 108 cm, prezzo realizzato € 1.540.000

Carl Theodor von Piloty (1826 – 1886) e Franz Adam (1815 – 1886) Elisabetta d’Austria, la futura sposa a cavallo di fronte al Castello Possenhofen, 1853, olio su tela, 128 x 108 cm, prezzo realizzato € 1.540.000

Emilio Vedova record asta

Emilio Vedova (Venezia 1919–2006) Tensione, N 4 V, 1959, firmato, datato e intitolato Emilio Vedova / Tensione 1959 N. 4. V sul verso, olio su tela, 145,5 x 196 cm, prezzo realizzato € 792.500Emilio Vedova (Venezia 1919–2006) Tensione, N 4 V, 1959, firmato, datato e intitolato Emilio Vedova / Tensione 1959 N. 4. V sul verso, olio su tela, 145,5 x 196 cm, prezzo realizzato € 792.500

Tra gli altri risultati di spicco si segnalano: nell’asta del 25 aprile 2017, una delle migliori aste di Dipinti Antichi nella storia di Dorotheum, un capolavoro del primo Rinascimento fiorentino, “La battaglia di Farsalo” di Apollonio di Giovanni, ha raggiunto 674.000 Euro. Il pannello era originariamente la parte anteriore di un cassone nuziale. Una coppia di ritratti della Scuola di Anversa, magistralmente dipinti e raffiguranti un uomo e una donna, è stata aggiudicata a 466.600 Euro.

Un piccolo miracolo, proprio nel vero senso della parola, per la scultura di Marino Marini; raffigurante un bizzarro cavaliere che sembra cadere dal cavallo, il “Piccolo Miracolo” è stato aggiudicato a 405.600 Euro. Per l’Arte Moderna, grande successo e risultati eccellenti anche per l’arte austriaca, come Carl Moll (Praterszene, € 247.000), Alfons Walde („In Tirol“, € 198.200) e Albin Egger-Lienz („Ruhender Hirte“, € 186.000), venduti molto al di sopra delle loro stime.

marino-marini

Marino Marini * (Pistoia 1901–1980 Viareggio) Piccolo Miracolo, 1955–56, monogrammato M. M., bronzo, 45 x 44,2 x 14,4 cm, Edizione di 7 esemplari Prezzo realizzato** EUR 405.600 ,- USD 460.000 ,- Stima EUR 220.000 ,- a 320.000 ,- USD 249.500 ,- a 363.000

Molta richiesta e successo per l’arte informale, focus dell’asta: l’opera materica e pastosa “Composition“ di Nicolas de Stael del 1950 ha raggiunto 405.600 Euro, “Vegetaux“ (1957) di Jean Fautrier 295.800 Euro. Eccezionale risultato anche per “Study for Homage to the Square: Earthen I” del 1955 di Josef Albers aggiudicato a 515.400 Euro.
Le auto d’epoca proposte da Dorotheum sono sempre al top: nell’asta del 24 giugno una Horch 853 Sport cabriolet del 1938 è stata aggiudicata per quasi 500.000 Euro.

Organizzata in più sessioni, l’asta dedicata alla collezione d’arte e oggetti decorativi di diverse epoche, appartenute al leggendario mercante d’arte viennese Reinhold Hofstätter, è stata un grande successo. Lo scorso anno è stato fatto l’inventario del Castello Schwallenbach e nella primavera del 2017 è stata esitata con grande successo una prima parte di oggetti e opere, su un totale di 600 lotti, facenti parte della collezione e provenienti sia dall’abitazione privata che dai negozi di antiquariato di Hofstätter. Nell’autunno 2017 verranno proposti gli oggetti di Jugendstil, che svelano una parte meno conosciuta della sua collezione.

Nell’asta di libri del 28 giugno è stata proposta un‘ assoluta rarità: la prima edizione a colori di un’opera fondamentale dell’anatomia moderna pubblicata nel 1543, “De humani corporis fabrica libri septem” di Andrea Vesalius, professore medico a Padova, è stata aggiudicata a 367.237 Euro, un risultato eccezionale ed è il prezzo più alto mai raggiunto per un libro da Dorotheum.

SCARICA QUI IL PDF CON TUTTI I TOP LOT DEL SEMESTRE

www.dorotheum.com

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Eberhard
Il Ponte