Pubblicato il: mer 16 ott 2013
Print Friendly and PDF

La collezione dei celebri antiquari fiorentini Bartolozzi in asta a Londra

BARTOLOZZI, FIRENZE
Quattro Generazioni di ANTIQUARI dal 1887

Il 14 novembre 2013 Christie’s offrirà all’asta la prestigiosa collezione dei celebri antiquari fiorentini Bartolozzi. Fondata nel 1887 a Firenze da Guido Bartolozzi, questa storica galleria si è affermata grazie alla visione, al talento e al lavoro di quattro generazioni della famiglia Bartolozzi, divenendo un nome notissimo nell’ambiente dei collezionisti e dei mercanti d’antichità del mondo intero. I locali del negozio di via Maggio 18 Rosso e le sale espositive dell’adiacente Palazzo Michelozzi, acquistato dal fondatore nel 1920, hanno accolto visitatori illustri mantenendo una reputazione rimasta immutata nel corso di oltre 120 anni. Meta imprescindibile per i più esigenti conoscitori internazionali, la galleria Bartolozzi ha sempre occupato una posizione preminente nelle principali fiere italiane d’antiquariato.

Spaziando dal XV al XIX secolo, la eclettica selezione di 115 lotti presentati all’asta da Christie’s include opere d’arte, mobili e oggetti antichi fra i più rari e raffinati con stime comprese tra le 1.000 e le 80.000 sterline.

Massimo Bartolozzi: “Dopo quattro generazioni e 126 anni di successi ho deciso di lasciare, attraverso questa vendita, un’eredità: quella di una azienda e di una famiglia italiana il cui nome ha rappresentato professionalità, correttezza e accoglienza. La scelta di offrire la mia collezione presso la prestigiosa casa d’aste Christie’s a Londra è dettata dalla convinzione che tale piazza costituisca l’epicentro del mercato antiquariale e sia, pertanto, capace di attrarre una platea ampia e internazionale di compratori”.

Un’immagine d’epoca della galleria antiquaria della famiglia Bartolozzi
Palazzo Michelozzi, Via Maggio 18 Rosso, Firenze

Nel 1887, anno della fondazione della galleria Bartolozzi, Firenze era la capitale indiscussa dell’antiquariato europeo e tale rimase fino al volgere del secolo scorso. In questo arco di tempo, quattro generazioni della famiglia Bartolozzi si sono succedute alla guida di un’attività che li ha resi i più importanti mercanti fiorentini, distinguendosi non solo per la grande qualità delle opere, dei mobili e degli oggetti proposti, ma anche per il gusto e l’intelligenza con cui hanno saputo presentarli attraversando le mode e i cambiamenti di stile che si sono succeduti nel corso dei decenni.

Fin dagli inizi, la ditta di Guido Bartolozzi divenne un luogo d’elezione per tutti i facoltosi collezionisti che soggiornavano a Firenze. Tra questi si conta anche Frederick Stibbert che il 29 aprile 1904 acquistava “due quadri antichi Persiani con cornice”, come si legge nella fattura rilasciata dall’antiquario stesso.

Enrico Colle, Soprintendente del Museo Stibbert, Firenze: “Con la vendita all’incanto della ricca collezione Bartolozzi, Firenze ritorna capitale dell’antiquariato e tutti coloro che andranno a visitare l’esposizione e a partecipare all’asta avranno la sensazione di ritornare a quell’età dorata in cui si acquistavano capolavori in grado di evocare nella propria abitazione le suggestioni provate durante le visite ai musei e ai palazzi italiani”.

Benedetto Di Michele Squilli (Attivo 1555-1588)
Arazzo italiano tardo-rinascimentale
da un cartone di Giovanni Stradano (Bruges 1523 – Firenze 1605)
Firenze, 1568 circa
Stima: £70.000-100.000

Tra gli arredi acquistati dai Bartolozzi durante il Novecento si conservano vere e proprie meraviglie dell’intaglio e dell’ebanisteria eseguite nei vari regni della penisola dai migliori artigiani al servizio delle corti e dell’aristocrazia: stipi in ebano e pietre dure, tavoli da muro intagliati e dorati, cassettoni e scrivanie abbellite da raffinate impiallacciature e da preziose applicazioni in metalli dorati, stoffe e una varietà infinita di oggetti rari destinati alla felicità dei più esigenti collezionisti.

Tutte queste opere testimoniano la competenza e il gusto di Guido Bartolozzi – già presidente dell’Associazione Antiquari d’Italia dal 1986 al 1995 e segretario della Mostra Mercato Internazionale di Palazzo Strozzi per ben vent’anni, dal 1981 al 2001 – e del figlio Massimo. Quest’ultimo ha saputo accrescere notevolmente la galleria di famiglia con sempre nuovi arredi e oggetti, orientando di volta in volta il gusto dei suoi scelti clienti verso tutte quelle preziosità artistiche che il genio degli artigiani e degli artisti italiani ha prodotto dal XVI secolo fino all’Ottocento.

Tondo in legno policromo e dorato
Venezia, XIV secolo
Stima: £30.000-50.000

Asta:
Christie’s Londra – 8 King Street, St James’s
Giovedì 14 novembre 2013, ore 10,30
Esposizioni:
Christie’s Londra – 8 King Street, St James’s
Domenica 10 novembre, ore 14.00-17.00
Lunedì 11 novembre, ore 9.00-16.30
Martedì 12 novembre, ore 9.00-20.00
Mercoledì 13 novembre, ore 9.00-16.30

Commenti

commenti

Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pubblicità

Pubblicità