Print Friendly and PDF

Christie’s annulla la vendita di Dubai di arte mediorientale

Christie's Dubai

Christie's Dubai

Christie’s ha annullato la sua vendita annuale di arte mediorientale a Dubai per il 2020. La motivazione ufficiale? Un “nuovo formato di asta” per il 2021 con un numero ridotto di opere e un mercato “più mirato”.

La vendita doveva tenersi il prossimo marzo. Dopo 15 anni di aste a Dubai, Christie’s ora cambia strategia. Ne terrà una sola durante il 2020 – di orologi, l’11 aprile – con un’anteprima dei top lot delle vendite di Londra a marzo in coincidenza con la fiera Art Dubai. Si terranno anche aste di beneficenza ad Abu Dhabi e in Arabia Saudita alla fine del mese di gennaio.

La casa d’aste ha infatti deciso di concentrarsi su un’importante vendita di arte mediorientale nel 2020 a Londra il prossimo ottobre.  Già nel 2017 aveva spostato l’edizione autunnale dell’arte moderna e contemporanea mediorientale a Londra, al fine di “internazionalizzare” il mercato.

Probabilmente la mancanza di offerta e l’instabilità della regione hanno influenzato la decisione. Secondo la maison tenere una vendita all’anno di arte moderna e contemporanea mediorientale a Londra è il modo migliore, per il momento, per soddisfare le esigenze dei collezionisti e del mercato più ampio.

Commenta con Facebook