meeting art istituzionale
Pubblicato il: gio 31 Ott 2019
Print Friendly and PDF

Gli aerei di Boetti volano su Torino con le ‘Arti del Novecento’ di Bolaffi

Dalle opere di Alighiero Boetti al Design di Gio Ponti passando per gli scatti di Nobuyoshi Araki e le litografie di Joan Mirò: il prossimo appuntamento con l’asta di Arti del Novecento del 6 novembre da Aste Bolaffi a Torino offre un catalogo di oltre 550 opere provenienti da collezioni private.

Arte italiana e internazionale del XX secolo storicizzato nelle sue principali espressioni ― dalla fotografia e il design alla pittura e i multipli ― con alcune incursioni nel XXI secolo. Top lot del catalogo due importanti lavori di Alighiero Boetti: il grande arazzo “1978”, opera iconica dell’ultimo anno dell’avventura in Afghanistan, di un blu notte profondo illuminato dai tanti colori del suo alfabeto in cui, dall’alto al basso, da destra a sinistra, si leggono in lettere tutte le combinazioni numeriche possibili per scrivere la data di creazione dell’arazzo stesso, un profetico 1978 (lotto 503, stima 165.000-200.000 euro). La seconda opera è “Aerei” (1979 circa), summa di due importanti produzioni dell’artista, le biro e gli aerei: un trittico con una esplosione di aerei sullo sfondo di un cielo/mare di onde d’inchiostro blu (lotto 523, stima 145.000-165.000 euro).

ALIGHIERO BOETTI

Il capitolo Arte moderna e contemporanea vanta un’opera tarda ma molto significativa della produzione di Carol Rama: “On the road”, 2003 (lotto 491, stima 60.000-80.000 euro). Tra gli altri highlight si segnalano tre opere di Felice Casorati, tra cui il dipinto dei primi anni Trenta “Barche sulla spiaggia” (lotto 403, stima 18.000-22.000 euro); “Ragazza con maglione, Irma” di Osvaldo Peruzzi, 1937 (lotto 392, stima 30.000-40.000 euro), ritratto di Irma Ricci che il pittore sposerà nel 1938, e un’importante opera di Ugo Nespolo testimonianza delle influenze reciproche tra l’artista e l’arte povera, “100 X 100” (lotto 506, stima stima 9.000-15.000 euro). Arricchiscono la proposta un bronzo di cardinale seduto di Giacomo Manzù (lotto 435, stima 30.000-40.000 euro), lavori di Mario Schifano, Tano Festa e Franco Angeli.

NESPOLO

NESPOLO

CAROL RAMA

CAROL RAMA

IRMA PERUZZI

IRMA PERUZZI

Nella sezione Design spiccano due poltrone “Continuum” per Bonacina di Gio Ponti del 1963 (lotto 223, stima 5.000-7.000 euro), una rara chaise longue per La Rinascente di Umberto Riva (lotto 192, stima 1.200-1.800 euro), il tavolo “Samo” in marmo nero di Carlo Scarpa (lotto 300, stima 6.000-8.000 euro) oltre a numerosi lavori di Piero Fornasetti.

GIO PONTI

GIO PONTI

L’asta propone anche un ricco insieme di fotografie, tra cui scatti di Nobuyoshi Araki, Candida Höfer, George Tatge, Leslie Krims – e di multipli, in particolare di Joan Mirò, Roy Lichtenstein, Fernand Léger.

ROY LICHTENSTEIN

FERNAND LEGER

FERNAND LEGER

L’esposizione è aperta al pubblico in Sala Bolaffi da venerdì 1 a mercoledì 6 novembre, domenica inclusa. Aste Bolaffi aderisce anche quest’anno alla Notte delle Arti contemporanee di Artissima 2019 con l’apertura straordinaria della mostra sabato 2 novembre dalle ore 19 alle 24.

CANDIDA HOFER

CANDIDA HOFER

 

ASTA
Mercoledì 6 novembre 2019, ore 14
Sala Bolaffi, via Cavour 17, Torino

ESPOSIZIONE
Da venerdì 1 a mercoledì 6 novembre (domenica inclusa), ore 10-18
Sabato 2 apertura straordinaria dalle 19 alle 24 in occasione della Notte delle Arti contemporanee

CATALOGO ONLINE

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

PANDOLFINI
Lempertz | 7 dicembre
Viscontea | 29 nov
ARTCURIAL
Wannenes
Il Ponte
Cambi Casa d'Aste