meeting art istituzionale
Pubblicato il: mer 09 Ott 2019
Print Friendly and PDF

Tazzine, cibo, fiori, mozziconi. Il magico mondo di ceramica di Bertozzi & Casoni al MARCA di Catanzaro

Bertozzi & Casoni, “Cielo”, 2018, ceramica policroma, cm. h. 15 x 58 x 48

Bertozzi & Casoni, “Cielo”, 2018, ceramica policroma, cm. h. 15 x 58 x 48

Luccicanti resti di cibo ammassati su piatti stracolmi di tazzine, mozziconi di sigarette e altri rifiuti della quotidianità. Tutto fatto di ceramica. Le sale del Museo MARCA di Catanzaro si riempiono di scheletri della contemporaneità made by Bertozzi&Casoni, il duo artistico a cui è dedicata Terra! -dal 21 settembre al 20 novembre-, una riflessione sullo stato attuale dell’arte ceramica ma anche sulle sfide etiche e ambientali che la società contemporanea si trova a dover fronteggiare.

Un mondo intero fatto di ceramica. Vedere per credere, anche se a un primo sguardo gli scatoloni e i libri accatastati dentro di essi sembrerebbero essere degli “originali”, fatti di carta e cartone. Un gioco di inganni portato avanti magistralmente dal Giampaolo Bertozzi e Stefano Dal Monte Casoni, in arte Bertozzi&Casoni fin dagli anni ’80. Entrambi formatisi a Bologna, entrambi con il pallino della ceramica, fautori di un lavoro tecnicamente perfetto, fatto di confronti con la tradizione e continue sperimentazioni.

Bertozzi&Casoni Terra! MARCA Catanzaro Pensieri, 2019

Pensieri, 2019

Innovazione tecnica e tradizione si fondono al punto tale che verrebbe da toccare i barili arrugginiti abbandonati sul pavimento della prima sala per accertarsi che non siano pezzi di metallo. Dal mondo animale si passa agli “sparecchiamenti”, assemblaggi di tazzine, mozziconi di sigarette, noccioline e avanzi di cibo. Sgargianti prese in giro della società dei consumi, dove tutto diventa subito obsoleto e viene buttato via per essere sostituito al più presto.

Bertozzi&Casoni Terra! MARCA Catanzaro, Cuccia brillo con setter inglese”, 2018

Cuccia brillo con setter inglese”, 2018

E ancora una testa di gorilla mozzata e messa in bella mostra su un piatto, un assemblaggio di ossa posto a memento mori, una catasta di Merda d’artista manzoniana tenuta assieme da finto silicone in ceramica. Immagini forti, che lasciano spazio a riflessioni profonde, controbilanciate però dai colori sgargianti con cui sono rappresentate, dal sorriso che strappa una lumaca che risale una catasta di ossa bianchissime. Serietà e gioco, libera associazione nata dal divertimento dell’artista per il divertimento del pubblico.

Bertozzi&Casoni Terra! MARCA Catanzaro, Candy Island, 2016

Candy Island, 2016

Se infatti nella nascita delle opere di Bertozzi e Casoni un ruolo fondamentale è svolto dalla riflessione teorica, non per questo il caso è una componente meno importante, ma anzi sottesa a ogni creazione. I loro sono assemblaggi che nascono d’impulso, dalla “banale” osservazione del quotidiano. Un grande assemblaggio di cassettine porta medicinali colme di oggetti quotidiani, una mappa astrale -fatta anch’essa di ante bianche richiudibili- che ricostruisce il giorno della morte di Mark Rothko, pappagalli che si rimirano in specchi concavi e convessi. Una mostra che porta su un altro livello la considerazione della ceramica come forma artistica, tipicamente considerata di categoria inferiore alle forme tradizionali.

Bertozzi&Casoni Terra! MARCA Catanzaro Composizione n. 14”, 2009

Composizione n. 14”, 2009

*Waiting, 2013

Informazioni utili 

Bertozzi&Casoni. Terra!

Dal 21 settembre al 20 novembre 2019, Museo MARCA, Catanzaro

Da martedì a domenica, 9.30 – 13.00; 15.30 – 20.00

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

PANDOLFINI
Bertolami | 19 nov
Wannenes
COLASANTI | 23 OTT
Cambi Casa d'Aste
Il Ponte
Aste Boetto