meeting art istituzionale
Pubblicato il: mer 02 Ott 2019
Print Friendly and PDF

The Burnt Orange Heresy, l’arte italiana protagonista del film di Giuseppe Capotondi

The Burnt Orange Heresy, in scena il grande inganno dell’arte. Tanti artisti italiani nel film di Capotondi con Mick Jagger e Donald Sutherland

The Burnt Orange Heresy è il thriller a tema artistico diretto da Giuseppe Capotondi che ha avuto l’onore di chiudere Venezia 76. Il film, che vanta un cast stellare – da Donald Sutherland a Mick Jagger – è un neo-noir, elegante ed sensuale, tratto dal romanzo del 1971 di Charles Willeford Il quadro eretico. Tra i protagonisti della pellicola spicca, in particolare, l’arte italiana.

Il carismatico critico d’arte James Figueras (Claes Bang) seduce l’affascinante turista Berenice Hollis (Elizabeth Debicki). I due nuovi innamorati raggiungono sul Lago di Como la lussuosa proprietà di un collezionista d’arte interpretato da Mick Jagger. Questi si rivela essere il mecenate di un artista circondato da un alone di leggendario mistero: Jerome Debney (Donald Sutherland), una sorta di J.D. Salinger del mondo dell’arte che ha rinunciato alla notorietà. Il collezionista avanza alla coppia una richiesta bizzarra: rubare a qualsiasi costo uno dei capolavori di Debney dallo studio dell’artista. In questa missione, ovviamente, nulla è ciò che sembra.

Con The Burnt Orange Heresy Mick Jagger torna a partecipare a un lungometraggio legato all’arte, il suo esordio sul grande schermo difatti era stato in film d’arte diretto da Mario SchifanoUmano, non umano.The Burnt Orange Heresy di Giuseppe CapotondiThe Burnt Orange Heresy di Giuseppe Capotondi

Il film è intrinsecamente un racconto sull’insaziabile avidità di nuove conoscenze, esperienze e sensazioni dell’uomo. Il tutto abilmente mascherato da neo-noir. Mette in scena il conflitto umano delle ambizioni e dei limiti che siamo disposti a infrangere per raggiungere un obiettivo.

The Burnt Orange Heresy unisce il mondo dell’arte a quello della malavita sullo sfondo dell’Italia dei nostri giorni, una narrazione percorsa da una sottile – ma vibrante – vena erotica a cui fa da perfetto contrappunto la poesia del tema artistico.

In The Burnt Orange Heresy fanno la loro comparsa, con le loro opere, grandi talenti della pittura italiana contemporanea: Paolo Manazza, Air Daryal, Alessandro Gedda, Edoardo Piermattei, Alfredo Rapetti Mogol, Alice Visentin,Daniele De Lonti, Andrea Barzaghi, Antonio Grulli, e molti altri.

5 (100%) 6 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Il Ponte
Bertolami | 19 nov
Aste Boetto
PANDOLFINI
Wannenes
Cambi Casa d'Aste
COLASANTI | 23 OTT