meeting art istituzionale
Pubblicato il: gio 12 Set 2019
Print Friendly and PDF

Morto a 77 anni Gianfranco Gorgoni, il fotografo che coglieva l’anima degli artisti

Gianfranco Gorgoni ritratto a Todi nei mesi scorsi

Gianfranco Gorgoni ritratto a Todi nei mesi scorsi

Quest’anno Gorgoni, scomparso a New York, aveva festeggiato la sua terza partecipazione alla Biennale di Venezia, con una mostra dedicata alla scultrice Beverly Pepper

77 anni, una vita trascorsa a guardare come l’arte ha saputo interagire con la natura, a raccontare i luoghi che il mondo fingeva di dimenticare, portandoli sulle copertine delle riviste più note o ad incontrare gli occhi di artisti e non solo. Se si potesse descrivere in sintesi cosa ha immortalato l’obiettivo di Gianfranco Gorgoni, bisognerebbe percorrere la Terra in lungo ed in largo, nella narrazione che ha proposto del Novecento e dei suoi esponenti. Ci lascia così, il fotografo ed artista, nella “sua” New York, città in cui, sin dagli anni ’70, aveva ampliato la propria carriera, dopo aver respirato l’aria del vecchio continente.

Beverly Pepper. Art In The Open, Biennale di Venezia, Spazio Thetis (foto Gianfranco Gorgoni)

Beverly Pepper. Art In The Open, Biennale di Venezia, Spazio Thetis (foto Gianfranco Gorgoni)

In questi mesi è stato – ed è ancora – protagonista di un percorso espositivo unico ed inedito, alla Biennale di Venezia, ove, in occasione della mostra Beverly Pepper. Art in the Open, a cura di Massimo Mattioli, è presente, nelle sale d’ingresso dello Spazio Thetis dell’Arsenale Novissimo, una ricca selezione delle sue fotografie che raccontano e documentano la carriera dell’artista americana Beverly Pepper, attraverso quello sguardo unico e riconoscibile con cui ne ha reso memorabile la ricerca artistica.

2.3 (46.67%) 3 votes

Autore

- Azzurra Immediato, storica e critica d’arte, nasce a Benevento e vive a Bologna dove ha studiato Arte al DAMS e successivamente Storia dell’Arte Medievale e Moderna, presso l’Alma Mater Studiorum. Approda al contemporaneo dopo anni di lavoro nelle HR, collaborando con giovani riviste online, scrivendo di arte, design, teatro e cinema. Ha seguito e segue diversi artisti emergenti e non, da diversi anni coopera con alcune gallerie in veste di critico, in particolare nel lavoro di ideazione, scrittura e redazione di cataloghi e libri d’arte, curatela per mostre monografiche e collettive; lavora, inoltre, ad allestimenti e progetti artistici d’altra natura. La sua passione per la fotografia le permette di tendere verso la ricerca di nuovi linguaggi e negli ultimi anni, oltre alla propria affezione, ha curato e diretto alcune mostre in collaborazione con fotografi italiani e stranieri, in musei nazionali o festival, insieme con progetti di beneficenza e arte terapia dal patrocinio universitario. Assegna alla cultura un ruolo centrale nell’esistenza umana e alla curiosità per il mondo un valore da non dimenticare mai.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

BIAF | 29 sett
Artcurial
Cambi |istituzionale
Bertolami | 19 ott
Wannenes