meeting art istituzionale
Pubblicato il: gio 22 Ago 2019
Print Friendly and PDF

La poetica della finestra: Li Qing in mostra al Prada Zong Rhai di Shanghai

Li Qing

*

Prada Rong Zhai getta uno sguardo su Shanghai con la mostra Rear Windows. Le opere dell’artista Li Qing ci conducono, tra realtà e finzione, a fare i conti con noi stessi e la realtà che ci circonda. Dal 7 novembre 2019 al 19 gennaio 2020.

Solitamente, portando la mente al concetto di finestra, lo si poggia sul davanzale immaginando di affacciarsi con i gomiti sul bordo e sporgersi fuori. Una certa curiosità, anche maliziosa, si accompagna invece alla meno usuale prospettiva inversa: ovvero quella che vede nella finestra un passaggio verso l’interno, dove gettare l’occhio per appropriarsi, nello spazio di una visione limitata, dello scorcio di un altrui esistenza. Prada Rong Zhai, lo spazio espositivo di Fondazione PradaShanghai ricavato da residenza storica del 1918 (restaurata e riaperta nell’ottobre del 2017), gioca su questa doppia direzione che attraversa il vetro di una finestra.

Rear Windows è concepita come un’installazione immersiva e site-specific che intende creare una connessione tra il passato e l’attuale contesto urbano di Shanghai. Le opere in mostra, che includono  i lavori recenti dell’artista Li Qing, “formeranno scene di crescente tensione per sperimentare l’atto del vedere, dell’essere visti e osservati”, sottolinea il curatore Jérôme Sans. Ispirato dall’iconico film del 1954 diretto da Alfred Hitchcock, il progetto esplorerà le contraddizioni e la doppia natura del vivere contemporaneo, diviso tra autenticità e imitazione, realtà e riproduzione.

Li Qing - Tetris Window· Rongs' Residence, 2018-19

Li Qing – Tetris Window· Rongs’ Residence, 2018-19

L’opera appartiene alla serie di installazioni Neighbor’s Window, la quale prende in prestito la tecnica del trompe l’oeil e combina cornici per finestre in legno antico con dipinti posizionati dietro a un vetro che rappresentano architetture coloniali, francesi e provenienti da altri nazioni, o nuove architetture, diventate ormai punti di riferimento culturali e artistici dello scenario urbano di Shanghai. Così Li Qing, nato nel 1981 a Huzhou, invita a riflettere sugli ideali di bellezza con cui un paese misura le proprie espressioni culturali. Un buon termometro, secondo l’artista, di quella che è l’organizzazione sociale che le ha generate.

Li Qing

Li Qing

Nelle sue fotografie, opere video e installazioni più recenti la tendenza a soggettivare il mondo di scontra con la visione collettiva che abbiamo di esso. Così, nello spazio illusorio di Prada Rong Zhai, realtà e finzione si sovrappongono portandoci a fare i conti con la nostra visione dell’esistenza.

Quanto nel definire noi stessi guardiamo al mondo attraverso una finestra? Quanto invece, nel suo costruirsi, il mondo ci spia a sua volta osservandoci da fuori?

*Li Qing

5 (100%) 1 vote

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Artcurial
Cambi |istituzionale
Wannenes
BIAF | 29 sett
Bertolami | 19 ott