meeting art istituzionale
Pubblicato il: dom 21 Lug 2019
Print Friendly and PDF

VIDEO. L’Urlo di Edvard Munch. Storia di un’icona del nostro tempo

“Una sera passeggiavo per un sentiero, da una parte stava la città e sotto di me il fiordo… Mi fermai e guardai al di là del fiordo, il sole stava tramontando, le nuvole erano tinte di rosso sangue. Sentii un urlo attraversare la natura: mi sembrò quasi di udirlo. Dipinsi questo quadro, dipinsi le nuvole come sangue vero. I colori stavano urlando. Questo è diventato L’urlo“.

Edvard Munch, nato a Löten, in Norvegia, nel 1863, entrò presto in contatto con il dolore; ancora bambino, perse prima la madre e poi la sorella. Non a caso, quindi, trasferì sulla tela le angosce e i moti del proprio animo, affrontando la rappresentazione del dramma dei tempi moderni.

Il suo dipinto più famoso, L’Urlo, è diventato una vera e propria icona del nostro tempo. Ne esistono quattro versioni: due del 1893, esposte presso la Galleria Nazionale di Oslo, una del 1910, esposta presso il Munch Museum e una del 1895. Nel 2012, quest’ultima è stata battuta all’asta da Sotheby’s per 120 milioni di dollari, stabilendo un nuovo record per un’opera d’arte.

Nel video di Sotheby’s, la storia dell’opera “L’Urlo” di Edvard Munch e la sua ascesa a icona mondiale.

dettaglio de L'Urlo

dettaglio de L’Urlo

Edvard Munch

 

L’Urlo, Edvard Munch, 1895

 

Edvard Munch, L’Urlo, 1893

5 (100%) 1 vote

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Artcurial
WopArt 2019
Il Ponte
Wannenes
Bertolami | 10 sett
Cambi |istituzionale