meeting art istituzionale
Pubblicato il: ven 19 Lug 2019
Print Friendly and PDF

Nuova luce su Tutankhamon. L’Egitto avvia il restauro del celebre sarcofago dorato del faraone

La maschera dorata di Tutankamon

La maschera dorata di Tutankamon

Il ministero delle Antichità egiziano ha specificato in una dichiarazione che il sarcofago di Tutankhamon presenta varie problematiche conservative, fra cui alcune crepe negli strati della doratura

Il progetto si presenta come un primo passo verso il Grande Museo Egizio, che è in costruzione vicino alle piramidi di Giza e che aprirà nel 2020. Un museo che inizia con il ravvivarsi delle annose polemiche tra Egitto e Regno Unito: e che esporrà fra l’altro tutto il corredo funebre del faraone Tutankhamon. Ecco quindi il via al restauro del celebre sarcofago dorato, il primo intervento di conservazione da quando nel 1922 la tomba del re fu scoperta nella Valle dei Re, vicino a Luxor, dall’archeologo britannico Howard Carter. Tutankhamon aveva nove anni quando divenne faraone: regnò tra il 1333 e il 1323 a.C., uno degli ultimi re della XVIII dinastia. Il ministero delle Antichità egiziano ha specificato in una dichiarazione che il sarcofago presenta varie problematiche conservative, fra cui alcune crepe negli strati della doratura; il restauro e la manutenzione saranno completati in otto mesi. A gennaio scorso, i conservatori avevano completato un restauro della tomba del faraone, al quale si era lavorato per circa un decennio.

http://www.egyptonthenet.net/egypt.htm

Il sarcofago dorato di Tutankhamon

Il sarcofago dorato di Tutankhamon

Valuta

Autore

- Giornalista, scrittore, critico e curatore di mostre. È nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, da 25 anni lavora per riviste d’arte prima come redattore de Il Giornale dell’Arte, poi come caporedattore delle testate Exibart, poi Artribune, attualmente ArtsLife. Ha curato il volume “Rigando dritto”, raccolta di scritti dell’artista Piero Dorazio, pubblicato nell’aprile 2005 dall’editore Silvia Editrice di Milano. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra “Artsiders”, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Nel 2018 ha curato la mostra “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari nella pittura italiana”, nelle due sedi di Palazzo del Popolo e Palazzo del Vignola, a Todi, e la mostra “Beverly Pepper tra Todi e il mondo” nel Palazzo del Popolo di Todi. Nel 2019 ha pubblicato il libro “Margherita Sarfatti. Più”, presso Manfredi Edizioni.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Artcurial
WopArt 2019
Il Ponte
Bertolami | 10 sett
Wannenes
Cambi |istituzionale