meeting art istituzionale
Pubblicato il: mer 17 Lug 2019
Print Friendly and PDF

VIDEO. Come dipingeva il padre dell’astrattismo Vasilij Kandinsky? La magistrale lezione della Tate

“Il colore è la tastiera, gli occhi sono il martelletto, l’anima è un pianoforte con molte corde. L’artista è la mano che suona, toccando un tasto o l’altro, per provocare vibrazioni nell’anima.”

Wassily Kandinsky, precursore e fondatore della pittura astratta, nacque a Mosca nel 1866 e crebbe a Odessa. Dopo un percorso di studi in diritto ed economia, accettò una cattedra all’università di Dorpat, in Estonia,  ma all’età di 30 anni lasciò la posizione accademica per iniziare a dipingere.

Fiorì come pittore e incisore, ma anche come filosofo e teorico dell’arte. Il suo stile personale si formò sotto l’influsso parallelo della cultura artistica europea e di quella russa, della tradizione e della contemporaneità, con una forte influenza musicale; non a caso molte sue opere hanno il titolo di “composizione”.

Nel video della Tate, l’artista coreana Sui Kim spiega la tecnica pittorica di Kandinsky e realizza un dipinto ispirandosi a una delle opere più popolari della collezione della Tate, “Cossacks”, 1910.

Wassily Kandinsky

 

Kandinsky, Cossacks, 1910

 

Kandisky, Giallo, rosso, blu, 1925

 

3.5 (70%) 6 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Artcurial
WopArt 2019
Cambi |istituzionale
Wannenes
Bertolami | 10 sett
Il Ponte