meeting art istituzionale
Pubblicato il: mar 11 Giu 2019
Print Friendly and PDF

La piscina è vita! Gil Rigoulet, uno “sguardo libero come l’acqua”, all’Acquario Civico di Milano

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

© Gil Rigoulet
Molitor 85, silver gelatin print, cm 50×60

Estate del 1985. Molitor, una piscina stretta tra il Bosco di Boulogne e il Parco dei Principi nel 16° arrondissement di Parigi. Il giovane fotoreporter di Le Monde, Gil Rigoulet (1955) scatta, con la sua inseparabile Nikon F-301 e un’attitudine gioiosa e indisciplinata, una serie di foto in bianco e nero che faranno la storia di un luogo mitico, icona dell’Art Déco. Non esistono altre immagini equivalenti che testimonino ciò che la piscina comunale fu prima della chiusura nel 1989, l’abbandono al graffitismo selvaggio e la successiva rigenerazione in resort di lusso. Con uno “sguardo libero come l’acqua”, senza imbarazzo o alcuna forma di autorizzazione, Rigoulet cattura l’immagine-tempo. Riesce ad avvicinarsi intimamente ai corpi molli, roventi e ricoperti di sacri olii polinesiani, sia a bordo vasca che nell’estasi degli spruzzi d’acqua. Era l’epoca, briosa e indolente, del topless e del bikini – che venne lanciato proprio alla piscina Molitor nel 1946 dal designer francese Louis Réard – del piacere trasgressivo misto a spirito Rockabilly.

© Gil Rigoulet dida: Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet
© Gil Rigoulet
Molitor 85, silver gelatin print, cm 50×60

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

L’adorazione per l’elemento acquatico, che ha nutrito fin dall’infanzia, e la vitale curiosità nei confronti del microcosmo della piscina, portano Gil Rigoulet ad immergersi così a fondo da realizzare una ricerca trentennale sul tema “i corpi e l’acqua”. Attraverso le piscine di tutto il mondo: Francia, Marocco, Seychelles e Venezuela. Il suo progetto, esposto solo nel 2014 a Paris Photo, riemerge per la prima volta in Italia, nel contesto della “Milano Photo-Week”, in una cornice ad hoc. La rinnovata area espositiva dell’Acquario Civico ospita Molitor 85, fotografie analogiche in bianco e nero stampate in camera oscura, sopra e sotto la superficie dell’acqua, inseguendo l’idea di “prossimità”. Come suggerisce il curatore Claudio Composti, che ha conosciuto Rigoulet al celebre Festival della fotografia di Arles (Les Rencontres) nel 2018, i primi piani dell’artista ritraggono la Joie de Vivre. Ma di una società che non esiste più, svincolata dai diktat sulla privacy e dalle fobie sulla sicurezza. Nella metà degli anni Ottanta, ci racconta Rigoulet, lo stabilimento Molitor aveva un suo specifico stato d’animo. Un’apertura diversa, che è posta in questione nel mondo odierno. E per far ritorno a quello spirito, Rigoulet volontariamente esplora l’ambiguità di media e tecniche.

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

Grazie ad un incontro fortuito con l’editore di (M) éditions, mentre Rigoulet vende vecchie immagini per strada, nasce un raffinato libro d’artista. Molitor 85 è un oggetto ibrido – 15 stampe all’argento  e una polaroid – in edizione limitata. Anche in un recente Fashion-reportage (Pola Molitor, 2010), Rigoulet inganna il tempo – e il suo daltonismo – sviluppando delle Polaroid colorate. Vintage e in controtendenza, ci trasportano un pò negli Anni ’70/’80 della piscina Molitor. Ancora più ravvicinate e vibranti, con un’attenzione incredibile per linee, forme e consistenze, sono immagini, questa volta, realizzate con permessi e un gruppo di modelle non professioniste. Forse più audaci, ma meno autentiche dei giovani parigini o dei bambini che si tuffavano entusiasti nelle acque cristalline della Piscina Molitor.

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

Il prossimo progetto inedito di Rigoulet coinvolge ancora la Polaroid e l’acqua, che si fa elemento pittorico. Le sue sono ricerche, e storie, lunghe. Raccontano di appostamenti sul pelo dell’acqua e balletti lenti o vorticosi in apnea.

Si apre una nuova e rinnovata fase nella vita artistica di Rigoulet. «Con gli anni il tuo spirito cambia e sei sempre più vicino al pensiero originale. Siamo troppo perturbati dalle cose che ci circondano. Arrivare al nucleo essenziale di noi stessi richiede tempo» (Gil Rigoulet)

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

© Gil Rigoulet Molitor 85, silver gelatin print, cm 50x60

Piscine Molitor. Eté 1985. © Gil Rigoulet

Gil Rigoulet / Molitor 85

A cura di Claudio Composti e Elisabetta Polezzo

6 giugno – 6 luglio 2019

Martedì-Domenica ore 9.00-17.30 (ultimo ingresso con biglietto ore 17.00)

Chiusura biglietteria ore 16.30

Chiuso lunedì

Acquario Civico di Milano

Via G. Gadio 2, Milano

Info:

www.acquariocivicomilano.eu

3 (60%) 2 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Cambi |istituzionale
Il Ponte
Bertolami | 10 sett
WopArt 2019
Wannenes