meeting art istituzionale
Pubblicato il: dom 26 Mag 2019
Print Friendly and PDF

Madelaine, Laure e le altre “dimenticate”. Il Modello nero, da Géricault a Matisse, al Museo d’Orsay

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay

La premessa dovuta e liberatoria è che la mostra Il modello nero. Da Géricault a Matisse organizzata dal Musée d’Orsay di Parigi non intende il Nero come un gruppo sociale, ma come espressione unica di un modello, di una varietà del soggetto umano e artistico, un’interessante declinazione del nostro essere umani. E interessante lo è tremendamente ripercorrere la storia del “modello nero” lungo la storia dell’arte, per scoprire dettagli imprevisti e curiosare nelle sfumature di una negritudine che è diversa solo perché affascinante, esotica, seducente. A proposito di dettagli imprevisti è il caso di guardare all’Olympia di Manet sorvolando la provocante modella dal nitido candore, per spostarci verso l’ombra scura di una domestica nera che per reverenza e timore si tiene in disparte porgendo alla tizianesca un mazzo di fiori. Lei è Laure, la donna di servizio spesso ritratta dall’artista, ed è importante nell’ottica del messaggio della mostra che lei sia Laure e non la “domestica nera”.

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Fin troppo chiaro e confortante come il nome proprio renda una persona tale, differenziandola da ogni altra e allo stesso momento equiparandola con ogni altro individuo. Dare nome significa dare identità, dare vita. Come è fortunatamente accaduto alla portatrice di quegli occhi profondi, provocanti ma stanchi, sicuramente tristi, forse rassegnati, protagonista del ritratto di Marie-Guillemine Benoist. Oggi Ritratto di una donna nera è diventato finalmente Ritratto di Madelaine, grazie alle ricerche storiche e artistiche svolte da Denise Murrell. Si chiamava Madelaine, di cui ci sembra mancare solo il profumo per avere un perfetto quadro di lei.

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

La sua negritudine, lontano dall’essere un limite, è un invito a sbrogliare le catene e affondare i denti nella corteccia di un albero, a rotolarci nel fango, a vivere la vita a pieno in tutte le sue meraviglie. Il modello nero esalta le meraviglie di un corpo dalle curve differenti, dai muscoli più definiti, dagli odori ora pungenti ora delicati. È un invito diretto a scontrarsi con i corpi, con la nostra umanità che resiste e si esalta mano a mano la analizziamo. Senza dimenticare l’umanità e la portata storica e sociale che l’esposizione porta con sé. Il Modello nero. Da Géricault a Matisse si sofferma su tre periodi cruciali: l’era dell’abolizione della schiavitù (1794-1848), il periodo della Nuova pittura fino alla scoperta, da parte di Matisse, del Rinascimento di Harlem e, infine, i primordi delle avanguardie novecentesche e le successive generazioni di artisti post-bellici e contemporanei. Attraverso questi tre snodi si articola il tributo necessario all’identità nera; una celebrazione priva di rivendicazione, ma colmo di uno spontaneo e sincero interesse.

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d'Orsay (Foto Luca Zuccala)

Il Modello nero, da Géricault a Matisse al Museo d’Orsay (Foto Luca Zuccala)

 

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

BIAF | 29 sett
Cambi |istituzionale
Il Ponte
Wopart | Catalogo online
Wannenes
Bertolami | 19 ott
WopArt 2019
Artcurial