meeting art istituzionale
Pubblicato il: ven 24 Mag 2019
Print Friendly and PDF

Banksy conferma: il bimbo migrante che chiede aiuto apparso a Venezia è suo!

Particolare dell’immagine postata da Banksy su instagram

Particolare dell’immagine postata da Banksy su instagram

L’opera comparsa a Venezia alcuni giorni fa – un piccolo migrante che chiede aiuto con un fumogeno – dialoga idealmente con “Barca nostra” di Christoph Büchel all’Arsenale. Una Biennale sempre più (inaspettatamente) sotto il segno di Banksy!

Neanche il tempo di riprendersi dal video veneziano postato da Banksy sul suo account Instagram due giorni fa che un’altra notizia bomba fa sognare gli ammiratori del più famoso street artist al mondo: l’artista ha infatti confermato la paternità del murale apparso qualche giorno fa a Venezia nel Rio Novo a Dorsoduro. L’opera raffigura un bambino migrante che indossa un giubbotto di salvataggio e tiene in mano un fumogeno di Sos. Come sempre, Banksy non lascia nulla al caso: il murale infatti dialoga idealmente con la “Barca nostra” di Christoph Büchel all’Arsenale: un’installazione realizzata a partire dal relitto navale recuperato  nel Canale di Sicilia nel 2016 dopo il tragico naufragio del  2015 che causò la morte di centinaia di migranti.

Nonostante la cifra stilistica ricordasse effettivamente i lavori di Banksy, non è stato possibile fino ad oggi attribuire con certezza il murale allo street artist di Bristol. Non solo perché l’artista non lo aveva ancora rivendicato ma anche perché sono davvero numerosi i casi di stencil attribuiti dai vari esperti in giro per il mondo a Banksy ma che l’artista non ha mai indicato come suoi.

Banksy ha pubblicato due foto dell’opera senza alcun commento (del resto sarebbe superfluo): una sorta di firma virtuale al murale. Quella di Venezia non è di  certo la prima opera dedicata dall’artista al problema dei migranti -le ultime iniziative in ordine di tempo sono i murales di Calais e la barca giocattolo messa come premio in una lotteria , entrambe dello scorso anno- e potete giurarci, non sarà nemmeno l’ultima.

2.7 (53.33%) 3 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Il Ponte
WopArt 2019
Cambi |istituzionale
Artcurial
Bertolami | 10 sett
Wannenes