meeting art istituzionale
Pubblicato il: gio 23 Mag 2019
Print Friendly and PDF

L’assenza che conduce all’essenza: le poesie visive di Parmiggiani in mostra a Firenze

Senza titolo, 201 4, campana di bronzo e corda, 80 cm h , Ø 80 cm

Senza titolo, 2014, campana di bronzo e corda, 80 cm h, Ø 80 cm

Claudio Parmiggiani (Luzzara, 1943), uno tra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea internazionale, è di fatto alla sua prima personale a Firenze. A cuore aperto, a cura di Sergio Risaliti, è in mostra dal 24 maggio al 29 ottobre alla Galleria Poggiali.

“E se la mancanza a essere fosse il senso più profondo dell’essere?

Massimo Recalcati, psicoanalista, saggista e accademico italiano

Claudio Parmiggiani è un artista che opera in negativo, nascondendo parole dove sembrava aver posto silenzio. Molte delle sue opere vivono sul limite dell’esistenza, dove l’essere e il nulla si sfiorano; prima che uno si elevi e l’altro sprofondi. Non è difficile intuire come questo spazio sia carico di una sacralità mistica, ma non religiosa (“Lo spirituale che alcuni intravedono nel mio lavoro lo chiamerei semplicemente una convinzione che fa parte di una visione; un misticismo senza fede. Non penso a un’arte religiosa ma ad una religiosità dell’arte” dice Parmiggiani) e che carpirne il senso richiede una disponibilità spirituale profonda.

Senza titolo, 2017-2019, calco di cuore umano, fusione di ghisa, esemplare della Divina Commedia. Versione in verticale, cuore cm 16x12x10, misure variabili

Senza titolo, 2017-2019, calco di cuore umano, fusione di ghisa, esemplare della Divina Commedia. Versione in verticale, cuore cm 16x12x10, misure variabili

La rischiosa e difficile apertura che l’arte di Parmiggiani sembra esigere è testimoniata dall’opera all’ingresso della mostra personale allestita alla Galleria Poggiali, Firenze. Un calco di un cuore in ghisa, morso e sorretto da due fili metallici, è sospeso in aria all’altezza degli occhi del visitatore, come nella prospettiva classica, contornato da una Divina Commedia a pavimento e il soffitto della galleria. Per cogliere il nucleo di quest’opera criptica e della poetica dell’artista è necessario percorrere il sentiero di 11 opere, dislocate nei due spazi della Galleria, via della Scala e via Benedetta, e lasciarsi avvolgere dal mistero delle cose. Nell’enigmatico segreto, nell’assenza di dichiarazione esplicita, si trova la risposta.

Senza titolo, 1985-2019, cera e lampada spenta, cm 57x35x42

Senza titolo, 1985-2019, cera e lampada spenta, cm 57x35x42

Parmiggiani ne è convinto, tanto che la cifra di ogni sua creazione è riconducibile alla dissolvenza e alla dissipazione. Come la grande campana ‘impiccata’ a una trave della galleria che celebra in silenzio tutto il dolore del mondo e tutta la speranza della terra, che chiama a raccolta come in un giorno lieto o per un imminente pericolo. Come il calco in cera di una figura femminile a mezzo busto al quale è stata accostata una lampada ad olio che di quel volto malinconicamente riverso da un’altra parte ha iniziato a scioglierne le fattezze. La memoria, il tempo perduti, i sogni strozzati non possono che ritrovarsi nell’assenza e nella mancanza che l’artista si impegna a salvare, a evocare.

Senza titolo, 2019,arpa e farfalle, cm 175,5x81x44

Senza titolo, 2019,arpa e farfalle, cm 175,5x81x44

Una grande biblioteca, una clessidra ed una impronta di quadro rimosso dalla parete. Procedono sul medesimo binario d’ombra anche le celebri Delocazioni, immagini create con il depositarsi della fuliggine tra la superficie del muro e l’oggetto stesso. Procedimento esemplificativo dell’idea che l’assenza celi la vera presenza e non che la presenza copra l’assenza. L’essere lascia l’impronta del suo messaggio nel momento in cui sfugge: la fuliggine imprime questa verità evanescente sul corpo dell’opera, che subito guadagna carattere trascendente.

Senza titolo, 2019, fumo e fuliggine su tavola, cm 140x100

Senza titolo, 2019, fumo e fuliggine su tavola, cm 140×100

Claudio Parmiggiani, scrittore visivo di poesie in opera: da percepire con gli occhi, da comprendere con lo spirito.

4 (80%) 1 vote

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Cambi |istituzionale
Artcurial
Bertolami | 10 sett
Il Ponte
Wannenes
WopArt 2019