meeting art istituzionale
Pubblicato il: mer 22 Mag 2019
Print Friendly and PDF

Il divisionismo luminoso di Carlo Fornara in mostra a Domodossola

Domodossola ospita Carlo Fornara nella restaurata cornice di Casa De RosisCarlo Fornara. Alle radici del Divisionismo (1890 – 1910) è in mostra dal 25 maggio al 20 ottobre per raccontare i due decenni più prolifici del pittore piemontese.

Due decenni, dal 1890 al 1910, racchiudono il periodo di maggiore creatività e capacità innovativa di Carlo Fornara. Il suo linguaggio luminista è stata la chiave per condurre i suoi paesaggi verso un sentiero personale, intimo e universale al tempo stesso. Dal 25 maggio al 20 ottobre Carlo Fornara. Alle radici del Divisionismo (1890 – 1910) inserisce i capolavori divisionisti nella restaurata cornice di Casa De Rosis, Domodossola, edificio nobiliare di origine medievale, esempio tra i più affascinanti dell’architettura storica ossolana. In esposizione un’importante selezione di tele, molto recentemente restaurate, e un’altra sezione dedicata ai disegni dell’artista.

Carlo Fornara, Festa della Primavera

Carlo Fornara, Festa della Primavera

L’ultimo decennio del XIIX secolo è segnato per Fornara dal fondamentale periodo di apprendistato sotto l’insegnamento di Carlo Cavalli. Oltre alle linee guida del maestro, Fornara riesce nell’elaborazione di un linguaggio proprio, fondato sulla luminosa pittura materica e le pennellate a effetto smalto. Una tecnica che potremmo avvicinare al neoimpressionismo, che si manifesta nella pittura En plein air. Un’ulteriore svolta è rappresentata dall’incontro che il pittore ha con l’opera di Giovanni Segantini nell’agosto del 1898 a Maloja in Engadina. Da qui si percepisce l’innesto del contributo del simbolismo e i risvolti contenutistici che le opere di Fornara assumono.

Carlo Fornara, Rocce

Carlo Fornara, Rocce

La sperimentazione divisionista si fa più audace con l’arrivo del nuovo secolo e con l’approdo di Fornara su un piano stilistico dagli esiti europei e internazionali. Il suo accesso alle maggiori esposizioni pittoriche nazionali e internazionali è facilitato dall’incontro con Alberto Grubicy de Dragon, titolare della Galleria Grubicy e fratello del promotore del divisionismo a livello europeo, il mercante d’arte e pittore lui stesso Vittore Grubicy de Dragon. Questo contatto aprì una stagione prolifica per l’artista: ne sono un esempio alcune opere in mostra come Chiara pace, L’aquilone, Fontanalba, Ombre e luci, per citare solo le più note, lavori che condensano pittoricamente la bellezza unica della Valle Vigezzo, dove l’artista era nato nel 1871. La sperimentazione divisionista si intreccia così sul piano visivo con una natura poetica e insieme potente.

Carlo Fornara, Il temporale

Carlo Fornara, Il temporale

2 (40%) 1 vote

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Cambi
WopArt 2019
Maison Bibelot
Cambi Casa d'Aste
Bertolami | 20 giu
Wannenes