meeting art istituzionale
Pubblicato il: dom 19 Mag 2019
Print Friendly and PDF

Magici intrecci colossali: le sculture di Tony Cragg ai Giardini Boboli di Firenze

Tony Cragg a Boboli - 5/05 - 27/10

Tony Cragg a Boboli – Elliptical Column e Point of View 2012 – 2018 acciaio Fotografia di Michael Richter

Dal 5 maggio al 27 ottobre 2019 le brillanti e monumentali sculture Tony Cragg prendono vita nel Giardino dei Boboli di Firenze. Tra la ghiaia e le siepi del verde spazio toscano spuntano le stalagmiti di bronzo dell’artista britannico che tendono armoniosamente a toccare il cielo con forme ellittiche e intrecci colossali rimandanti ad un paesaggio forestale.

Un dialogo inaspettato che incuriosisce tutti i passanti, tra associazioni e dissonanze. Uno stimolo all’introspezione ma anche alla pura immaginazione e fantasia con il panorama mozzafiato della città contornato dall’ordinato ed elegante giardino dei Boboli.

Tony Cragg a Boboli - 5:05 - 27:10

Tony Cragg – Industrial Nature 2015 – alluminio – Fotografia di Michael Richter

Dai colori vivaci a profonde sfumature, fino al vibrante acciaio. Sono ben sedici le opere di uno dei maestri inglesi della scultura contemporanea ad essere disseminate nei luoghi più suggestivi del giardino per raccontare gli ultimi vent’anni di vita e del lavoro dell’arista, dal 1997 ad oggi. E’ la natura, con le sue misteriose forze, la sua più importante fonte d’ispirazione. Le sculture in questione partono da un’incessante e inquieta esplorazione della materia e del modo in cui essa si rapporta all’ambiente che circonda.

Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi e del Giardino dei Boboli, è entusiasta della mostra e ricorda come è la prima volta che un grande museo italiano dedica una monografica al Tony Cragg.

Tony Cragg a Boboli - 5:05 - 27:10

Tony Cragg a Boboli – 5:05 – 27:10

L’artista nasce a Liverpool nel 1949; anche se fulcro della sua produzione artistica è Wuppertal, città della Germania. Qui si trova il suo studio, molto vicino al Skulpturenpark Waldfrieden, importante e vivace centro espositivo dedicato alla scultura contemporanea al quale lo scultore da vita nel 2008. Si tratta di un ampio parco tra le città di Elberfend e Barmen acquistato due anni prima dell’ inaugurazione dallo scultore inglese, allora terreno abbandonato e successivamente, dopo diversi lavori, riedificato. Simbolo di come oggi la Germania sia sempre più avanti in fatto di arte contemporanea, alcuni sostengono possa divenirne la capitale europea d’eccellenza. Tony Cragg partecipa oggi alle principali rassegne d’arte contemporanea, da Venezia e ha oggi all’attivo decine di mostre in gallerie, musei e parchi di tutti il mondo.

Informazioni Utili 

Tony Cragg a Boboli

Giardino di Boboli, Firenze.

Dal 5 maggio al 27 ottobre 2019

Orari: Lunedì – Domenica 8:15 / 18:30 per i mesi di maggio, settembre e ottobre.

Per i mesi di giugno, luglio e agosto l’orario è 8:15 / 19:30

Per tutte le informazioni aggiuntive consultare il sito ufficiale dei Giardini Boboli di Firenze

 

Valuta

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Il Ponte
Wannenes
Cambi |istituzionale
Bertolami | 10 sett
WopArt 2019