meeting art istituzionale
Pubblicato il: ven 10 Mag 2019
Print Friendly and PDF

Liberato, l’ultimo capitolo

Liberato Capri Rendez-Vous

Liberato, l’ultimo capitolo. Amore e mistero si mischiano tra loro in Capri Rendez-Vous

Il 9 maggio ormai è il giorno di Liberato, si sa, l’artista dall’identità misteriosa che ha catalizzato su di sé l’attenzione della critica e del pubblico con le orecchie attente. Nei feed di Instagram e Facebook siamo tempestati da messaggi di attesa, vediamo gente refreshare il canale di Youtube di Liberato nella speranza di veder pubblicato un nuovo video.
Il ritorno è nell’aria. Lo scorso 25 aprile, infatti, Liberato era riemerso da un lungo silenzio pubblicando sui social una breve clip video che lo ritraeva a bordo di un’imbarcazione a largo del Mar Tirreno, presumibilmente di fronte a Capri.

Giustificate dunque curiosità e attesa di fan e haters, che però verso sera sembravano ormai essere del tutto vane. Un minuto prima della mezzanotte – 23:59 – ecco l’apparizione: 5 video firmati Francesco Lettieri, ovviamente, e l’uscita del disco. L’effetto è WOW. Frammenti di video e canzoni si propagano come un’onda da story in story, da whatsapp a messenger conquistando gran parte dei profili social di amici, amanti e parenti.

Il disco si intitola, molto semplicemente, LIBERATO, pubblicato allo scadere del 9 maggio, contiene i vecchi pezzi ormai cantatissimi del progetto partenopeo e 5 nuove tracce, colonna sonora della mini serie firmata Lettieri e pubblicata su Youtube.

I video sono di fatto 5 mini episodi di una sorta di soap opera chiamata Capri Rendez-Vous che parte dagli anni ’60 e arriva fino al 2019 raccontando le vicende amorose di una stella del cinema americano e di un bello scugnizzo, il tutto chiaramente ambientato a Capri. Video quindi da guardarsi uno di seguito all’altro, con il francese che si mischia al napoletano nei sottotitoli, con stereotipi ed evidenti citazioni ai grandi del cinema (ringraziati anche nei titoli di coda, da Hitchcock a Pasolini, passando per Dolan e Wong Kar-wai) ed evocazioni appartenenti al mondo della moda e della pubblicità.Liberato Capri Rendez-Vous

Un amore impossibile, confezionato alla perfezione, che fa da cassa di risonanza per l’uscita delle nuove canzoni Oi Marì, Tu me faje ascì pazz, Guagliò, Nunn’a voglio ‘ncuntrà e Niente. Alcune sanno di accennate, altre ti fanno scuotere come in un reggaeton tra lingua spagnola e l’eco delle vuvuzela. Niente, invece, semplicemente ti fa chiagne.

Come detto più volte però queste tracce non sarebbero nulla senza il contorno squisito a cui si accompagnano, senza Lettieri e senza la produzione firmata dalla Anemone film tutto questo non avrebbe la stessa forza. La sensazione è la chiusa di un percorso, di un’operazione senza pari in Italia che ha acceso nel bene e nel male la curiosità ben oltre l’atteso.Liberato Capri Rendez-Vous Estetica, mistero, attesa e autotune sono gli ingredienti base, il sapore partenopeo è la ciliegina. Il risultato alla fine è da 5 stelle Michelin per qualità del prodotto, tecnica della preparazione, equilibrio fra gli ingredienti e creatività dello Chef. Ma quanto durano queste stelle?

5 (100%) 3 votes

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Wannenes
Il Ponte
Cambi |istituzionale
Bertolami | 10 sett
WopArt 2019
Colasanti