meeting art istituzionale
Pubblicato il: ven 29 Mar 2019
Print Friendly and PDF

Addio ad Agnes Varda, la regista della Nouvelle Vague

Agnes Varda, regista belga decana del cinema francese e bandiera della Nouvelle Vague, si è spenta all’età di 90 anni

Nata a Ixelles, un comune alle porte di Bruxelles, nel 1928, Agnes Varda era stata sempre in prima fila nella lotta al maschilismo, soprattutto nell’ambiente del cinema, dove le donne fanno sempre più fatica ad emergere.

Il suo era un cinema intimo e personale. Ha sovente raccontato le complessità dell’animo femminile e dei rapporti di coppia, tanto da essere stata definita da parte della critica “la prima regista femminista“. È stata la prima donna a ricevere l’Oscar alla carriera ed essere candidata all’Academy Award nello stesso anno per il suo doc Visages Villages. Tra i suoi titoli più amati ricordiamo Cleo dalle 5 alle 7Lions Love.

Il festival di Cannes di cui era appassionata frequentatrice le ha conferito la Palma d’oro alla carriera nel 2015. Al festival di Berlino di quest’anno è stato presentato il suo ultimo lavoro, Varda par Agnès – Causerie, una sorta di autobiografia in forma di documentario.

Leggi qui una sua intervista

Agnes Varda

Filmografia
La pointe courte (1955)
Cleo dalle 5 alle 7 (Cléo de 5 à 7) (1962)
Il verde prato dell’amore (Le bonheur) (1965)
Les créatures (1966)
Lions Love (1969)
L’une chante, l’autre pas (1977)
Documenteur (1981)
Senza tetto né legge (Sans toit ni loi) (1985)
Jane B. par Agnès V. (1987)
Kung-Fu Master (1988)
Garage Demy (Jacquot de Nantes) (1991)
Cento e una notte (Les cent et une nuits de Simon Cinéma)(1995)

3.8 (76.67%) 6 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Wannenes
Cambi |istituzionale
WopArt 2019
Il Ponte
Bertolami | 10 sett