meeting art istituzionale
Pubblicato il: dom 24 Mar 2019
Print Friendly and PDF

Voci da MIA Photo Fair 2019. Fine-Art Images Gallery e MARCOROSSI artecontemporanea

MIA PHOTO FAIR 2019, Fine-art images gallery

*

La nona edizione di MIA Photo Fair entra nel vivo, la fotografia regna sovrana al The Mall all’ombra dei grattacieli di Porta Nuova a Milano. La parola ai galleristi per raccogliere impressioni e progetti per il futuro.

Fine-Art Images Gallery (Chieri, Torino)

MIA PHOTO FAIR 2019 Fine-art images Gallery

Stefania Romano, Stampa alla gelatina e sali d’argento su carta baritata BERGGER Prestige 280 gr. e viraggio al selenio

La proposta in fiera: primo anno a MIA per la neonata galleria piemontese dedicata esclusivamente alla fotografia. Aperta a fine 2017 con l’obbiettivo di garantire agli artisti il supporto di specialisti del settore, Fine-Art Images è una galleria di fotografia gestita da fotografi, che mette al centro della propria attività professionalità e tradizione, di cui i due artisti scelti danno una chiara rappresentazione. Al bando il digitale a favore di fotografie ai sali d’argento, stampe al palladio e altre tecniche “antiche”. Nelle fotografie ai sali d’argento di Stefania Romano il tema del nudo è filtrato da una visione femminile, che allontana i soggetti da qualsiasi volgarità possibile. I paesaggi di Max Cardelli sono invece frutto di un procedimento rigorosamente fatto a mano, impressi su una sottilissima carta giapponese, che rende ogni stampa diversa dalla precedente.

Opinioni sul mercato della fotografia: frequentando l’ambiente si nota come le opere intramontabili restino quelle dei grandi fotografi umanisti (Henri Cartier-Bresson per citarne uno su tutti). Per fare un passo avanti bisognerebbe farne prima uno indietro, per guardare alla tradizione e ripartire da lì. Parola di fotografo.

Progetti futuri: dopo MIA la stagione fieristica continua alla volta di Barcellona e Parigi. Filo conduttore resta sempre la volontà di promuovere nuovi artisti all’insegna della qualità e della professionalità garantiti da un ambiente gestito in prima persona da fotografi.

MARCOROSSI artecontemporanea (Milano)

MIA PHOTO FAIR 2019, MarcoRossi artecontemporane

Rune Guneriussen, A Dynamique Force, 2014

La proposta in fiera: focus sul norvegese Rune Guneriussen, a cui la galleria dedica l’intero stand. Scelta comprensibile e quasi “obbligata”, dal momento che il suo albero blu circondato da abat-jour è stato scelto come immagine iconica dell’edizione di quest’anno della fiera. Oltre alle composizioni di natura e lampade compaiono anche assemblaggi di libri, cellulari e sedie, tutti marchi di fabbrica di un artista sempre più apprezzato in Italia.

Opinioni sul mercato della fotografia: la poetica di Rune Guneriussen sta riscuotendo un discreto successo in Italia, indice di un mercato interessato e in crescita verso i suoi lavori e il medium fotografico in generale.

Progetti futuri: futuro all’insegna della continuazione della collaborazione con Rune Guneriussen, artista di cui la galleria è il punto di riferimento in Italia. Nessun’altra fiera di fotografia all’orizzonte per ora.

*Max Cardelli, Platinotype on Tosa Hakkinshi, 37 x 45 cm

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Il Ponte
WopArt 2019
Wannenes
Cambi |istituzionale
Bertolami | 10 sett