Meeting Art
Pubblicato il: mer 06 Mar 2019
Print Friendly and PDF

Hockney a 37,661,250 £ traina la Evening di Christie’s a Londra

79,282,000, 42 lotti offerti, 3 invenduti, 1 ritirato (Damien Hirst). Questi i numeri della Post War & Contemporary londinese di Christie’s, guidata da David Hockney.

L’omologa asta del 2018 aveva fruttato ben di più, GBP 137,989,750. Oggi, inoltre, quasi la metà del fatturato è arrivato da un singolo lotto, la star della serata: il doppio ritratto di  Hockney del 1969 che era stimato intorno ai 30 milioni di sterline ed è stato battuto a 37,661,250£. E’ il ritratto del curatore e del suo compagno ‘Henry Geldzahler and Christopher Scott” proveniente  dalla collezione di Barney A. Ebsworth,  in parte già esitata sempre lo scorso novembre e che ha archiviato $323,508,250.

«È un dipinto spartiacque in cui David alla fine ha abbandonato l’idea di essere un “artista moderno” e ha deciso, invece, di essere il miglior artista che potesse essere» Queste le parole dello stesso Geldzahler (citato in P. Richard, “Il pittore e il suo soggetto”, The Washington Post, 30 marzo 1979, pagina 8).

 Geldzahler è stato ritratto da Hockney in un momento decisivo della sua carriera di curatore, quando ha organizzato una delle sue mostre più importanti e rivoluzionarie: “New York Painting and Sculpture: 1940-1970”, nota ai più come “Henry’s Show”. Di grandi dimensioni, il dipinto sembra invitare lo spettatore a entrare nell’intimità di alcuni dei più cari amici dell’artista. Il curatore e il suo compagno sono ritratti nel loro appartamento sulla Settima Strada a NY. E’ il terzo lavoro della serie di grandi dimensioni di sette doppi ritratti che Hockney creò tra il 1968 e il 1975. Quattro si trovano in collezioni museali. Uno  dei doppi ritratti di questa serie è quello da 90,312,500 $ venduto a New York lo scorso novembre, sempre da Christie’s. “Portrait of an Artist (Pool with Two Figures)” al momento è  la tela che detiene il primato di opera più cara in assoluto battuta in asta di un artista vivente. Precedentemente era  “Orange balloon dog” del 1994 di Jeff Koons che era stato battuto a 58,4 milioni di dollari nel 2013.

Tornando agli altri lotti, si segnalano risultati altalenanti. Alcuni lotti sono stati venduti sotto le stime, mentre altri ben al di sopra. Il primo lotto della serata ‘Patrick and Omari’, un altro doppio ritratto, di Jordan Casteel ha archiviato il nuovo record per l’artista con l’aggiudicazione a  £299,250 (era stimato 40-60 mila). Nuovo record anche per Jonathan Yeo con ‘Claire’s Room (Grayson Perry)’  battuto a  £125,000. Il monumentale lavoro di Adrian Ghenie  ‘ The Collector 4’, ha fatto  £2,651, 250.

4.8 (95%) 4 votes

Autore

- Giornalista pubblicista. Laureata in Scienze dei Beni Culturali (curriculum Storia dell’Arte) con specializzazione in Storia e Critica dell’Arte presso l’Università degli Studi di Milano.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Maison Bibelot
Bertolami | 21 mag
Blindarte
Il Ponte
WopArt 2019
Bertolami Fine Arts
Wannenes
PANDOLFINI
Cambi |istituzionale
Aste Boetto