meeting art istituzionale
Pubblicato il: dom 20 Gen 2019
Print Friendly and PDF

Cani, gatti e dromedari. Gli animali nell’arte in mostra a Brescia. Tutte le immagini

Leda avvinghiata a un candido cigno, un vecchio teneramente stretto al suo carlino e una coppia a passeggio con un esotico dromedario. A Palazzo Martinengo di Brescia è stata inaugurata la mostra Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti, curata da Davide Dotti e aperta al pubblico dal 19 gennaio al 9 giugno 2019.

Francesco Ubertini detto Bachiacca, Leda e il cigno, olio su tavola, 57 x 78 cm. Bergamo, Accademia Carrara

80 capolavori, provenienti da musei, pinacoteche e collezioni private ed estere, presentano il primo bestiario artistico fin’ora mai realizzato in Europa: dalle iconografie della tradizione biblica a quelle della letteratura classica greca e latina, fino alle scene di vita quotidiana, il mondo animale è sempre stato presente nella storia dell’arte, protagonista, comprimario o come figura essenziale nello svolgimento mitologico. Dieci sezioni accolgono le tele di Guercino, Ceruti, Grechetto, Campi, Bachiacca, Cavalier d’Arpino e tanti altri artisti che operarono tra XVI e XVIII secolo, offrendo la possibilità di ammirare opere inedite o mai esposte in una mostra pubblica. Si tratta, nel primo caso, del “Ritratto di gentiluomo con labrador” del fiorentino Lorenzo Lippi, della “Venere, amore e cagnolino vestito da bambina” del veneziano Pietro Liberi e del “Ritratto di ragazzino con cane” del genovese Domenico Fiasella. È invece per Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto e la sua coppia di tele “Vecchio con carlino” e “Vecchio con gatto” la prima apparizione in un’istituzione museale pubblica. Non sono presenti solo cani, gatti, pesci, rettili o animali da fattoria, con il piano superiore di Palazzo Martinengo si viene infatti trasportati in un fantastico ambiente esotico popolato da scimmie, pappagalli, dromedari, tigri, elefanti e leoni. Attraverso le opere è curioso notare come l’animale abbia da sempre ricoperto un ruolo fondamentale nella vita dell’uomo, da fedele compagno ad alter ego dello stesso, fino ad incarnare virtù e passioni.

Francesco Zuccarelli, Coppia orientale con dromedario, olio su tela, 172 x 117 cm. Collezione Banca Popolare di Vicenza in l.c.a.

Il tema della mostra, tuttavia, non si limita a raccogliere e celebrare la straordinarietà della pittura figurativa di epoca rinascimentale e barocca, ma si pone in dialogo con le problematiche che coinvolgono il mondo animale oggi, quali la salvaguardia delle specie protette, la lotta contro il bracconaggio e gli squilibri dell’ecosistema. Questo ha portato a due importanti collaborazioni, con il WWF Italia e con il Dipartimento di Scienze Naturali e Zoologia dell’Università di Pisa, che hanno permesso di corredare le opere esposte con schede speciali riguardanti informazioni utili e curiosità sulle specie animali.

Qui di seguito le immagini in anteprima.

Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti. Palazzo Martinengo, Brescia | ArtsLife

 

Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti. Palazzo Martinengo, Brescia | ArtsLife

 

Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti. Palazzo Martinengo, Brescia | ArtsLife

 

Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti. Palazzo Martinengo, Brescia | ArtsLife

 

Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti. Palazzo Martinengo, Brescia | ArtsLife

 

Luca Giordano, Ratto di Europa, olio su tela, 125 x 173 cm. Collezione privata | ArtsLife

 

Michelangelo Pace da Campidoglio, Ritratto di levriero, olio su tela, 174 x 251 cm. Milano, Collezione Koelliker | ArtsLife

 

Giacomo Ceruti, Ritratto di vecchio con carlino, olio su tela, 74 x 57 cm. Collezione privata | ArtsLife

 

Informazioni utili

Gli animali nell’arte, dal Rinascimento a Ceruti
19 gennaio – 9 giugno 2019

Palazzo Martinengo, via dei Musei 30
Brescia

Orari:
mercoledì, giovedì e venerdì: dalle 9.00 alle 17.30
sabato, domenica e festivi: dalle 10.00 alle 20.00
lunedì e martedì chiuso

La biglietteria chiude un’ora prima dell’orario di chiusura della mostra

Aperture straordinarie: Pasqua, Pasquetta, 25 Aprile, 29 aprile, 30 aprile, 1 maggio, 2 giugno

 

Info e prenotazioni:
327.3339846;
info@amicimartinengo.it

Sito web ufficiale 

[Prima immagine: Lorenzo Lippi, Ritratto di gentiluomo con labrador, olio su tela, 93 x 137 cm. Collezione privata]

 

Da Guercino a Ceruti, gli animali nell’arte. In anteprima da Palazzo Martinengo di Brescia le immagini della mostra

4 (80%) 6 votes

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Maison Bibelot
Il Ponte | 22 apr
WANNENES | ISTITUZ
genova | 26 aprile
WopArt 2019
Cambi |istituzionale
Bertolami Fine Arts
Andrey Esionov