meeting art istituzionale
Pubblicato il: mar 08 Gen 2019
Print Friendly and PDF

Da Mariotto di Nardo a Niccolò di Pietro Gerini. Si arricchisce la Galleria dell’Accademia di Firenze

Maestro della Cappella Bracciolini (Pistoia e Firenze, 1390-1430 circa)Madonna dell’Umiltà celeste e quattro santi, particolare

Maestro della Cappella Bracciolini (Pistoia e Firenze, 1390-1430 circa)Madonna dell’Umiltà celeste e quattro santi, particolare

Una mostra presenta al museo fiorentino alcune opere acquistate sul mercato antiquario, altre pervenute grazie a donazioni, altre da confische dei Carabinieri, altre giunte dalla Certosa di Firenze

Veri e propri capolavori recuperati, restaurati e salvati da una sicura dispersione grazie alla dedizione di molte persone che lavorano, come noi della Galleria dell’Accademia di Firenze, per la salvaguardia del patrimonio culturale e artistico”. Così la direttrice Cecilie Hollberg presenta la mostra Nuove Acquisizioni 2016-2018, che dal 22 gennaio al 5 maggio presenterà al museo fiorentino alcune opere acquistate sul mercato antiquario, altre pervenute grazie a donazioni, altre da confische in seguito all’esportazione illecita ad opera del Nucleo Patrimonio dei Carabinieri, altre, infine, giunte in Galleria dai depositi della Certosa di Firenze.

Mariotto di Nardo (Firenze, 1365 circa – 1424 circa), Angelo annunziante,1420 circa

Mariotto di Nardo (Firenze, 1365 circa – 1424 circa), Angelo annunziante,1420 circa

Spiccano le tavole acquisite nel 2017 con i fondi ordinari della Galleria dell’Accademia, due raffinati sportelli provenienti da un tabernacolo disperso di Mariotto di Nardo. I pannelli frammentati sono stati comprati da due diversi proprietari e ricomposti dopo l’acquisto. Il tabernacolo, impreziosito da raffinate decorazioni in pastiglia dorata che racchiudono le figure dei santi, è sicuramente frutto di una committenza prestigiosa ed è stato eseguito dall’artista intorno al 1420. Due strepitose opere come I due santi di Niccolò di Pietro Gerini, in origine scomparto destro di un trittico disperso, e la Madonna dell’Umiltà del raro Maestro della Cappella Bracciolini, sono state assegnate alla Galleria dopo il brillante recupero da parte del Reparto Operativo dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Roma.

www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Cambi |istituzionale
Wannenes
Bertolami | 10 lug
WopArt 2019
Il Ponte
PANDOLFINI