meeting art istituzionale
Pubblicato il: mar 11 Dic 2018
Print Friendly and PDF

Bianchi, Ceccobelli, Dessì, Gallo, Nunzio, Pizzi Cannella, Tirelli. Immagini della mostra della Scuola di San Lorenzo a Jesi

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

La mostra “La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana” presenta negli spazi di Palazzo Bisaccioni una selezione di circa quaranta opere dei protagonisti del gruppo di Via Degli Ausoni

Questi artisti non si sono identificati con il luogo, ma è proprio quest’ultimo che li ha identificati e ne è rimasto a suo volta segnato”. Quale luogo? Un edificio della cosiddetta archeologia industriale, l’ex Pastificio Cerere, nel quartiere romano di San Lorenzo. È così che la critica Patrizia Ferri parla degli artisti di Via Degli Ausoni, gruppo nato tra la metà degli Anni Settanta e gli inizi degli Anni Ottanta ed animato da Domenico Bianchi, Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Nunzio (Di Stefano), Piero Pizzi Cannella, Marco Tirelli. Si fanno conoscere quasi in contemporanea con i protagonisti della Transavanguardia, i Cucchi, Chia, Clemente, Paladino, De Maria, dai quali prendono, però, subito le distanze, soprattutto rispetto alla pratica della “citazione”.

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

Ora alla “Scuola di San Lorenzo” – altro nome con cui è noto il gruppo – dedica una mostra la Fondazione della Cassa di Risparmio di Jesi, in collaborazione con la Galleria GINOMONTI arte contemporanea di Ancona, curata da Giancarlo Bassotti con il contributo critico di Marco Tonelli. Una selezione di opere, circa quaranta, rappresentative di quello che è stato uno dei poli più importanti dell’arte contemporanea negli ultimi decenni. Visibile a Jesi negli spazi di Palazzo Bisaccioni fino al 17 marzo 2019: noi ne anticipiamo una galleria di immagini…

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

http://www.fondazionecrj.it

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

La Scuola di San Lorenzo. Una Factory romana, Palazzo Bisaccioni, Jesi

5 (100%) 5 votes

Autore

- Giornalista, scrittore, critico e curatore di mostre. È nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, da 25 anni lavora per riviste d’arte prima come redattore de Il Giornale dell’Arte, poi come caporedattore delle testate Exibart, poi Artribune, attualmente ArtsLife. Ha curato il volume “Rigando dritto”, raccolta di scritti dell’artista Piero Dorazio, pubblicato nell’aprile 2005 dall’editore Silvia Editrice di Milano. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra “Artsiders”, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Nel 2018 ha curato la mostra “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari nella pittura italiana”, nelle due sedi di Palazzo del Popolo e Palazzo del Vignola, a Todi, e la mostra “Beverly Pepper tra Todi e il mondo” nel Palazzo del Popolo di Todi. Nel 2019 ha pubblicato il libro “Margherita Sarfatti. Più”, presso Manfredi Edizioni.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Wannenes
WopArt 2019
Cambi
Bertolami | 20 giu
Maison Bibelot
Cambi Casa d'Aste