Meeting Art
Pubblicato il: lun 26 Feb 2018
Print Friendly and PDF

Se i droni sostituiscono le modelle. Ecco il video della scioccante sfilata Dolce & Gabbana a Milano

Droni in passerella nella sfilata Dolce & Gabbana a Milano

Droni in passerella nella sfilata Dolce & Gabbana a Milano

I piccoli velivoli hanno presentato al pubblico le borse della collezione Autunno Inverno 2018 2019 del marchio. A New York la modella Irina Shayk aveva già sfilato in compagnia di un robot alto più di due metri

Un evento destinato ad aprire lunghi dibattiti fra il sociologico e il filosofico nel dorato mondo della moda. Da una parte perché finalmente saranno destituiti di fondamento gli ormai triti – anche se fondati – discorsi sugli eccessi fisici delle modelle, sui cattivi simboli che portano le ragazze a inseguire sempre di più una forma fisica esile e diafana, eccetera. Dall’altra perché introduce una sensazione di relativismo in un ambiente che ne era decisamente lontano: nessuno oggi può esser tranquillo, tutti prima o poi saranno sostituiti da robot. Qual è evento rivoluzionario evento? Una sfilata degli stilisti Dolce & Gabbana, andata in scena ieri 25 febbraio al Metropol di Milano, nell’ambito della Milan Fashion Week.

Cosa è successo di tanto sensazionale? Che a un certo punto sulla passerella le “classiche” modelle hanno lasciato il posto a una pattuglia di scintillanti droni, impeccabili nel presentare all’allibito pubblico le borse della collezione Autunno Inverno 2018 2019 del marchio. “Il mondo della robotica è pronto ad invadere anche le passerelle e il fashion system – ha commentato Vogue -, solo poche settimane fa, alla New York Fashion Week, la super model Irina Shayk aveva sfilato per Philipp Plein in compagnia di un robot alto più di due metri”.

http://www.dolcegabbana.it/

5 (100%) 2 votes

Autore

- Giornalista, scrittore, critico e curatore di mostre. È nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, da 25 anni lavora per riviste d’arte prima come redattore de Il Giornale dell’Arte, poi come caporedattore delle testate Exibart, poi Artribune, attualmente ArtsLife. Ha curato il volume “Rigando dritto”, raccolta di scritti dell’artista Piero Dorazio, pubblicato nell’aprile 2005 dall’editore Silvia Editrice di Milano. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra “Artsiders”, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Nel 2018 ha curato la mostra “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari nella pittura italiana”, nelle due sedi di Palazzo del Popolo e Palazzo del Vignola, a Todi, e la mostra “Beverly Pepper tra Todi e il mondo” nel Palazzo del Popolo di Todi. Nel 2019 ha pubblicato il libro “Margherita Sarfatti. Più”, presso Manfredi Edizioni.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

PANDOLFINI
Aste Boetto
WopArt 2019
Wannenes
Bertolami Fine Arts
Maison Bibelot
Cambi |istituzionale
Blindarte
Bertolami | 21 mag
Il Ponte