meeting art istituzionale
Pubblicato il: sab 10 Feb 2018
Print Friendly and PDF

Tre cose che farò nel 2018. Norma Mangione

Norma Mangione (Foto Sebastiano Pellion Di Persano)

Norma Mangione (Foto Sebastiano Pellion Di Persano)

Scopriamo i progetti per l’anno appena iniziato dei protagonisti del sistema dell’arte italiana: critici e storici dell’arte, direttori di museo, artisti, galleristi, collezionisti, operatori culturali

1. Viktor Kolář. A maggio aprirò in galleria la mostra di Viktor Kolář (1941), uno dei più importanti fotografi della Repubblica Ceca, che ha immortalato la sua regione, Ostrava, dagli anni ’70 a oggi con immagini straordinarie.

2. Salvo. L’anno scorso ho iniziato a rappresentare in galleria il lavoro di mio padre Salvo e questo è stato un grande cambiamento professionale. C’è molta attenzione per la sua opera e ci sono tantissime cose da fare, sia come archivio che come galleria. Quest’anno lavorerò a varie mostre e progetti sul suo lavoro.

3. no stress. Nel 2018 cercherò di ritagliarmi più tempo per leggere, scrivere, studiare e pensare.


Norma Mangione (Torino, 1977) ha lavorato come critica, curatrice e art-editor di Uovo, magazine di cultura contemporanea. Nel 2009 ha aperto la sua galleria a Torino. Dal 2016 ha fondato, insieme a sua madre Cristina Tuarivoli, l’associazione Archivio Salvo.

http://normamangione.com/it/

4 (80%) 1 vote

Autore

- Giornalista, scrittore, critico e curatore di mostre. È nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, da 25 anni lavora per riviste d’arte prima come redattore de Il Giornale dell’Arte, poi come caporedattore delle testate Exibart, poi Artribune, attualmente ArtsLife. Ha curato il volume “Rigando dritto”, raccolta di scritti dell’artista Piero Dorazio, pubblicato nell’aprile 2005 dall’editore Silvia Editrice di Milano. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra “Artsiders”, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Nel 2018 ha curato la mostra “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari nella pittura italiana”, nelle due sedi di Palazzo del Popolo e Palazzo del Vignola, a Todi, e la mostra “Beverly Pepper tra Todi e il mondo” nel Palazzo del Popolo di Todi. Nel 2019 ha pubblicato il libro “Margherita Sarfatti. Più”, presso Manfredi Edizioni.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Bertolami | 10 sett
WopArt 2019
Il Ponte
Wannenes
Cambi |istituzionale
Artcurial