meeting art istituzionale
Pubblicato il: dom 24 Dic 2017
Print Friendly and PDF

La Francia ha dominato l’asta di Design da Il Ponte. Top price per Pierre Chareau

Il Ponte

Il Ponte ha chiuso in bellezza il 2017 con l’asta di Arti Decorative del ’900 e Design, che ha totalizzato 1.373.590 euro de il 72% di lotti venduti. Il top price dell’asta è stato raggiunto dallo sgabello modello “Curule SN1” attribuito a Pierre Chareau battuto a 187.500 euro (lotto 459). Seguono il paravento modello “Brick” attribuito a Eileen Gray che ha raggiunto 93.750 euro (lotto 461) e il tavolino in legno laccato attribuito a Paul Follot che ha chiuso a 87.500 euro (lotto 457).

Lotto 459 Pierre Chareau (attribuito) Sgabello modello “Curule SN1”. Parigi, 1927-1930 ca. Valutazione € 5.500,00 – 6.000,00 Aggiudicazione € 187.500,00

Lotto 459
Pierre Chareau (attribuito)
Sgabello modello “Curule SN1”. Parigi, 1927-1930 ca.
Valutazione € 5.500,00 – 6.000,00
Aggiudicazione € 187.500,00

 

Lotto 461 Eileen Gray (attribuito) Paravento modello “Brick”, disegnato nel 1922-1923 Valutazione € 10.000,00 – 12.000,00 Aggiudicazione € 93.750,00

Lotto 461
Eileen Gray (attribuito)
Paravento modello “Brick”, disegnato nel 1922-1923
Valutazione € 10.000,00 – 12.000,00
Aggiudicazione € 93.750,00

Lotto 457 Paul Follot (attribuito) Tavolino in legno laccato. Francia, 1929 ca. Valutazione € 3.000,00 – 3.500,00 Aggiudicazione € 87.500,00

Lotto 457
Paul Follot (attribuito)
Tavolino in legno laccato. Francia, 1929 ca.
Valutazione € 3.000,00 – 3.500,00
Aggiudicazione € 87.500,00

L’Architetto Stefano Poli, direttore di dipartimento, ha commentato: «Il Déco francese e l’intera collezione di William Bowman hanno calamitato le attenzioni di importanti collezionisti. Il pubblico in sala e online ha apprezzato molto questa selezione e ha ridato il giusto riconoscimento ad un gusto che, almeno in Italia, era sinora rimasto nell’ombra». Non solo i complementi d’arredo, ma anche i vetri francesi hanno registrato risultati molto buoni e in parte inaspettati.

Immancabile il successo dei vetri Venini con una nuova attenzione agli esemplari degli anni ’70 e ’80. Fra le ceramiche d’arte le manifatture Lenci, in particolare, hanno ottenuto ottimi risultati grazie alle sculture “Nuda con Fauno” battuta a 8.750 euro e “Cameriera con gatto”, che ha raggiunto i 5.000 euro.

«Complessivamente l’interesse per gli artisti italiani resta indiscusso e si assesta su livelli sempre molto alti. Disegni, complementi d’arredo, ma soprattutto l’illuminazione hanno catalizzato l’attenzione del pubblico» prosegue Poli. L’armadio a tre ante in legno laccato rosso pompeiano di Piero Portaluppi, certamente fra le opere storicamente più interessanti della vendita, stato aggiudicato a 30.000 euro e lo studio planimetrico per Villa Ottolenghi di Carlo Scarpa è arrivato a 6.875 euro. Per quanto concerne l’illuminazione, le performance migliori sono state ottenute dalle lampade di Max Ingrand per Fontana Arte, seguite da quelle di Luigi Caccia Dominioni e Ignazio Gardella per Azucena.

Lotto 349 Piero Portaluppi Armadio a tre ante. Milano, 1933. Valutazione € 8.000,00 – 10.000,00 Aggiudicazione € 30.000,00

Lotto 349
Piero Portaluppi
Armadio a tre ante. Milano, 1933.
Valutazione € 8.000,00 – 10.000,00
Aggiudicazione € 30.000,00

Gio Ponti registra risultati significativi in ogni ambito: dai disegni (“Colombe”, 1.750 euro) alle lampade (coppia di lampade della serie “Quadri Luminosi”, 21.250 euro), dai complementi d’arredo (poltrona modello “807a-distex”, 21.250 euro) alle maioliche (orcio biansato “L’edile”, 26.250 euro – “La lettura”, 17.500 euro). Tra gli altri nomi che hanno avuto risultati significativi si segnalano: Angelo Mangiarotti, Ico Parisi, Tomaso Buzzi, Aldo Rossi, Gaetano Pesce.

Lotto n° 434 GIO PONTI  (  Milano   1891  -  Milano   1979  ) "L'edile" Orcio biansato con manici a cerchietto in maiolica formata a stampo, dipinta a mano sotto vetrina, con fondo porpora e figurazione classica in ocra, azzurro e nero Valutazione 4.200,00 - 4.500,00€ Battuto 21.000,00€

Lotto n° 434
GIO PONTI
 ( Milano   1891  –  Milano   1979 )
“L’edile”
Orcio biansato con manici a cerchietto in maiolica formata a stampo, dipinta a mano sotto vetrina, con fondo porpora e figurazione classica in ocra, azzurro e nero
Valutazione 4.200,00 – 4.500,00€
venduto 26.250 euro

 

Asta Il Ponte

19-20 dicembre 2017

Via Pitteri 10, Milano
Tel. +39 02 8631425

www.ponteonline.com

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Il Ponte
Cambi |istituzionale
Wannenes
WopArt 2019
Bertolami | 10 sett
Artcurial