meeting art istituzionale
Pubblicato il: mar 09 Dic 2014
Print Friendly and PDF

Le monete romane di Bolaffi volano all’estero per 440mila €

Sono state aggiudicate a 440 mila euro le dieci monete romane di epoca imperiale passate all’asta a Torino da Bolaffi. Partivano da una base d’asta complessiva 160 mila euro.

9a

I dieci aurei con i profili di Augusto, Tiberio, Claudio, Aureliano, Antonino Pio, Probo e Galeria Valeria erano appartenuti al Metropolitan Museum of Art di New York, che negli anni Settanta li aveva venduti all’incanto a Zurigo, e prima ancora ad alcune delle più importanti raccolte europee dell’Ottocento (Gustave de Ponton d’Amécourt, Edward H. Bunbury e Hyman Montagu). Ricomparsi sul mercato dopo quarant’anni anni all’asta numismatica Bolaffi del 4 e 5 dicembre, le monete sono state tutte aggiudicate a compratori stranieri.

L’ad del Gruppo Bolaffi, Giulio Filippo Bolaffi, ha commentato: «È una performance del tutto eccezionale per il mercato numismatico italiano, resa possibile da monete uniche per rarità, qualità e provenienza. Resta un solo rammarico: che nessun compratore italiano abbia partecipato all’acquisto di questi lotti per conservare nel nostro paese questo patrimonio storico e collezionistico. Penso che il motivo non sia tanto l’attuale crisi quanto la paura di spendere denaro nel nostro paese».

Nell’insieme, il titolo di top lot va all’aureo di Galeria Valeria, figlia di Diocleziano, volato a oltre 100mila euro (da 50mila di base), seguito da quello di Probo, passato di mano per 67mila; l’esemplare di Antonino Pio, ceduto per 50mila euro, ha invece ottenuto il più alto realizzo mai raggiunto all’asta per questa moneta.

Galeria Valeria

Il realizzo complessivo dei due giorni d’asta è di oltre 2 milioni di euro. «Con questo risultato le aste Bolaffi raggiungono e superano i realizzi delle principali aste internazionali di monete antiche», ha dichiarato Maurizio Piumatti, ad delle Aste Bolaffi.

2 (40%) 1 vote

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

WopArt 2019
Il Ponte
Wannenes
Cambi |istituzionale
Bertolami | 10 sett