meeting art istituzionale
Pubblicato il: sab 02 Feb 2019
Print Friendly and PDF

Domenica musei gratis: ecco le mostre da non perdere a Roma!

Giacomo Balla- Il Dubbio 1907-1908 Olio su carta Galleria d'Arte Moderna

*

Da Balla a Rotella, da Schifano a Lisetta Carmi, tutte le mostre da non perdere approfittando dell’ingresso gratuito ai musei.

MUSEI CIVICI

Torna l’appuntamento con l’ingresso gratuito la prima domenica del mese, nei Musei Civici riservato ai residenti a Roma e nella Città Metropolitana. Oltre alle collezioni permanenti dei Musei, è possibile visitare gratuitamente le tante mostre in corso a esclusione di Marcello Mastroianni al Museo dell’Ara Pacis e Il Sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961 al Museo di Roma. Sarà inoltre aperto al pubblico gratuitamente il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali dalle ore 8.30 alle 16.30, con l’ultimo ingresso alle 15.30. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso in prossimità della Colonna di Traiano e, dopo il percorso attraverso i Fori di Traiano e di Cesare, la prosecuzione attraverso il breve camminamento nel Foro di Nerva, che permette di accedere al Foro Romano mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato.

L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Di seguito ve ne proponiamo alcune particolarmente interessanti:

DONNE. CORPO E IMMAGINE TRA SIMBOLO E RIVOLUZIONE

Galleria d’Arte Moderna – Fino al 13 Ottobre 2019
La figura femminile attraverso artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri.

Informazioni: www.galleriaartemodernaroma.it

Giacomo Balla, Il dubbio, 1907-1908, olio su carta, Roma, Galleria d’Arte Moderna

Giacomo Balla, Il dubbio, 1907-1908, olio su carta, Roma, Galleria d’Arte Moderna

BALLA A VILLA BORGHESE 
Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese – Fino al 17 febbraio (mostra sempre a ingresso gratuito e non solo in occasione della Domenica al museo)
Un’occasione per presentare un focus incentrato esclusivamente sulle opere dipinte nella Villa, con un’indagine sulla prima produzione pittorica dell’artista che, non ancora futurista, è già rivolta allo studio della luce e del colore.

Informazioni: leggi la nostra recensione QUI

Maggio 1906 circa Trittico, olio su tela, cm. 73 x 187 Roma, Palazzo della Consulta al Quirinale, Corte Costituzionale [Inv. 00400]

Maggio 1906 circa Trittico, olio su tela, cm. 73 x 187 Roma, Palazzo della Consulta al Quirinale, Corte Costituzionale [Inv. 00400]

LISETTA CARMI- LA BELLEZZA DELLA VERITA’
Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio 1/b – Fino al 3 marzo
La prima esposizione pubblica a Roma dedicata all’artista ultranovantenne che, con i suoi scatti, ha anticipato i tempi e realizzato con autonomia interpretativa un percorso artistico caratterizzato dall’uso innovativo del medium fotografico.
Informazioni: Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9:00 – 19:00) – www.museodiromaintrastevere.it

Lisetta Carmi, I travestiti, La Novia, Genova,1965_1967, @Lisetta Carmi, courtesy Martini & Ronchetti

Lisetta Carmi, I travestiti, La Novia, Genova,1965_1967, @Lisetta Carmi, courtesy Martini & Ronchetti

LA ROMA DEI RE. IL RACCONTO DELL’ARCHEOLOGIA
Musei Capitolini – Termina il 5 maggio 2019
La mostra si focalizza sulla fase più antica della storia di Roma, illustrando gli aspetti salienti della formazione della città e ricostruendo costumi, ideologie, capacità tecniche, contatti con ambiti culturali diversi, trasformazioni sociali e culturali che interessarono Roma nel periodo in cui la città, secondo le fonti storiche, era governata da re.
Da non perdere perché: Grazie a lunghe attività di revisione, restauro e studio è possibile mostrare per la prima volta al pubblico dati e reperti archeologici mai esposti prima, talvolta sorprendenti e suggestivi per la loro bellezza e modernità.
Info: Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)

Tomba ad anello

AC 12668a. Necropoli dell’Esquilino, tomba 128, askos ad anello, impasto bruno, 630/620 – 580 a.C. (fase laziale IVB)

PAPI DEI CONCILI DELL’ERA MODERNA. ARTE, STORIA, RELIGIOSITA’ E CULTURA. 

Musei Capitolini – Palazzo dei Conservatori – Sale piano terra. Fino al 5 maggio 2019
La mostra costituisce un’occasione unica per ripercorrere la storia degli ultimi tre concili dell’età moderna.
www.museicapitolini.org

VENTO, CALDO, PIOGGIA, TEMPESTA. ISTANTANEE DI VITA E AMBIENTE NELL’ERA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI
Museo di Roma in Trastevere – Fino al 10 marzo
La mostra fotografica di Greenpeace Italia al Museo di Roma in Trastevere racconta gli impatti dei cambiamenti climatici, con oltre 50 scatti provenienti da varie parti del mondo.
Informazioni: 060608 (tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00)

Una mostra fotografica di Greenpeace Italia al Museo di Roma in Trastevere racconta gli impatti dei cambiamenti climatici

Acclaimed Italian composer and pianist Ludovico Einaudi performs one of his own compositions on a floating platform in the Arctic Ocean, in front of the Wahlenbergbreen glacier (in Svalbard, Norway).

RITRATTO DI UN PIANETA SELVAGGIO

Museo Civico di Zoologia – Fino al 24 febbraio 2019

Un progetto del fotografo naturalista Simone Sbaraglia che documenta le meraviglie naturali per cercare di preservarle dal cambiamento
Informazioni: www.museodizoologia.it

Simone Sbaraglia Tigre, 2016

Simone Sbaraglia
Tigre, 2016

LADWING POLLAK. ARCHEOLOGO E MERCANTE D’ARTE. Gli anni d’oro del collezionismo internazionale. Da Giovanni Barracco a Sigmund Freud
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco – Fino al 5 maggio
Le opere in mostra -nella sede del Museo Barracco e nella sede del Museo Ebraico di Roma – ripercorrono la storia professionale e personale del grande collezionista: dalle sue origini nel ghetto di Praga, agli anni d’oro del collezionismo internazionale, alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.
Informazioni: 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

Ricostruzione virtuale del gruppo di Mirone dell'Atena e Marsia. l'Atena fu riconosciuta da Pollak e da lui venduta nel 1909

Ludwig Pollak. Archeologo e mercante d’arte
Ricostruzione virtuale del gruppo di Mirone dell’Atena e Marsia. l’Atena fu riconosciuta da Pollak e da lui venduta nel 1909

MUSEI STATALI

Torna in tutta Italia l’ingresso gratuito nei musei e nelle aree archeologiche statali. In questo caso l’ingresso è gratuito per tutti e non solo per i residenti a Roma come nel caso dei musei civici. Potrete trovare l’elenco completo nella pagina dedicata all’iniziativa dal Mibac con tutti i link che vi forniranno indirizzi , orari e informazioni varie..
Ricordiamo che alcuni luoghi sono visitabili su prenotazione. Si consiglia di consultare sempre le schede di dettaglio sul sito del Mibact e, prima di effettuare la visita, si consiglia sempre di telefonare alla sede museale per accertarsi della sua apertura.
ArtsLife vi propone alcune mostre particolarmente interessanti che potrete visitare gratuitamente insieme alle collezioni permanenti ma occorre ricordare che l’ingresso gratuito non sempre comprende la visita alle mostre in corso per le quali invece potrebbe rimanere in vigore la tariffazione apposita (sul link del Mibac che vi abbiamo fornito trovate tutte le informazioni che vi servono per contattare la sede che vi interessa visitare).

ETRUSCHIFANO – MARIO SCHIFANO A VILLA GIULIA : UN RITORNO
Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia – Fino al 10 marzo
In occasione del ventennale della scomparsa di uno dei massimi esponenti della pittura contemporanea, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dedica una mostra a Mario Schifano, la cui vicenda biografica e artistica è intessuta di stringenti legami con la civiltà etrusco-italica in generale e in particolare con il Museo di Villa Giulia, dove lavorò dal 1951 al 1962 come restauratore e lucidatore di disegni.
Informazioni: Tel 06 322 6571 – http://www.villagiulia.beniculturali.it

Locandina mostra etruschifano

Locandina mostra Etruschifano

MIMMO ROTELLA- MANIFESTO
Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma – Fino al 10 febbraio
Con le sue centosessanta opere, ‘Mimmo Rotella Manifesto‘ – questo il titolo dell’esposizione a cura di Germano Celant con Antonella Soldaini — si propone come una delle più importanti e complete mostre riguardanti la poliedrica produzione dell’artista.
Informazioni: leggi la nostra recensione QUI

Locandina della msotra Immagine © Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Romra

Locandina della msotra
Immagine © Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma

JOINT IS OUT OF TIME
Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea – dal 22/01/2019 al 02/06/2019
La collezione permanente già rivoluzionata nell’allestimento dalla Direttrice Cristiana Collu sarà ridefinita da un nuovo innesto di sette artisti contemporanei di provenienza internazionale, segnando un ulteriore evoluzione del progetto Time si Out of Joint.

Informazioni: leggi la nostra recensione QUI

Joint is Out of Time Allestimento della mostra

Joint is Out of Time
Allestimento della mostra

VASARI PER BINDO ALTOVITI. IL CRISTO PORTACROCE

Gallerie Nazionali di Arte Antica – Galleria Corsini- Fino al 30 giugno 2019

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano per la prima volta al pubblico nella sede di Galleria Corsini a Roma, un capolavoro recentemente riscoperto di Giorgio Vasari: il Cristo Portacroce, realizzato per il banchiere e collezionista Bindo Altoviti nel 1553. Il dipinto costituisce uno dei vertici della produzione dell’artista aretino e uno degli ultimi dipinti realizzati a Roma prima della sua partenza per Firenze.

Informazioni: www.barberinicorsini.org

Giorgio Vasari (Arezzo 1511 -Firenze 1574) Cristo portacroce, 1553 olio su tavola, cm. 90,8 x 71 Collezione privata

Giorgio Vasari (Arezzo
1511 -Firenze 1574)
Cristo portacroce, 1553
olio su tavola, cm. 90,8 x 71
Collezione privata

LA STANZA DI MANTEGNA. CAPOLAVORI DAL MUSEO JACQUEMART- ANDRE’ DI PARIGI
Palazzo Barberini – Fino al 3 febbraio 2019
Un’altra delle pregevoli piccole mostre di Palazzo Barberini che accompagnano la visita alla celebre collezione permanente. In mostra, oltre ad alcuni capolavor iprovenienti dal Museo Jacquemart-Andrè di Parigi -che possiede la più importante collezione italiana a Parigi dopo il Louvre – uno dei capolavori assoluti di Mantegna.
Da vedere perché: Si tratta di capolavori che raramente lasciano il museo di provenienza e che difficilmente si vedranno tornare in prestito – a breve termine – nel nostro paese.
Informazioni: leggi la nostra recensione QUI

Andrea Mantegna (Isola di Carturo 1431 – Mantova 1506) Ecce Homo , 1500 ca tempera su tela montata su tavola 54,7 x 43,5 cm

Andrea Mantegna
(Isola di Carturo 1431–Mantova 1506)
Ecce Homo -1500 ca
tempera su tela montata su tavola 54,7 x 43,5 cm
Paris, Musée Jacquemart -André – Institut de France © Studio Sébert
Photographes

*Nella foto iniziale: Giacomo Balla- Il Dubbio (particolare)
1907-1908 – Olio su carta
Galleria d’Arte Moderna

2.9 (57.07%) 41 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Cambi |istituzionale
WANNENES | ISTITUZ
Andrey Esionov
Miart 2019
Il Ponte | 22 mar
genova | 14 luglio
Artcurial | 27 marzo
Bertolami Fine Arts