Meeting Art
Pubblicato il: mer 05 Dic 2018
Print Friendly and PDF

Ecco i panettoni più buoni del Natale 2018

Il panettone è il dolce più amato e consumato durante le feste di Natale. Ormai è da tempo che si parla della destagionalizzazione di questo prodotto della pasticceria italiana, perché è talmente buono che molti vorrebbero dare inizio a tutte (o quasi) le loro giornate con una fetta di Panettone magari da pocciare nel latte. Il tipico dolce milanese, famoso in un tutto il mondo, è difficile da realizzare. Richiede ingredienti di prima scelta, tempi lunghi di lavorazione e grandi capacità nell’arte della pasticceria e della panetteria. La scelta degl’ingredienti è un primo passo fondamentale per la realizzazione di un prodotto di qualità. Tantissimi sono gli eventi organizzati in tutto il paese in onore dei panettoni. Nell’ultimo mese a Milano ci sono state due fiere sul Panettone: il “Re Panettone” e “I Maestri del Panettone”. Siamo stati ad entrambe le manifestazioni e abbiamo stilato una rassegna dei migliori.

Pasticceria Tabiano
La novità di quest’anno, esito della pluriennale esperienza di Claudio Gatti, è il panettone alla canapa e agli zuccheri naturali biologici. La società è sempre più orientata a prodotti culinari salutari e rispettosi della natura, da qui la scelta di quest’anno. La canapa contiene grandi quantità di proteine nobili (contiene tutti gli amminoacidi essenziali al corretto funzionamento del corpo umano) di cui la maggior parte dai grassi buoni omega3 ed omega6 ed è presente anche la lecitina, che aiuta il metabolismo dei grassi, oltre a numerosi fitonutrienti. Inoltre contiene numerose vitamine, tra cui A, E, B1, B2, PP, C..; Infine ha al suo interno sali minerali come ferro, calcio, magnesio, potassio, fosforo. I panettoni disponibili, acquistabili anche su e-commerce, sono tanti; oltre alla new entry, sono disponibili: la focaccia ai grani antichi, quella alle pesche, albicocche e ananas, la focaccia al cioccolato, agli agrumi di Sicilia, alla birra etrusca, all’olio extravergine di oliva e infine l’esotica al the verde.

Pasticceria Tabiano
Viale alle Fonti, 7 43039
Tabiano Terme (Parma)
https://www.pasticceriatabiano.it
Prezzo: 35 euro per la nuova focaccia alla canapa e zuccheri biologici con spedizione tramite il sito https://www.pasticceriatabiano.it/acquista.php o chiamando direttamente in azienda allo 0524 565233 30 euro per la focaccia classica ai grani antichi

 

Pasticceria Dianin
I panettoni della Pasticceria Dianin sono l’esito di uno lungo studio sui lieviti. I panettoni d&g sono morbidi, soffici e molto gustosi. Appena si apre la scatola si sente un profumo delicato e stimolante. Quello mostrato in figura è il panettone realizzato con la tecnica della vasocottura. Quest’ultima permette la lunga conservazione senza intaccare l’umidità, i profumi, i sapori, le fragranze e le proprietà organolettiche del lievitato. Questa tecnica permette al panettone di conservarsi fino a 3 anni, senza alcuna alterazione del prodotto, mentre quello tradizionale può durare fino a un massimo di 60 giorni. Inoltre il packaging che ricorda quello di un anello o un bijoux, rende questo prodotto un ottimo regalo di Natale.

Boutique Negozio
Via Montegrappa, 30 35030 Selvazzano (PD)
Tel. +39 049 637201
Fax. +39 049 8058227
https://www.degpatisserie.it

 

Pasticceria Mennella
La Pasticceria Mennella è una delle più antiche pasticceria di Torre del Greco, nata nel lontano 1969 da Antonio Mennella. Il panettone novità di quest’anno è il Melannurca. Impasto lievitato naturalmente profumato alla cannella farcito con filetti semicanditi di melannurca igp, decorato con glassa di cioccolato bianco e filetti Semicanditi di melannurca. Sono tanti i Panettoni realizzati dai fratelli Roberto e Vincenzo Mennella. Quest’ultimi combinano tradizione milanese e sapori del Sud dando voce ai prodotti tipici del territorio campano come le nocciole di Giffoni, la Melannurca Igp, gli agrumi di Sorrento, i Fichi bianchi del Cilento. Sono tante i panettoni disponibili, oltre al Melannurca sono da provare: il Panettone Crema e Amarena, il Cubano, un panettone con un impasto profumato al Rhum, il Panettone Pistacchio, il Cioccolato Bianco e il Nocciolato.
http://www.pasticceriamennella.it/torre_del_greco.html

Pasticceria Martesana
Il Panettone della Pasticceria Martesana è il primo milanese in questa rassegna. Il pasticcere Vincenzo, annusa panettone da quando aveva 12 anni e ora ne ha 65. Questa è una pasticceria di tradizione ma che ha saputo aggiornarsi nell’organizzazione e nei prodotti. Quest’anno le novità sono due: il Rusticò, integrale con frutti di bosco e il panettone gianduia e mandarino, farcito con mandarini semi canditi e in confettura, pezzi di gianduia e ricoperto da cioccolato al gianduia. Il must di questa pasticceria rimane il “Panetùn de l’Enzo”, Panettone creato dal Maestro Vincenzo Santoro con cioccolato e confettura di albicocche.
https://www.martesanamilano.com

Pasticceria Loison
La pasticceria Loison nasce nel 1938 e Dario Loison e Sonia Pilla rappresentano la terza generazione di questa casa del gusto. La novità di quest’anno è il Nerosale. L’idea di un panettone farcito al caramello salato nasce dal successo e dalla diffusione di creme a base di zucchero caramellato. Una ricetta creata senza l’utilizzo di semilavorati aggiunti, affiancato al cioccolato fondente monorigine. L’innovazione è la bussola che guida Dario in tutta la sua attività. Infatti il caramello salato che farcisce il Panettone NeroSale è 100% Made in Loison. La ricetta calibra sapientemente il dosaggio tra dolce e salato, in cui l’uno non sovrasta sull’altro, ma insieme irrompono in un gusto vivace e significante, accanto a note amarotiche del cioccolato fondente.
http://press.loison.com/index.php

Mandarin Oriental
È il secondo anno di realizzazione per il panettone del ristorante Seta del Mandarin Oriental, Milan. Come già succede nel menu del ristorante, dove Chef Antonio Guida celebra i piatti della tradizione lombarda con le sue reinterpretazioni, il Pastry Chef Nicola Di Lena e il suo Pastry Sous Chef Marco Pinna hanno voluto omaggiare il dolce simbolo della tradizione milanese.

Pasticceria Pepe
La pluripremiata Pasticceria Pepe è stata fondata da Alfonso Pepe. Quest’ultimo nel 1995 è entrato nell’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani e si è specializzato nella lavorazione dei lievitati fino a diventare uno dei primi in Italia, primo in Campania, nella preparazione del panettone. Tanti i panettoni prodotti, tuttavia quello che è sicuramente da provare è quello con panna e latte di bufala e con crema al mandarino. Oltre a quest’ultimo sono realizzati il tipico tradizionale milanese, quello senza canditi, il mandorlato, al limoncello, al cioccolato al latte, quello con cioccolato fondente, al ceffè, agli agrumi e alle albicocche.
http://www.pasticceria-pepe.it

 

Pasticceria Massari
Non potevano mancare i panettoni della Pasticceria di Iginio Massari, considerato da molti come padre putativo di pandoro e panettone. La sua cucina prepara tre tipi di panettone: il panettone tradizionale, quello al cioccolato e infine quello 3 impasti. Quest’ultimo è forse quello più particolare, la sua preparazione è più complessa e lunga. Inoltre rimane più morbido rispetto al panettone tradizionale. Quello al cioccolato è arricchito con cioccolato fondente, cioccolato al latte e cubetti d’arancia canditi.
https://www.iginiomassari.it

 

Pasticceria Tiri
Vincenzo Tiri è il pasticcere dell’omonima Pasticceria in Acerenza (PZ) attiva sin dal 1957. Tutti i loro panettoni sono realizzati con ingredienti selezionati, come le scorze d’arancia di Tursi candite in casa, e attraverso una tripla lievitazione per oltre 40 ore complessive. I panettoni di Vincenzo non hanno convinto solo la Basilicata e l’Italia, ma anche il Giappone. Oltre al panettone tradizionale, sono realizzati al caffè, al cioccolato bianco, al caramello salato, all’uvette al moscato e al doppio cioccolato.
http://www.tiri1957.it

 

Panettone artigianale “Trattoria I Du Matt”
La trattoria “I Du Matt” realizza un panettone artigianale squisito. Lo chef Mariano Chiarelli realizza un panettone caratterizzato da una pasta molto morbida ed elastica e una dolcezza ben bilanciata, grazie all’utilizzo esclusivo dello zucchero di canna integrale Muscovado e a un attenta scelta del burro, proveniente da un piccolo produttore delle colline parmensi. Si tratta di un burro che richiama alla memoria prodotti caseari della tradizione contadina, dai sentori intensi e colore giallo. Alla base del panettone di Chiarelli c’è il lievito madre con una lievitazione pura di 24 ore (complessivamente l’impasto è lavorato circa 48 ore prima che entri nel forno per la cottura). Il panettone può essere scelto nella versione con scaglie di cioccolato fondente dal caratteristico aroma e pezzi che si sciolgono piacevolmente in bocca, oppure con arancia e cedro canditi, dal sapore più mediterraneo.
Ogni panettone pesa circa 1 kg al costo di 20 euro (più eventuali spese di spedizione e confezione regalo natalizia).
http://www.idumatt.it

 

Panettone dell’hotel Regina Adelaide
Il panettone dell’hotel Regina Adelaide è realizzato dallo chef di pasticceria Giovanna Tommasi e il suo staff. Attraverso un lungo lavoro in sinergia, trasformano uova fresche, burro di centrifuga, arance candite artigianali, uvetta australiana, mandorle siciliane, lievito madre di loro produzione e miele di acacia, in impasti soffici, ad alveolatura allungata e struttura molto elastica per ottenere grande leggerezza. Ogni panettone è l’esito di 72 ore di lievitazione naturale e tanta manualità.
Disponibile da 500 o 750 grammi, si può anche ricevere comodamente a casa o inviare ad amici e parenti tramite il loro SHOP ON LINE (spedizioni in tutta Europa).
www.dolcidellaregina.it

 

Panettone del ristorante Otto Geleng
Roberto Toro è l’executive chef del bellissimo ristorante Otto Geleng all’interno del Belmond Grand Hotel Timeo. La sua esperienza e bravura lo hanno portato nel 2017 ad essere il cuoco scelto per realizzare la cena di galà per i potenti della terra riuniti in occasione del G7. Roberto quest’anno ha creato un Panettone in omaggio a Gualtiero Marchesi. Il panettone è realizzato con marron glacè e arancia candita, ricoperto da glassa al cioccolato fondente. Il tocco siciliano è il cioccolato modicano di Sabadì.
https://www.belmond.com/it/grand-hotel-timeo-taormina/hotel_timeo_restaurant

5 (100%) 2 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Pubblicità

WANNENES
Il Ponte
Mirco Cattai Fineart&Antiquerugs
Eberhard
Cambi
Maison Bibelot
Pandolfini
Cambi
Artcurial
Brafa