meeting art
Pubblicato il: lun 05 Nov 2018
Print Friendly and PDF

Banksy ad Artissima? No, era un’opera (molto precedente) di Christian Fogarolli nello stand Alberta Pane

Christian Fogarolli, Galleria Alberta Pane, Artissima 2018, Torino

Christian Fogarolli, Galleria Alberta Pane, Artissima 2018, Torino

Un’opera di Christian Fogarolli vista ad Artissima rivela curiose (ma del tutto casuali) consonanze con la “beffa” di Banksy, che ha fatto parlare mezzo mondo nelle scorse settimane

Quali fossero a nostro parere alcune fra le opere da non perdere per chi visitasse la fiera Artissima di quest’anno ve l’abbiamo detto poco dopo l’opening, così come vi abbiamo segnalate le gallerie di cui secondo noi valeva la pena andarsi a cercare lo stand fra i corridoi dell’Oval Lingotto. Ora che la rassegna ha chiuso i battenti, dobbiamo fare un addendum alle nostre indicazioni: perché a conti fatti uno dei lavori che ha suscitato maggior interesse ad Artissima era opera dell’artista Christian Fogarolli, presentata nel both della galleria Alberta Pane di Parigi/Venezia.

Christian Fogarolli, Galleria Alberta Pane, Artissima 2018, Torino

Christian Fogarolli, Galleria Alberta Pane, Artissima 2018, Torino

Ci abbiamo riflettuto molto, se fosse il caso di esporla, visto che inevitabilmente tutti vedendola avrebbero fatto quella connessione: alla fine abbiamo scelto di metterla, ed in effetti è stato così“, ci rivela direttamente l’artista. Chi segua anche da lontano le cronache artistiche, avrà già capito sbirciando le immagini: la connessione è con l’ormai celebre “beffa” di Banksy, ovvero la tela che si è autodistrutta in tante striscioline subito dopo essere stata aggiudicata nelle scorse settimane all’asta da Sotheby’s Londra. Qui il concept è diverso, le due immagini coinvolte sono diverse, ma è evidente che un’associazione mentale sia inevitabile: “Ne ero consapevole“, si sfoga Fogarolli con ArtsLife, “molti penseranno ad una mia furbata: ma non è così, visto che il mio lavoro risale a tre anni fa…“.

4.3 (86.67%) 6 votes

Autore

- É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Pubblicità

Blindarte
Arte Padova 2018
Il Ponte
Cambi
Eberhard
Colasanti Casa dA'Aste
Maison Bibelot
Brafa
WANNENES