Meeting Art
Pubblicato il: gio 01 Nov 2018
Print Friendly and PDF

Enrico Baj. Automitobiografia. Presentazione volume ad Artissima

Sabato 3 novembre, alle ore 18.00, durante la fiera dell’arte contemporanea di Torino Artissima, verrà presentato al Book Corner del Lingotto il volume “Enrico Baj. Automitobiografia” edito da Johan & Levi. Intervengono Roberta Cerini Baj e Angela Sanna

Marcel e Suzanne Duchamp, Octavio Paz e Edoardo Sanguineti, Breton e Man Ray, de Chirico e la duchessa di Beaufort sono solo alcuni dei personaggi che compongono la fauna di questo racconto erudito e sagace, a tratti esplosivo, lontano da qualsiasi convenzione autobiografica. Procedendo a ritroso dal 1983, anno in cui viene pubblicata, al 1924, anno di nascita dell’autore, Automitobiografia si configura come un viaggio iperbolico che risale la corrente degli eventi. Un viaggio che ci immerge fin dalle prime pagine nella coeva cultura visiva e che sembra rispondere, attraverso il suo percorso, alle tendenze allora in atto dell’arte “colta” e del citazionismo.

Esperienze ben note a Baj, già abile artefice, fin dagli anni sessanta, di rifacimenti ludici delle opere dei grandi maestri, come il ciclo Chez Picasso o composizioni come La cravatta di Jackson Pollock e la Vendetta della Gioconda. Una vocazione che anche nei lavori successivi lo porterà a redimere ‒ insieme a un repertorio di icone, temi e stilemi del passato ‒ uno sgargiante armamentario di brocantes, medaglie, passamanerie, lustrini, scampoli damascati, coccarde e ogni genere di paccottiglia che affolla il suo studio. Questo metodo, volto al costante recupero e all’accumulo, si traduce sul piano della narrazione in un grande assemblage di ricordi, riflessioni e citazioni mutuate da artisti e intellettuali di ogni epoca e origine. A cominciare dal suo geniale mentore Alfred Jarry e dalla Patafisica, la vera “scienza”, baluardo di quell’ironia che irrora l’intero universo culturale di Baj. Fanno capolino, accanto alle innumerevoli personalità, anche oggetti che popolano la vita quotidiana dell’artista, come la Macchina agricola, una moto Kawasaki o un semplice ascensore: splendidi congegni meccanici ed erotici capaci non solo di titillare la curiosità del lettore ma anche di puntellare le convinzioni sociali, scientifiche, filosofiche, sostenute da Baj. Il quale per anni si è battuto non solo per un rinnovamento dell’arte della pittura ma anche per un profetico ritorno alla natura contro le minacce di una tecnologia sempre più totalizzante.

Roberta Cerini Baj conosce Enrico Baj nel 1964 e ne diventa la compagna di vita sposandolo nel 1966. Fin da subito partecipa attivamente alle vicende artistiche del marito entrando in contatto con l’intellighenzia e con gli artisti di un vastissimo entourage internazionale. Testimone, complice e consulente di primo piano nell’organizzazione di numerose mostre e iniziative culturali incentrate su Baj, ha curato la sezione archivistica e fotografica dei cataloghi generali dell’artista. È proprietaria e responsabile dell’Archivio Baj (Vergiate), di cui ha catalogato e sistemato l’imponente insieme di carteggi, documenti, fotografie, cataloghi, libri, opere.

Angela Sanna è professore di Storia dell’arte contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha al suo attivo ricerche e pubblicazioni in Italia, Francia, Germania, parte delle quali orientate sull’arte nel secondo dopoguerra, dai rapporti tra Milano e Parigi, con particolare riferimento al Movimento Nucleare e al movimento post-surrealista Phases, fondato da Edouard Jaguer, all’influsso sulla scena artistica postbellica del Surrealismo e del Futurismo. Parte delle sue ricerche verte anche sugli scritti d’artisti: da André Breton a Enrico Baj e Lucio Fontana. Studiosa di Baj, ne approfondisce da anni la figura di artista e di scrittore attraverso numerose conferenze e saggi pubblicati in cataloghi, riviste, miscellanee, raccolte di scritti, monografie che evidenziano le relazioni tra Baj, la Patafisica, il Surrealismo, il Futurismo, Phases e più in generale l’arte e la cultura del secondo dopoguerra. È autrice della prefazione alla riedizione di Automitobiografia pubblicata da Johan & Levi Editore.

Artissima | Book Corner Librerie Corraini
Oval Lingotto Fiere
Via Giacomo Matté Trucco 70, Torino

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Pubblicità

Eberhard
Mirco Cattai Fineart&Antiquerugs
Cambi
Bertolami
WANNENES
Il Ponte
Pandolfini
Artcurial
Brafa