meeting art 855 | 27 gen
Pubblicato il: gio 13 Set 2018
Print Friendly and PDF

Frieze Los Angeles, ecco le settanta gallerie presenti alla prima edizione. Due le italiane

Los Angeles

Los Angeles

La rassegna si terrà negli immensi spazi dei Paramount Pictures Studios dal 14 al 17 febbraio del prossimo anno. Comitato hollywoodiano con Tobey Maguire, Salma Hayek, Serena Williams

L’anteprima, con le informazioni di carattere generale, ve l’avevamo data a febbraio scorso: Frieze, la fiera d’arte che vanta due edizioni di grande successo a Londra e a New York, avrà una sua edizione a Los Angeles. Un passo importante, per il contemporaneo della metropoli californiana, dopo tentativi non propriamente entusiasmanti come quelli di Paris Photo Los Angeles, che ha chiuso i battenti dopo due sole edizioni, o dell’altra parigina FIAC, che ha rinunciato prima di iniziare all’idea di una sua edizione losangelena. Dopo le conferme ufficiali, ora arriva quindi anche l’elenco delle gallerie presenti alla rassegna che si terrà negli immensi spazi dei Paramount Pictures Studios – con un progetto dell’architetto Kulapat Yantrasast dello studio wHY di Los Angeles – dal 14 al 17 febbraio del prossimo anno, diretta da Bettina Korek.

I Paramount Studios di Hollywood, sede della fiera

I Paramount Studios di Hollywood, sede della fiera

E oltre alla location, a garantire il piglio “hollywoodiano” della debuttante fiera ci sarà anche un host committee con personaggi come Tobey Maguire, Salma Hayek, Serena Williams, Alexis Ohanian, Francois-Henri Pinault. Le gallerie presenti, dunque: che in numero crescono a una settantina, rispetto alle 60 preventivate per questa prima edizione. Che pressoché tutti i grandi nomi a livello globale hanno scelto di onorare, da Luhring Augustine a Marian Goodman, David Zwirner, Jeffrey Deitch, Gagosian, Hauser & Wirth, kurimanzutto, Matthew Marks, Pace Gallery, Perrotin, Thaddaeus Ropac, White Cube, con fitta presenza di gallerie di Los Angeles come Blum & Poe, Kayne Griffin Corcoran e David Kordansky. Le italiane? Saranno due, “ovviamente” in arrivo da Milano: Massimo De Carlo e kaufmann repetto.

https://frieze.com/

Valuta

Autore

- Giornalista, scrittore, critico e curatore di mostre. È nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, da 25 anni lavora per riviste d’arte prima come redattore de Il Giornale dell’Arte, poi come caporedattore delle testate Exibart, poi Artribune, attualmente ArtsLife. Ha curato il volume “Rigando dritto”, raccolta di scritti dell’artista Piero Dorazio, pubblicato nell’aprile 2005 dall’editore Silvia Editrice di Milano. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra “Artsiders”, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Nel 2018 ha curato la mostra “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari nella pittura italiana”, nelle due sedi di Palazzo del Popolo e Palazzo del Vignola, a Todi, e la mostra “Beverly Pepper tra Todi e il mondo” nel Palazzo del Popolo di Todi. Nel 2019 ha pubblicato il libro “Margherita Sarfatti. Più”, presso Manfredi Edizioni.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Cambi Casa d'Aste
Bertolami Fine Arts
Andrey Esionov
Il Ponte | 22 feb
Artcurial | 28 feb
Modenantiquaria
PANDOLFINI | 26 FEBBRAIO
WANNENES | ISTITUZ