meeting art
Pubblicato il: mer 12 Set 2018
Print Friendly and PDF

Seducente La Bisbetica di Maillot alla Scala

Ironia, forza, sensualità, tutto questo nella Bisbetica Domata di Jean-Christophe Maillot in questi giorni alla Scala con la compagnia del Bolshoi.

Una compagnia che continua ad essere al top non soltanto per l’eccellente preparazione tecnica che la contraddistingue da sempre, ma per la duttilità espressiva che da anni dimostra anche verso un un repertorio che si distanzia molto da quello classico (in cui si è sempre cimentata per tradizione), come in questo caso.
Il balletto di Maillot che trae ispirazione tanto dal testo del periodo cosiddetto “sperimentale” di Shakespeare, che dalla musica di Dmitrij Šostakovič, trova la sua massima espressione proprio in quegli elementi della compagnia del Bolshoi, scelti con acume dal creografo e direttore dei Ballets de Monte-Carlo quando si recò a Mosca per la commissione di questo balletto che debuttò nel 2014.

Interpreti straordinari nei loro ruoli in cui entrano a pieno sfoderando tutto il loro potenziale che è davvero tanto. Maillot, d’altro canto, non smette di stupire nel suo talento di saper tirare fuori tanto dalle capacità dei ballerini che dall’analisi profonda della drammaturgia, quello che vuole. Riproponendo così al pubblico una storia nuova, fresca, che non si limita a mettere in scena quello che già sappiamo, ma che fa vedere e scoprire lati nuovi.

La sua Caterina è bisbetica fino a che non trova il “bisbetico” come lei, da cui, attenzione, non è domata, ma con cui condivide il suo modo di essere irruento e trasgressivo. Così come Bianca, dolce e sensibile come vuole la storia, non può che cedere alla lusinghe di chi è come lei. Certo non è sedotta dal denaro e gioielli di Gremio ai quali preferisce il libro di poesie del garbato Lucenzio.
Le personalità diverse delle due coppie Caterina/Petruccio e Bianca/Lucenzio vengono affrontate magistralmente da Maillot nei vari passi a due che trascinano il pubblico in due passionalità opposte. Ricca di sensualità e sessualità la notte d’amore di Caterina e Petruccio, timido e raffinato il matrimonio di Bianca e Lucenzio. In ogni caso formidabile la bravura degli interpreti Ekaterina Krysanova e Vladislav Lantar nei ruoli dei protagonisti affiancati, in un gioco di specchi, dall’armonia del duo portato in scena da Olga Smirnova-Semyon Chudin.


Il tutto termina sulle note di Tea for Two in un’ironico scambio di tazze da the che non ci sono fisicamente, ma che servono come pretesto per confermare che non c’è alcuna sottomissione da parte di Caterina verso la figura del maschio. La Bisbetica infatti togliendo la teiera dalle mani di Bianca le mostra che non deve essere servile con suo marito, sulle ginocchia del quale versa spavaldamente il contenuto. Alternando battibecchi e tenerezza verso Petruccio, ripartirà col marito lasciando ancora una volta sbigottiti i convitati alle nozze della sorella.
Lo spettacolo ha repliche in Scala ancora il 12 e 13 settembre.

Valuta

Autore

- Nata a Genova, assieme agli studi classici intraprende quelli della danza. Dopo la Laurea in Giurisprudenza, nel 2001 consegue il diploma in” Regia teatrale” presso l’Accademia Naz. Di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. É stata assistente alla regia di importanti registi teatrali tra cui Gabriele Lavia e Mario Missiroli. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, dal 2005 al 2013 ha lavorato per IL GIORNALE (critico di teatro e danza) e collaborato con le riviste SIPARIO, TUTTO DANZA. Dal 2014 al 2017 è stata redattore cultura/spettacolo LIGURIA NOTIZIE. Ha insegnato all’Università degli Studi di Genova – DAMS – Polo Imperia. Ha pubblicato due libri, INCONTRI davanti e dietro la quinte (Premio letterario “La mia storia 2014″) e “Stelle della danza sotto il cielo di Nervi” ed. Cordero, 2017. LA sua commedia “Un tavolo per quattro” ha vinto il 2° Premio Efesto Città di Catania Edizione 2016 – Sezione Teatro


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Pubblicità

Colasanti Casa dA'Aste
Il Ponte
Eberhard
WANNENES
Blindarte
Brafa
Cambi
Arte Padova 2018
Maison Bibelot