meeting art
Pubblicato il: gio 06 Set 2018
Print Friendly and PDF

Varallo ai tempi di Gaudenzio Ferrari, itinerari alla scoperta del Rinascimento piemontese

Varallo ai tempi di Gaudenzio Ferrari, in libreria

“Varallo ai tempi di Gaudenzio Ferrari”: è uscita in libreria (dal 6 settembre) una guida pratica e accessibile che invita a esplorare itinerari poco noti sulle tracce di Gaudenzio Ferrari

Inaugurata la scorsa primavera (23 marzo/1 luglio), la mostra Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari è stata l’occasione per addentrarsi più approfonditamente nell’opera di uno dei massimi esponenti del Rinascimento piemontese, Gaudenzio Ferrari (1480 circa – 1546). La mostra ha coinvolto tre città del Piemonte – Novara, Vercelli e Varallo Sesia – estendendosi, al di là delle consuete sedi museali, in chiese ed edifici delle città e del territorio dove sono presenti affreschi e altre opere del Maestro. In aggiunta, per questa grande esposizione diffusa, ci sono stati anche prestiti dal Louvre e dal Ringling Museum of Art di Sarasota, oltre che storiche collezioni private come quella dei principi Borromeo.

«Il percorso di Gaudenzio Ferrari, nonostante gli studi passati e recenti, è ancora ricco di incognite –hanno commentato i curatori Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa – un’esposizione ampia delle sue opere permetterà di scandire meglio cronologicamente la sua carriera, di risolvere alcuni problemi di autografia e di ottenere nuove informazioni sulle modalità di lavoro di Gaudenzio. Nella mostra non saranno presenti solo sue opere ma anche dei suoi contemporanei: sia degli artisti che per lui sono stati importanti come Leonardo e Perugino, sia di chi sulla sua lezione si è formato».

L’esposizione è stata affiancata da diverse pubblicazioni, in primo luogo l’omonimo catalogo (edito da Officina Libraria), completo della schedatura delle opere di Gaudenzio presenti nelle tre sedi della mostra e nelle stesse località che l’hanno ospitata.

In questo nuovo testo di itinerari, Varallo ai tempi di Gaudenzio Ferrari, si esplorano tra immagini e testi, dimore private come Casa Scaglia, Casa Chiara e Casa già Morondi, e si incontrano, addentrandosi frazioni come Mantegna e Roccapietra, alcune delle sue Madonne.

Il testo si affianca al catalogo vero e proprio e si propone come una guida che conduce il lettore alla scoperta dei siti e delle opere meno note di Gaudenzio Ferrar. Non mancano tra gli itinerari suggeriti la chiesa di Santa Maria delle Grazie, quella di San Marco e la Collegiata di San Gaudenzio, le scenografiche opere al Sacro Monte e quelle custodite nella Pinacoteca.Varallo ai tempi di Gaudenzio Ferrari, itinerari alla scoperta del Rinascimento piemonteseAgile ma scientificamente precisa, la guida raccoglie i testi di giovani studiosi dell’Università di Milano, con il coordinamento di Giovanni Agosti, Jacopo Stoppa e Donata Minonzio, i primi due anche curatori della mostra Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari.

Il volume documenta come Gaudenzio sia stato un decisivo modello di riferimento per gli allievi Fermo Stella e Bernardino Lanino, e per la quasi totalità degli artisti valsesiani sia durante il secolo XVI che agli inizi del successivo. Il segno di Gaudenzio, infatti, si legge negli ampi cicli affrescati come nelle immagini devozionali collocate all’esterno delle case varallesi.

VARALLO AI TEMPI DI GAUDENZIO FERRARI
Itinerari

a cura di Giovanni Agosti, Donata Minonzio e Jacopo Stoppa
144 pp., brossura, 22 x 24 cm, 112 ill. a colori
19,00 €
ISBN: 978-88-99765-88-0

Officina Libraria

5 (100%) 2 votes

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Pubblicità

Maison Bibelot
Colasanti Casa dA'Aste
Eberhard
Brafa
Arte Padova 2018
Il Ponte
WANNENES
Cambi
Blindarte