Meeting Art

L’altro sguardo. Fotografia femminile italiana a Palazzo delle Esposizioni di Roma

Lisetta Carmi, dalla serie I travestiti, 1965, stampa gelatina bromuro d’argento

Lisetta Carmi, dalla serie I travestiti, 1965, stampa gelatina bromuro d’argento

A Roma la mostra “L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2018” racconta l’emanciparsi delle donne nell’arte dello scatto.

A Palazzo delle Esposizioni va in scena, fino al 2 settembre, un percorso avvincente fra creatività e storia, che dagli anni Settanta arriva sino ai giorni nostri.

Collezione Donata Pizzi- la fotografia italiana è donna
La capacità di cogliere il dettaglio e di intercettare l’emotività in ogni situazione sono fra i punti di forza delle donne, nella vita come nella creatività. Eppure, il gentil sesso è stato per lungo tempo costretto a coltivare il proprio estro fuori dai grandi circuiti -in sordina- persino in una forma espressiva giovane come la fotografia. Sono stati la consapevolezza di questa zona d’ombra della cultura italiana e il desiderio di dare una voce ai talenti nascosti a spingere Donata Pizzi –lei stessa fotografa- a creare una collezione di scatti firmati al femminile. Una raccolta corposa: con radici antiche, ma in continuo aggiornamento; in cui nomi di pioniere del calibro di Letizia Battaglia, Carla Cerati e Lisetta Carmi, affiancano le più recenti ricerche di Francesca Volpi, Gea Casolaro e Marzia Migliora. Un archivio del nostro patrimonio identitario che merita di essere scoperto.

Letizia Battaglia. Marineo, 1980. La bambina e il buio

Letizia Battaglia. Marineo, 1980. La bambina e il buio

Giovanna Borgese, Le ragazze terroriste - Le ragazze di Prima Linea, 1981, stampa gelatina bromuro d'argento

Giovanna Borgese, Le ragazze terroriste – Le ragazze di Prima Linea, 1981, stampa gelatina bromuro d’argento

L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2018
Dopo il successo della mostra organizzata alla Triennale di Milano nel 2016, la collezione Donata Pizzi -ulteriormente cresciuta- sbarca a Roma. Al Palazzo delle Esposizioni va in scena un percorso in cui storia e creatività si mescolano senza soluzioni di continuità e l’emancipazione della donna coincide con quella della fotografia: da arte di nicchia a genere democratico e popolare, nella accezione alta del termine. Oltre 200 scatti di sessanta autrici generano un caleidoscopio di trance de vie: dalla crudezza della cronaca agli splendori del nostro cinema, dai momenti politicamente epocali all’intimità degli affetti privati.

Carla Cerati, Umberto Eco all’inaugurazione di M.A.R.C.O, 1971, stampa gelatina bromuro d’argento

Carla Cerati, Umberto Eco all’inaugurazione di M.A.R.C.O, 1971, stampa gelatina
bromuro d’argento

Mezzo secolo (d’Italia e di fotografia)
Cinquant’anni di storia italiana vista e raccontata dalle donne, ma anche un’autoriflessione su mezzo secolo di arte fotografica, in cui emergono i mutamenti concettuali, estetici e tecnologici che lo hanno caratterizzato. Per orientarsi nel percorso, quattro temi cardine legano fra loro immagini appartenenti a decenni e generi differenti: dalla fotografia di reportage e di denuncia sociale (Dentro le storie), al rapporto del pensiero femminista con l’immagine (Cosa ne pensi tu del femminismo?); dai temi legati all’identità e agli affetti (Identità e relazione) alle esplorazioni delle potenzialità espressive del mezzo (Vedere oltre). Storia e creatività, tecnica ed emozione, in mezzo secolo di fotografia femminile tutta da scoprire.

AGNESE DE DONATO Donne non si nasce, si diventa. 1970. Stampa fotografica ai sali d’argento. 24×30 cm

 

Brigitte Niedermair, Oukhet/ Sister “Ich Liebe dich”, 2005, stampa cromogenica

Brigitte Niedermair, Oukhet/ Sister “Ich Liebe dich”, 2005, stampa cromogenica

 

Isabella Balena, Un profugo somalo ed uno siriano sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre fanno il bagno in una spiaggia, 2013, stampa Ink - Jet

Isabella Balena, Un profugo somalo ed uno siriano sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre fanno il bagno in una spiaggia, 2013, stampa ink-jet

 

L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2018

8 giugno > 2 settembre 2018
a cura di Raffaella Perna

Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194
00184 Roma

Intero € 8,00
Ridotto € 6,00
Ragazzi dai 7 ai 18 anni € 4,00
Ingresso gratuito per i bambini fino a 6 anni

www.palazzoesposizioni.it

Valuta

Autore

- Laureata cum laude in “Scienze dei Beni culturali” con corsi specialistici a Londra, trasporta le conoscenze accademiche nel giornalismo di settore. Ma alle sfumature dei quadri preferisce da sempre quelle dell’anima, così dalle materie umanistiche a quelle intrinsecamente umane il passo è breve. Prosegue gli studi attraverso la specialistica di “Psicologia Clinica e della Riabilitazione”, con l’obiettivo di esplorare gli abissi della psiche, aiutare il prossimo e approfondire le relazioni fra psicoanalisi e arte


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Bertolami Fine Art
Wopart 2018
Eberhard
Cambi Casa d'Aste
Il Ponte Casa d'Aste
WANNENES
Il Ponte Casa d'Aste
Maison Bibelot