Meeting Art
Pubblicato il: gio 17 Mag 2018
Print Friendly and PDF

Eco e Narciso. Immagini della grande mostra che inaugura le nuove sale delle Gallerie di Palazzo Barberini

Caravaggio, un particolare del Narciso

Caravaggio, un particolare del Narciso

Un dialogo sul tema del ritratto e dell’autoritratto con 37 opere di 25 artisti, da Caravaggio a Giulio Paolini, da Raffaello a Richard Serra, da Bernini a Yan Pei Ming

Undici nuove sale delle Gallerie Nazionali di Arte Antica a Palazzo Barberini aperte al pubblico per la prima volta e restituite alla città. Un evento storico che non poteva che essere celebrato con una grande mostra come Eco e Narciso, che unisce arte antica e arte contemporanea, con 37 opere di 25 artisti dalle collezioni delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini e del MAXXI di Roma, in dialogo sul tema del ritratto e dell’autoritratto, da Caravaggio a Giulio Paolini, da Raffaello a Richard Serra, da Bernini a Yan Pei Ming e molti altri. Le nuove sale, restaurate nel biennio 2015-2017, si estendono su oltre 750 metri quadri di percorso espositivo, affacciate sui giardini del palazzo; e con il nuoco percorso sarà resa praticabile anche la scala elicoidale di Francesco Borromini, a conclusione del nuovo percorso di visita che inizia dallo Scalone di Gian Lorenzo Bernini.

 

Eco e Narciso, la Fornarina di Raffello (Foto Alberto Novelli)

Eco e Narciso, la Fornarina di Raffello (Foto Alberto Novelli)

E per celebrare l’evento, le nuove sale – oltre al Salone Pietro da Cortona – ospitano appunto Eco e Narciso, la mostra prodotta dalle Gallerie in collaborazione con il MAXXI, e curata dalla direttrice Flaminia Gennari Santori e da Bartolomeo Pietromarchi, Direttore del MAXXI Arte. 21 capolavori di Marco Benefial, Gianlorenzo Bernini, Bronzino, Caravaggio, Rosalba Carriera, Pietro da Cortona, Piero di Cosimo, Luca Giordano, Hans Holbein, Benedetto Luti, Raffaello, Guido Reni e Pierre Subleyras appartenenti alla collezione delle Gallerie Nazionali, dialogano con 17 opere contemporanee di Stefano Arienti, Monica Bonvicini, Maria Lai, Shirin Neshat, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Yan Pei-Ming, Markus Schinwald, Richard Serra, Yinka Shonibare MBE, Kiki Smith, provenienti dal MAXXI o da prestiti, con 3 opere realizzate per l’occasione (Bonvicini, Paolini, Shonibare). Avremo modo di parlarne diffusamente: ora vi anticipiamo alcune immagini…

Eco e Narciso, Shonibare e Benefial (Foto Alberto Novelli)

Eco e Narciso, Shonibare e Benefial (Foto Alberto Novelli)

www.barberinicorsini.org | www.maxxi.art

3.5 (70%) 2 votes

Autore

- É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Pubblicità

WANNENES
Il Ponte
Aste Boetto
Pandolfini
Eberhard
Cambi Casa d'Aste
Artcurial
Il Ponte
Gotha