meeting art istituzionale
Pubblicato il: mer 11 Apr 2018
Print Friendly and PDF

Fuori Miart 2018. La Top 10 di mostre ed eventi da non perdere a Milano

Il Sacrilege della Fondazione Nicola Trussardi. Lo Stonehenge gonfiabile di Jeremy Deller a City Life. Image courtesy of Jeremy Deller

Il Sacrilege della Fondazione Nicola Trussardi. Lo Stonehenge gonfiabile di Jeremy Deller a City Life. Image courtesy of Jeremy Deller

Come ogni primavera torna la fiera d’arte moderna e contemporanea di Milano, Miart. ArtsLife ha selezionato i 10 eventi da non perdere in città oltre la fiera: fra progetti ad hoc e mostre di ampio respiro, che vanno dall’antico al contemporaneo, dalla moda alla fotografia, e poi ancora installazioni site specific, vetrine di ristoranti stellati e visite a collezioni private.

1) Il Sacrilege della Fondazione Nicola Trussardi. Lo Stonehenge gonfiabile di Jeremy Deller a City Life

I massi di pietra di Stonehenge mutano in plastica e il sito neolitico inglese si trasforma in un’attrazione da luna park. Accade a CityLife, grazie alla Fondazione Nicola Trussardi e all’estro creativo di Jeremy Deller. Il talento britannico -vincitore del Turner Prize nel 2004- è protagonista dell’Art Week milanese, con Sacrilege. Ideata per il Festival Internazionale di Arti Visive di Glasgow ed esportata in tutto il mondo, l’opera certifica a pieno la vocazione partecipativa della ricerca di Deller. Da giovedì a Domenica, siamo chiamati ad interagire col morbido monumento di 35 metri di diametro: giocandoci attorno, calpestandolo o saltellando al suo interno. Tradizione e innovazione, cultura e intrattenimento, per un’arte davvero democratica.

Sacrilege

A cura di Massimiliano Gioni

Progetto promosso da Fondazione Nicola Trussardi in collaborazione con CityLife, società del Gruppo Generali, e la partnership tecnica di Gruppo Spinelli

Parco di CityLife

Dal 12 al 15 aprile 2018

http://www.fondazionenicolatrussardi.com/home

Sacrifice, Deller, Fondazione Trussardi

Sacrifice, Deller, Fondazione Trussardi

2) Blowing In The Wind. L’installazione tessile di Rachel Hayes da Missoni

La sapienza delle trame artigianali e la forza comunicativa del colore. La moda di Missoni è da sempre sinonimo di arte. Dal 13 al 22 aprile lo showroom di Via Solferino sarà animato dall’installazione “Blowing In The Wind”. L’artista americana Rachel Hayes dà vita un’opera ambientale che -articolandosi fra il corridoio d’accesso esterno e gli spazi interni- inscena un viaggio attraverso i temi della luce, dell’aria e degli accostamenti cromatici più imprevedibili. Il vibrare delle sculture-cilindro multi-pantone, i giochi di nuance proiettati sul muro e le bande policrome ondeggiate dal vento richiamano le iconiche collezioni della maison, per un cortocircuito di linguaggi creativi.

BLOWING IN THE WIND– Installazione site-specific dell’artista Rachel Hayes

A cura di Mariuccia Casadio

Via Solferino 9

Dal 13 al 22 aprile 2018- tutti i giorni, 11.00 – 21.30

schermata-2018-04-13-alle-15-41-19

3) Under the midday sun – Le vetrine della Rinascente interpretate da Vajiko Chachkhiani

Dagli orsi polari di Paola Pivi alla natura travolgente di Vajiko Chachkhiani. In occasione del periodo Miart-Salone del Mobile, le vetrine della Rinascente tornano a strizzare l’occhio all’arte contemporanea, col doppio progetto “Under the midday sun” e “Cotton Candy”. Reduce dalla Biennale, l’artista georgiano Vajiko Chachkhiani fa della natura la protagonista di un racconto per immagini composto da 3 elementi: un individuo che raccoglie cotone, muscoli di cavallo e una tigre, circondati da cespugli, alberi e dal vento che –col passare del tempo- modifica le sculture, segnando un esito decisamente sorprendente. Per scoprire l’evolversi della storia l’appuntamento è in Piazza Duomo, fino al 22 aprile.

Under the Midday Sun by Vajiko Chachkhiani

La Rinascente

Piazza duomo

Dal 12 al 22 aprile 2018

Le vetrine della Rinascente interpretate da Vajiko Chachkhiani

Le vetrine della Rinascente interpretate da Vajiko Chachkhiani

4) Patrick Tuttofuoco alla Galleria Cracco

Alla Galleria Cracco il piacere del cibo incontra la magia dell’arte. A partire dal 13 aprile artisti di punta del panorama contemporaneo saranno chiamati a realizzare interventi site specific per le lunette che sovrastano le vetrine dell’iconico ristorante meneghino. Si tratta di un’iniziativa dalla marcata connotazione sociale: tre vetrine artistiche, fruibili gratuitamente 24 ore su 24 da tutti coloro che attraversano il luogo simbolo di Milano. Ad inaugurare il progetto è l’artista Patrick Tuttofuoco, con  Heterochromic (Rosa e Carlo) :opera intimamente legata al concetto di identità, che trasforma le lunette in due occhi, quello di Carlo e di Rosa, rendendoli come parti di uno stesso individuo.

HETEROCHROMIC (ROSA E CARLO)

opera site-specific di Patrick Tuttofuoco

In collaborazione con l’agenzia di comunicazione Paridevitale e Sky Arte HD

Ristorante Cracco

Dal 13 aprile 2018

5) EX GRATIA. inedita Albania alla Collezione Iannaccone

In occasione del Miart, nello studio dell’Avvocato Giuseppe Iannaccone torna IN PRATICA: il ciclo di mostre volto a porre a confronto le opere di artisti affermati con quelle di colleghi emergenti. Nell’intento di fare conoscere il generoso lavoro realizzato da Adrian e Melisa Paci a Scutari, in questa quinta edizione la lente d’ingrandimento dell’Avvocato-collezionista si posa su una collettiva di dieci talenti albanesi, in collaborazione con Art House School. Un’opportunità per scoprire la produzione creativa di un luogo di transito di idee davvero eccezionale.

EX GRATIA

Collezione Giuseppe Iannaccone

A cura di Adrian Paci e Rischa Paterlini

Dal 15 aprile al 13 luglio 2018

Prenotazione obbligatoria, all’indirizzo info@collezionegiuseppeiannaccone.it

http://www.collezionegiuseppeiannaccone.it

mostra Durer Milano

Albrecht Dürer – Ritratto a mezzo busto di una giovane veneziana, 1505 © KHM-Museumsverband

6) Albrecht Dürer a Palazzo Reale. Rinascimento europeo

A Palazzo Reale va in scena una delle vette della storia dell’arte occidentale, con la mostra “Albrecht Durer e il Rinascimento fra la Germania e l’Italia”. Un corpus di 130 opere –realizzate dal maestro tedesco e dai massimi esponenti della pittura del tempo- ripercorre le relazioni culturali fra Nord e Sud Europa . Un occasione per scoprire le radici comuni dei paesi del vecchio continente e gustare i capolavori di talenti del calibro di Lucas Cranach, Giorgione, Andrea Mantegna e Lorenzo Lotto.

Albrecht Durer e il Rinascimento fra la Germania e l’Italia

A cura di Bernard Aikema, con la collaborazione di Andrew John Martin

Palazzo Reale, Milano

Fino al 24 giugno 2018

http://www.palazzorealemilano.it/wps/portal/luogo/palazzoreale/mostre/inCorso/ALBRECHT_DURER

7) Frida Kalho al MUDEC. Oltre il mito

La pittura commuovente di Frida Kahlo è protagonista al MUDEC, con una retrospettiva che intende sgretolarne il mito, per portare alla luce l’essenza di una donna in cui arte e vita si fondono completamente. Sala dopo sala dipinti, disegni, fotografie e memorabilia insceneranno un viaggio alla scoperta di uno dei talenti femminili più emblematici del Novecento.

Frida Kahlo

A cura di Diego Sileo

MUDEC, Museo delle Culture

Fino al 3 giugno 2018

http://www.mudec.it/ita/frida/

Mostra Frida Kahlo Milano Mudec (Foto Giulia Manfieri)

Mostra Frida Kahlo Milano Mudec (Foto Giulia Manfieri)

8) L’Italia vista dalla Moda. Il Made in Italy sfila a Palazzo Reale di Milano

Chi pensa che la moda sia solo sfilate, magazine femminili e fashion blogger è destinato a ricredersi. Dietro a un tubino nero, a dei tacchi a spillo o a dei jeans si nasconde molto di più. A Milano una mostra racconta l’affermarsi della nostra industria creativa e la sua intersezione con l’identità del paese.

Un’occasione per rifarsi gli occhi con i pezzi d’archivio delle maggiori maison, ma anche per appropriarsi del nostro patrimonio culturale.

Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001

A cura di Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi

Palazzo Reale, Milano

Fino al 6 maggio 2018

http://www.palazzorealemilano.it/wps/portal/luogo/palazzoreale/mostre/inCorso/ITALIANA

mostra moda palazzo reale

ITALIANA. L’Italia vista dalla moda 1971-2001, Palazzo Reale, Milano

9) Fondazione Prada Osservatorio: Torbjørn Rodland e la poesia della fotografia analogica

“Il tocco della macchina fotografica, il tocco della luce che colpisce la pellicola, il tocco dei liquidi che scorrono sulla pellicola durante lo sviluppo”. (Torbjørn Rodland)

Torbjorn Rodland (Stavanger, 1970) spiega con queste parole il titolo del progetto espositivo dedicatagli dalla Fondazione Prada, presso la sede Milano Osservatorio. Concepita dalla Serpentine Galleries di Londra, la mostra “Torbjørn Rødland: The Touch That Made You” riunisce una selezione di più di quaranta scatti e tre video, realizzati dell’artista-fotografo norvegese fra il 1999 e il 2016. Ritratti, nature morte e paesaggi sorprendono per il connubio fra la chiarezza formale tipica dell’immagine commerciale e lo sguardo poetico del processo analogico, che -non c’è nulla da fare- conserva sempre il suo fascino senza tempo.

Rodland in “The Touch That Made Yo”

A cura di Hans Ulrich Obrist e Amira Gad

Fondazione Prada- Milano Osservatorio

Galleria Vittorio Emanuele II, 20121 Milano

Dal 5 aprile al 20 agosto 2018

www.fondazioneprada.org

“Torbjørn Rødland: The Touch That Made You” Fondazione Prada Osservatorio, Milano | Foto ©ArtsLife

“Torbjørn Rødland: The Touch That Made You” Fondazione Prada Osservatorio, Milano | Foto ©ArtsLife

10) Al PAC la coraggiosa arte sociale di Teresa Margolles

La morte, l’ingiustizia sociale, l’odio di genere, la marginalità e la corruzione.. Al Pac la personale di Teresa Margolles (Culiacán, 1963) esplora alcune delle tematiche più scomode de nostro tempo. Oltre alle quattordici installazioni dell’artista messicana, in occasione dell’Art Week milanese, la stessa Teresa Margolles presenterà una performance tributo a Karla: prostituta transessuale assassinata a Ciudad Juárez nel 2016.

TERESA MARGOLLES- YA BASTA HIJOS DE PUTA

A cura di Dieg Sileo

Pac Padiglione d’arte contemporanea

Fino al 20 maggio 2018

http://www.pacmilano.it/exhibitions/teresa-margolles/

Il Sacrilege della Fondazione Nicola Trussardi. Lo Stonehenge gonfiabile di Jeremy Deller a City Life. Image courtesy of Jeremy Deller

Il Sacrilege della Fondazione Nicola Trussardi. Lo Stonehenge gonfiabile di Jeremy Deller a City Life. Image courtesy of Jeremy Deller

4.1 (82.86%) 7 votes

Autore

- Laureata cum laude in “Scienze dei Beni culturali” con corsi specialistici a Londra, trasporta le conoscenze accademiche nel giornalismo di settore. Ma alle sfumature dei quadri preferisce da sempre quelle dell’anima, così dalle materie umanistiche a quelle intrinsecamente umane il passo è breve. Prosegue gli studi attraverso la specialistica di “Psicologia Clinica e della Riabilitazione”, con l’obiettivo di esplorare gli abissi della psiche, aiutare il prossimo e approfondire le relazioni fra psicoanalisi e arte


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Bertolami Fine Arts
Andrey Esionov
Artcurial | 27 marzo
Miart 2019
Il Ponte | 22 mar
genova | 14 luglio
WANNENES | ISTITUZ
Cambi |istituzionale